Pino Strabioli a Cinetivù:”Prima in autunno non ci sarà”

Questa settimana Cinetivù ha incontrato Pino Strabioli (nella foto con Anna Proclemer) attore, autore, regista, conduttore televisivo, alle spalle una lunga carriera teatrale sotto la direzione di Patrick Rossi Gastaldi, poi l’esordio tv nel programma di Fabio Fazio T’Amo Tv (Tmc 1992). In seguito partecipa a varie edizioni di Uno Mattina (Raiuno) e di Aspettando Cominciamo Bene (Raitre). Da dieci anni conduce su Raitre tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 9.15 Cominciamo Bene Prima, dedicata al mondo del teatro, dello spettacolo e ai sui protagonisti, trasmissione che a quanto pare non comparirà nel palinsesto della prossima stagione, con grande rammarico di numerosi spettatori che in queste ore stanno facendo sentire il loro dissenso nel gruppo su Facebook: Salviamo Cominciamo Bene Prima. Ecco cosa ci ha detto il diretto interessato.

Pino a che punto è la situazione di Cominciamo Bene Prima?

A oggi quello che so è che nel palinsesto futuro di Raitre, Prima non ci sarà, perché le scelte editoriali del nuovo direttore Antonio Di Bella sono diverse. Sia chiaro, la rete non mi ha congedato, sto aspettando di sapere cosa si potrà fare a partire dal prossimo anno di tutto il bagaglio accumulato dal programma in dieci anni di esistenza in cui ha ospitato praticamente tutti gli attori del panorama artistico italiano. Spero che Raitre mi dia un altro spazio. Può darsi che Di Bella in autunno proponga nella stessa fascia oraria qualcosa di più bello e interessante.

Riflette un po’ lo stato del nostro Paese dove la cultura viene di questi tempi messa in secondo piano…

Indubbiamente il mondo dello spettacolo in Italia non sta vivendo uno dei suoi momenti più felici. La situazione è sotto gli occhi di tutti con i tagli che sono stati attuati al Fus (Fondo Unico per lo spettacolo) e la precaria condizione in cui riversano numerosi teatri. In questo panorama un po’ deprimente il mio era l’unico programma dedicato ai veri professionisti del settore, non quelli improvvisati, tanto per intenderci che imperversano in continuazione nella tv nostrana.

Uno Mattina, Michele Cucuzza ed Eleonora Daniele domani tornano a svegliare gli italiani

Da domani su Raiuno torna Uno Mattina, programma storico del palinsesto Rai giunto quest’anno alla sua ventiduesima edizione, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 6.45 alle 10.00. A condurre il programma ci saranno ancora una volta Michele Cucuzza ed Eleonora Daniele.

Nella nuova edizione sarà dato ampio spazio a fatti di cronaca, attualità, costume ed al dibattito, soprattutto in relazione alle tematiche che più stanno a cuore ai telespettatori, il tutto condito da collegamenti con i corrispondenti Rai, telegiornali e notizie Ansa dal mondo. In studio, come sempre, non mancheranno gli ospiti, giornalisti, politici e personaggi del mondo dello spettacolo e gente comune con storie importanti da raccontare.

Una grande conferma è la presenza del centralino che mette in comunicazione il pubblico da casa con la trasmissione: la novità sta nel fatto che alle domande e curiosità poste dai telespettatori, potranno rispondere non solo gli ospiti in studio ma anche degli esperti, chiamati appositamente a seconda della tematica affrontata di mattina in mattina.

Katia Noventa, la donna della moda di Raiuno

La modella e showgirl Katia Noventa, nata a Padova il 24 novembre del 1966 città nella quale ha studiato in un rigido convento di suore, inizia a muovere i primi passi nel mondo della moda a metà degli anni ’80, posando e sfilando per grandi nomi come Burani, Balestra, Soprani e molti altri ancora.

La sua carriera televisiva inizia grazie ad un provino per Telemike, programma di Mike Bongiorno ma si concretizzerà solo nel 1992 grazie al programma Karaoke di Fiorello: Katia affianca lo showman per due stagioni consecutive del popolare programma di Italia1, mentre l’anno successivo è al fianco di Gigi Sabani nella conduzione del programma Re per una notte.

La carriera televisiva di Katia Novella decolla: nel 1996 conduce una rubrica all’interno di Planet su Italia1, cui seguono Vivere Meglio con Fabrizio Trecca e Uno mattina, in cui si occupa di moda. E sempre di moda e life style si occupa nel 2002 per due stagioni in Casa Raiuno con Massimo Giletti e in Domenica In Passerella.

