Uno Bianca su Canale 5

Stasera, alle 21.10 su Canale 5, andrà in onda Uno Bianca, il film ispirato ai drammatici fatti di cronaca avvenuti tra il 1987 e il 1994, quando la temutissima banda insanguinò l’Emilia Romagna e le Marche, commettendo 23 omicidi e un centinaio di altri crimini.

Un cane per due su Canale 5

Questa sera su Canale 5 andrà in onda Un cane per due, il film tv commedia prodotto da Taodue, diretto da Giulio Base, con Giorgio Tirabassi, Carolina Crescentini, Fabio Troiano, Valerio Base, Nicola Nocella, Dino Abbrescia (Davide), Susy Laure (Grazie), Luca Angeletti (Giulio), Patria Loreti (Signora Giulietti), Pietro De Silva (Signor Giulietti), Maria Chiara Augenti (Barbara), Ludovica Modugno (la Direttrice de La casa del Bau), Anna Maria Loliva (la direttrice della Banca), Dorotea Mercuri (Marina Sparkle) e Gaetano Amato (Ivan).

La storia. Valerio (Tirabassi) è il burbero titolare dell’agenzia pubblicitaria Pontelungo in crisi di idee. La sua vita scorre senza più stimoli, in una condizione di apatia che si ripercuote anche sulla sua azienda e sui suoi colleghi, senza contare che i conti della società sono in rosso e, come se non bastasse, c’è un ingiunzione di pagamento prossima alla scadenza.

Distretto di Polizia 10 riassunto ultima puntata

Nell’ultima puntata della serie tv Distretto di Polizia 10, intitolata Prima che accada, a Cinecittà un produttore riceve delle minacce dai fratelli Giuliano per non mandare in onda una fiction: al funerale di Remo sua moglie Viola chiede giustizia e Luca assicura che farà il possibile, vuole parlare con Balsamo che scoprire cosa sta accadendo, anche l’avvocato potrebbe essere in pericolo. Nello stesso carcere di Balsamo infatti viene messo un pericoloso criminale al servizio del clan dei Serau. Barbara e Ugo incontrano gli sceneggiatori della fiction per capire a cosa sono dovute le minacce, ma il loro capo sembra essere scomparso.

Viene interrogato Claudio un amico dello sceneggiatore, è colui che gli passava le informazioni sulle quali basare le proprie storie tv, appena uscito dalla caserma viene freddato con diversi colpi di pistola: in carcere Balsamo viene aggredito ma fortunatamente un agente in borghese gli salva la vita. Però a causa dello stress gli viene un infarto e viene ricoverato: intanto viene ritrovata l’auto dello sceneggiatore, vi sono tracce di sangue ed una chiavetta usb, Balsamo decide di collaborare, usufruirà del regime dei collaboratori di giustizia ma in ospedale sono in molti ad avercela con lui: Luca e i suoi uomini scoprono il deposito del clan Giuliano, ma questi dicono di non sapere nulla.

Lo sceneggiatore viene trovato vivo in un fosso, dice di non sapere nulla del clan Giuliano né di Claudio e dei suoi traffici: in ospedale viene ricoverato un uomo con addosso una bomba, Giulia Corsi con coraggio aspetta l’aiuto degli artificieri. Nel secondo episodi intitolato Giochi di bimba, all’ospedale arrivano gli artificieri, appena tutti escono ecco un conflitto a fuoco, cercano di uccidere Balsamo ma non vi riescono e l’avvocato viene portato al Decimo Tuscolano. L’artificiere viene ferito ma Luca decide di disinnescare la bomba con il suo aiuto attraverso il telefonino, il piano riesce, Luca e Giulia sono salvi.

Distretto di polizia 10, riassunto dodicesima puntata

Nella dodicesima puntata de Distretto di polizia, episodio intitolato Vite in segreto Luca Benvenuto è sulle tracce dell’avvocato Balsamo, è stato rinvenuto il suo computer ma la chiave di accesso è per ora segreta, l’avvocato è scappato a bordo di un motorino, poi rinvenuto: il Decimo Tuscolano sente di essere sulla strada giusta. Vengono trovati i cadaveri di Manlio Roversi e Fanny, uccisi da un avvelenamento da cloruro di potassio. La moglie di Manlio viene interrogata ma afferma di non sapere nulla del tradimento del marito: Manlio si occupava di restauri, una professione che ha a che fare spesso con sostanze chimiche.