La Rai al salone del libro: i programmi che dedicherà da domani alla manifestazione

Ancuni programmi della Rai da domani, giovedì 14 maggio, fino a lunedì 18, ci dararanno appuntamento dalla Fiera Internazionale del Libro di Torino 2009.

Durante i giorni della Fiera, mamma Rai ha deciso di essere protagonista dell’evento (che vede attorno a sé, convegni, dibattiti, anteprime dei libri, scrittori, giornalisti e molte altri personaggi), grazie allo stand di 600 metri quadrati con due palchi, uno con videowall per fare le dirette Rai e produzione Rai Eri e l’altro per le trasmissioni radiofoniche.

Raidue venerdì 15 maggio alle 18, assieme a Roberto Giacobbo conduttore del programma Voyager, presenterà il libro 2012: La fine del mondo?, inoltre Giacobbo e lo staff di Voyager risponderà alle domande dei ragazzi nella trasmissione Ragazzi c’è Voyager. Il Tg2 aprirà dei collegamenti con la Fiera a Tg2Punto.it e domenica 17 Quelli che il calcio … si collegheranno con la Fiera del Libro.

Eleonora Daniele: ogni giorno con Uno Mattina dà il buongiorno all’Italia

La presentatrice TV Eleonora Daniele, nata a Padova il 20 agosto del 1976, dopo le scuole magistrali si iscrive all’Università alla facoltà di lettere, che però non porta a termine. Decide invece di lavorare in un’agenzia di telecomunicazioni per due anni e fino al 2000 come modella ed indossatrice: nel 2001 entra stabile in Banca Mediolanum.

Però Eleonora coltiva il sogno della professione televisiva: sogno che realizza nel 2001 partecipando alla trasmissione La sai l’ultima ed entrando nella casa del Grande Fratello nella seconda edizione. Nel 2002 recita in alcune fiction e soap opera: prima in La Squadra su Raitre e poi nella soap Un posto al sole sempre su Raitre.

Nel 2003 conduce su La7 il magazine La Vetrina e L’Italia dei Porti su Rai Due: l’esperienza in Rai continua con la conduzione di Futura City, un programma in sei puntate che vuole mostrare ai telespettatori una visione del mondo futuro delle nuove tecnologie. Nel 2003 è nel cast di Uno Mattina estate, dove conduce una rubrica dedicata alla storia della fiction televisiva in onda tutti i martedì.

Antonella Clerici, dagli esordi giornalistici al successo televisivo

La conduttrice e giornalista Antonella Clerici, nata a Legnano (MI) il 6 dicembre 1963, dopo la laurea in giurisprudenza intraprende la carriera giornalistica in una televisione locale Telereporter, in qualità di inviata e conduttrice di programmi sportivi. Nel 1986 Antonella passa in Rai: conduce il programma Semaforo Giallo con David Riondino, prima di avere una piccola esperienza nella rete Odeon TV.

Antonella su Rai Due conduce alcuni programmi sportivi, Oggi Sport e Dribblig dal 1989 al 1995, Fantacalcio un quiz sul calcio, Domenica Sprint e Circo Bianco sui mondiali di sci. Sempre su Rai Due Antonella conduce Segreti per voi e nel 1997 Uno Mattina con Maurizio Losa prima e Luca Giurato poi: nel frattempo conduce anche Domenica In con Fabrizio Frizzi.

Veronica Maya: dalla passione per la danza alla conduzione televisiva

Oggi conosceremo la presentratrice che da stasera condurrà Incredibile!, la bellissima Veronica Russo, conosciuta con lo pseudonimo di Veronica Maya. Veronica è nata a Parigi il 14.07.1977 (sotto il segno del cancro) da genitori italiani, ma all’età di cinque anni si trasferisce in Italia, a Sorrento, città dove il padre Raffaele ha un ristorante con annesso pianobar e cabaret. La madre Eleonora invece è regista teatrale, ed è lei che fa avvicinare la figlia la mondo dello spettacolo, prima facendole studiare danza classica presso la scuola di Patty Schisa e partecipare a diversi stage in teatri italiani, e poi consentendole lo studio del pianoforte per un paio di anni.

A soli 16 anni inizia ad esibirsi in diversi spettacoli di cabaret, prendendo confidenza con il pubblico ed imparando l’arte dell’improvvisazione, fino a quando a venti anni vince un’importante borsa di studio per studiare danza alla scuola Greco di Roma: trasferitasi a Roma per due anni, entra a far parte della Compagnia del Teatro Stabile di Roma, realizzando diversi spettacoli, anche in collaborazione con compagnie di danza straniere. Terminato questo biennio inizia a fare provini per entrare in una compagnia francese: ci riesce e per un po’ di tempo la sua vita è divisa tra Parigi,Milano e Montecarlo.

Veronica è pronta per l’esperienza televisiva: fa parte del corpo di ballo del Bagaglino e questo le offre la possibilità di entrare anche nel cast prima di una rete televisiva locale e successivamente a Rai Sport, al fianco di Bruno Pizzul: da questo momento Veronica condurrà anche altri due programmi sportivi, Dribbling Europei, e Sabato Sprint, fino al passaggio nel 2005 a Rai1 con il programma Stella del Sud, che ebbe un successo incredibile e venne trasmesso per due anni consecutivi.

Il Codice Casanova oggi su Italia 1

Stasera il famoso mago di Striscia la notizia, Antonio Casanova, si cimenterà, per la seconda volta, in uno spettacolo di magia Il Codice Casanova alle 19.05 su Italia 1, che lascerà tutti senza parole.

Ora Casanova, in viaggio per l’Italia alla ricerca di misteri irrisolti, cercherà di fare alcuni incantesimi, di ricreare la fuga di Cagliostro dalla cella e tenterà di spiegare l’enigma delle streghe di Trigoria. Il mago nel suo spettacolo ricrea atmosfere incantevoli facendo rivivere ai suoi spettatori la leggenda del grande mago Houdini.

Verdetto Finale, Veronica Maya da domani sfida Forum

Da domani, alle ore 10.00, potremo vedere all’opera Veronica Maya con il suo nuovo programma Verdetto Finale. Il programma si svolgerà in un’ aula di tribunale ricostruita in studio e tratterà casi di cronaca realmente accaduti. Come in un vero processo i due contendenti (che saranno interpretati da due attori), assistiti da due veri avvocati, si confronteranno davanti ad un giudice e a una giuria popolare, capeggiata da un personaggio famoso.

Inevitabile il confronto con Forum, anche se la Maya ha respinto i paragoni con il programma di Rita Dalla Chiesa, dichiarando che esistono grandi differenze. La giovane conduttrice, infatti, preannuncia che Verdetto Finale sarà incentrato su fatti di cronaca, trattando meno le vicende personali; la trasmissione mostrerà filmati inerenti al caso presi dal telegiornale e ospiterà giornalisti ed esperti per dare un parere: ciò dovrebbe garantire una sostanziale differenza rispetto al programma di Canale 5

La rivincita delle bionde

I tempi cambiano e anche i luoghi comuni sono destinati a mutare. Come di recente lasciava intendere Lucilla Agosti con il suo interessante Bionda Anomala, le ragazze dall’acconciatura dorata al giorno d’oggi sono tutt’altro che stupide, ammesso che lo siano mai state, sarebbe meglio dire che in passato si sono rese autrici di memorabili “sbandate” da parte di chi si invaghiva di loro (vi dice niente una certa Marilyn?).

Intanto la dolce Lucilla si appresta a divenire nuova inviata per Le Iene, mentre altre bionde si accingono a prendere pieno possesso delle programmazioni televisive autunnali, destinando alla quasi estinzione il maschio presentatore sempre più relegato in fasce orarie minori.

Antonella Clerici ad esempio, balzata di nuovo in queste ore agli onori delle cronache con un intervista al settimanale Tu, in cui in molti ravvisano stoccatine neanche troppo velate nei confronti di colleghe dalla carriera fulminea: “Ho faticato molto per raggiungere il successo, lavoro da vent’anni e sono diventata famosa solo a 40. Un tempo dovevi fare una lunga gavetta in tv, adesso già agli inizi della carriera, molte si trovano ad affrontare un programma serale“.

CriticoTv: la sofà tv ci ha stancato

La tv autoreferenziale fa il verso a se stessa, o meglio a coloro che la guardano, quel pubblico un pò annoiato, stravaccato sul divano o seduto a tavola, alla ricerca tra i tasti del telecomando, di un’alternativa alle dolenti note del quotidiano. Lo spettatore italiano si dedica all’esplorazione di questo delirio di poltrone e divani, neanche fosse un’eterna telepromozione, sulla scena la medesima rappresentazione del conduttore seduto di fronte all’ospite di turno, la cui presenza interessata rivela il fine ultimo di promuovere il nuovo lavoro dell’artista in questione, libro o film che sia.