Giulia scopre che Balsamo aveva le mani in pasta dappertutto, dal computer dello stesso si evince che l’avvocato ha prenotato un volo diretto in Tunisia poche ore prima che il commissariato lo scoprisse: a causa di una tempesta l’aereo di Balsamo non parte, Luca si precipita a Ciampino ma l’uomo rintracciato non è lui, si tratta di un cameriere cui lo stesso aveva regalato il volo. Dov’è Balsamo? Vittoria e suo marito Ugo stanno attraversando un brutto periodo: a completare il tutto scoprono di non aver mai registrato la loro invenzione e gli arriva un provvedimento ingiuntivo dal tribunale.

Sull’omicidio Roversi Barbara scopre che un suo ex dipendente aveva litigato recentemente con la vittima, ma erano in molti ad avercela con lui: Serena la moglie di Roversi aveva dichiarato di essersi recata dalle Orsoline in pellegrinaggio, ma queste smentiscono, questa viene riconvocata in commissariato, dai movimenti del conto corrente di Fanny invece si scopre che questa aveva fatto tre bonifici a favore di un’associazione contro la violenza sulle donne. Il caso si complica. Barbara e Marta scoprono che Serena aveva conosciuto Fanny al centro anti violenza, la donna era maltrattata dal marito e si fidava di Fanny, il suo interesse per lei era finto.

Distretto di Polizia 10, riassunto undicesima puntata

Nel primo episodio, Vita in gioco, al momento della liberazione di Viola, un cecchino colpisce Remo che insieme a Luca, parte all’inseguimento di Diego e Ettore. Con uno stratagemma, Remo e Luca riescono a liberare Viola, uccidendo Diego e ferendo gravemente Ettore. Barbara e Gabriele giungono sul luogo dove una ragazza, Simonetta, è stata uccisa col cranio fracassato contro una parete. Non ci sono testimoni.

L’ex marito di Simonetta, il signor Galli, viene interrogato: l’uomo voleva togliere la custodia della figlia della madre. L’uomo ammette che odiava la donna ma che non l’avrebbe mai uccisa. Galli afferma che, la sera dell’omicidio, si trovava ad una cena aziendale. Barbara e Gabriele scoprono che Simonetta è stata anche accusata di furto sul lavoro.

Remo sta per essere interrogato dal PM Sinatra che garantisce all’uomo, la libertà vigilata per sua moglie Viola. Remo confessa che Balsamo trovava sempre il modo di risolvere le cose perchè è in grado di ricattare chiunque grazie a materiale compromettente.

Distretto di Polizia 10 su Canale 5

Da questa sera su Canale 5 andrà in onda la decima edizione di Distretto di polizia, la serie poliziesca action più longeva di Mediaset, prodotta da Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt, diretta da Alberto Ferrari, formata da tredici puntate (ventisei episodi da 50 minuti l’uno).

La fiction continua a raccontare le storie professionali e sentimentali dei membri del X Tuscolano, il distretto di polizia di Roma gestito dal commissario Luca Benvenuto (Simone Corrente), ora orfano della sua compagna e collega Anna Gori (Giulia Bevilacqua) che si è trasferita altrove.

Cambia gran parte del cast. Tra i confermati ci sono: il sovrintendente capo Vittoria Guerra (Daniela Morozzi), il sovrintendente capo Giuseppe Ingargiola (Gianni Ferreri), il sovraintendente Ugo Lombardi (Marco Marzocca) e l’estroverso e scapestrato ispettore Gabriele Mancini (Flavio Parenti). Torna anche Giulia Corsi (Claudia Pandolfi), ex commissario, oggi Vice Questore di Palermo che collabora con Benvenuto per risolvere un caso comune.

Distretto di polizia 10: due promo e backstage

Dopo averne parlato tanto, finalmente possiamo vedere qualche video di Distretto di Polizia 10, la fiction targata Taodue che andrà in onda su Canale 5 da settembre.

Nel backstage, che potete vedere in fondo al post (dove trovate anche i primi due promo trasmessi da Mediaset), parlano i protagonisti della serie:

10 anni di Distretto di polizia per me sono stati vissuti intensamente: insomma stare seduti dietro la scrivania dove sono stati seduti Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi e Giorgio Tirabassi, per me è stata una grande responsabilità e grande soddisfazione. Luca è vicequestore aggiunto, farà i conti con il passato e incontrerà un suo vecchio amico. (Simone Corrente)

Un paradiso per due su Canale 5: trama, foto e video

Questa sera su Canale 5 alle 21.10 va in onda Un paradiso per due, il film tv commedia diretto da Pier Belloni, prodotto dalla Indiana Production di Gabriele Muccino, scritto da Antonio De Santis e Gianluca Bomprezzi, con Vanessa Incontrada, Giampaolo Morelli, Laura Esquivel (Patty de Il mondo di Patty), Ricky Memphis, Claudio Castrogiovanni, Gaston Soffritti (Mathias de Il mondo di Patty) e Dino Abbrescia.