Il piccolo schermo oggi, specchio dei tempi, è un inno alla sedentarietà, monumento all’apatia velata da un placido pessimismo di chi volge al domani con sguardo diffidente, non sapendo cosa gli aspetta. Una programmazione uniforme, dalla mattina alla sera, ci segue imperterrita. Eccoci pronti a volare quindi su questa sconfinata landa mediatica, per osservare ciò che ci offre. L’impatto verso il nuovo giorno è già un inno alla cultura da divano, con Uno Mattina che propone un parterre di ospiti (non tutti seduti a dir la verità), pronti a dispensare consigli, ricette, commenti sui fatti del giorno, conditi dall’involontario umorismo di Luca Giurato e dai fumosi e melensi pareri di Eleonora Daniele.

Dall’altra parte medesimo copione con Barbara D’Urso e Claudio Brachino di Mattino Cinque seduti su due divani, in compagnia di tante presenze invitate a dire la loro, nell’ultima ora poi, prima di Forum, si alimenta il gossip grazie al direttore di “Chi”, Alfonso Signorini, ci chiediamo dove lo trovi il tempo per lavorare vista la sua costante presenza sulle reti Mediaset. A proposito del già citato Forum, tutti rigorosamente seduti: dal pubblico, a Rita Dalla Chiesa con i suoi collaboratori. Per fortuna gli imputati sono in piedi, almeno loro si distinguono dalla massa dei sedentari dello schermo, le storie però sono sempre più bizzarre.

Ascolti Tv: Martedì 26 Febbraio – Vince Striscia. A Sanremo la prima serata, ma con un calo clamoroso di ascolti.

Anche oggi, vi racconteremo la televisione in numeri, attraverso i dati sugli ascolti ricavati dai comunicati stampa ufficiali Rai e Mediaset, dati che possono aiutarci a capire il gusto del pubblico (anche se ho i miei dubbi) e a valutare l’evoluzione dei palinsesti televisivi.

Vi voglio ricordare che la percentuale è riferita alla quota di mercato (share) riferita al target commerciale 15-64 anni, mentre il numero di spettatori è il numero riferito all’intera totalità dei telespettatori.

Ieri sera altro calo clamoroso per il Festival di Sanremo, che forse sfrutterà la pausa di oggi per raddrizzare il tiro. Il programma più visto della giornata è infatti Striscia la notizia con 6 milioni 668 mila telespettatori (contro i 6 milioni e 500 mila di media ponderata della gara canora), che lascia al festival la magra consolazione di essere il programma più visto in prima e seconda serata. Bene il Dopofestival con il 30,37% di share e 1 milione e 57 mila telespettatori.

Ascolti Tv: Lunedì 25 Febbraio – Nonostante il Festival di Sanremo, Striscia la notizia rimane in testa pur battendolo di poco.

Anche oggi, vi racconteremo la televisione in numeri, attraverso i dati sugli ascolti ricavati dai comunicati stampa ufficiali Rai e Mediaset, dati che possono aiutarci a capire il gusto del pubblico (anche se ho i miei dubbi) e a valutare l’evoluzione dei palinsesti televisivi.

Vi voglio ricordare che la percentuale è riferita alla quota di mercato (share) riferita al target commerciale 15-64 anni, mentre il numero di spettatori è il numero riferito all’intera totalità dei telespettatori.

Ieri vince la giornata Striscia la notizia che impenna al 30,55% di share con ben 7 milioni 129 mila telespettatori che nemmeno il Festival è riuscito a battere, mamma Rai difatti porta a casa l’ottimo risultato del 58° Festival della canzone Italiana con un 36,46% di share (di media tra la prima e la seconda parte del tanto amato programma) e 7 milioni 68 mila telespettatori, nel day-time la Barbara D’Urso insieme al tanto amato Brachino con Mattino Cinque ottengono (nella prima parte del programma) un buon 20,08% di share e 796 mila telespettatori.

Mattino Cinque

E’ nato ieri, su Canale5, un nuovo programma che accompagna lo spettatore per un ora e mezza dal lunedì al venerdì: sto parlando di Mattino Cinque.

Condotto dal duo Barbara D’Urso – Claudio Brachino, la nuova trasmissione giornaliera che inizia alle 9,25 e finisce alle 11 per lasciare spazio a Forum, punta, anche se non l’hanno ammesso alla conferenza stampa né i conduttori né il direttore di Canale5 Massimo Donelli, ad insidiare la leadership decennale di Uno Mattina della rete ammiraglia Rai.

Mattino cinque, in onda dagli studi di Milano, non porta nessuna novità nel panorama televisivo italiano, in quanto è il classico contenitore di rubriche, sviluppato in maniera classica, dai classici presentatori che dicono di voler raccontare al telespettatore in maniera semplice e chiara storie, gossip e informazioni giornalistiche (che novità! E’ da anni che la televisione invece di informare seriamente considera lo spettatore un bambino da imboccare).