La storia (attenzione Spoiler). La biologa marina Alice (Vanessa Incontrada) vive in una spiaggia isolata della Sardegna, insieme alla sua figlia adolescente Margherita (Laura Esquivel), per poter studiare il comportamento di Italo, un delfino solitario. Un giorno approdano sull’isola Carlo Bramati (Morelli), manager senza scrupoli che vuole costruire una serie di residence, il suo avvocato Timbro (Abbrescia) e l’imprenditore del cemento Nerone (Memphis). Bramati, per riuscire a estorcere informazioni utili a sfrattare la biologa, si spaccia per un ambientalista convinto, senza mettere in conto che la vicinanza con la donna possa farlo recedere nel suo intento. Così è: Carlo e Alice si piacciono e lentamente si innamorano. Nel frattempo a Roma, mentre per caso Cesare (Soffritti), figlio di Carlo, si invaghisce di Margherita, Edoardo (Castrogiovanni), socio e cognato di Carlo, temendo che l’affare non vada in porto, decide di conquistare la leadership dell’azienda. Una volta preso il controllo della società, Edoardo va in Sardegna, convince Timbro e Nerone a passare dalla sua parte e assolda un pescatore per eliminare Italo, ma riuscendo solo a ferirlo. Quando Margherita e Cesare si recano in Sardegna per manifestare contro le speculazioni edilizie, Alice scopre la vera identità di Carlo e capisce di essere stata raggirata. L’imprenditore, intenzionato a lasciare l’isola e a dire addio all’amore della sua vita, viene fermato dal figlio che lo spinge a tornare da Alice a dichiarare i propri sentimenti e ad unirsi alla causa ambientalista.

Intelligence riassunto quinta puntata

Nella quinta puntata di Intelligence servizi&segreti, Marco Tancredi (Raoul Bova) Massimo Carlisi (Dino Abbrescia) Giada (Ana Caterina Morariu) e Filippo, fratello di Giada arrivano alla dogana Svizzera: solo Giada e Marco andranno in Svizzera per recuperare la scheda di Livia. Ma Tancredi è controllato, l’Intelligence gli sta addosso: il Colonnello Carlo Fulgeri (Salvatore Lazzaro) ha capito i piani di Marco e scopre anche che Sergio (Stefano Fresi) è in contatto con lui.

La casa di Giada intanto viene perquisita, mentre questa a Ginevra accede alla cassetta bancaria di sicurezza di Livia: qui vengono trovati dei passaporti, ma all’improvviso entra una donna sconosciuta mandata lì da una telefonata anonima. Questa intima a Marco di consegnarle il palmare e dopo aver attivato l’allarme riesce a prenderlo ed a scappare su un’auto: l’uomo a bordo dell’auto è un soldato amico di Carlo Fulgeri che dichiara di dover uccidere Marco Tancredi. L’unico nome che Marco è riuscito a leggere sul palmare di Lidia è Hans Webber: certamente stava indagando su di lui.

Giada, Marco e Massimo vengono ufficialmente ricercati mentre Filippo viene nascosto in una barca da Massimo, anche se questi vorrebbe andarsene via: all’Intelligence tutti sono convinti che Marco e gli altri siano implicati in qualche vicenda sinistra, ad esclusione di Sergio, unico che crede in loro. Marco e Giada trovano rifugio in una casa abbandonata, Marco chiede aiuto a Sergio, l’unico che si fida ancora di lui: anche Massimo cerca di aiutarlo a scoprire cosa è successo a Filippo, fratello di Giada. Lui nega di aver violentato ed ucciso una ragazza in un campo profughi, dice di essere estraneo alla vicenda, che è tutto un trucco per incastrarlo: Massimo non gli crede, Giada è certa dell’innocenza del fratello.

Intelligence riassunto quarta puntata

Nella quarta puntata della serie tv Intelligence Servizi & Segreti, Marco Tancredi (Raoul Bova) e Massimo Carlisi (Dino Abbrescia) hanno dei sospetti su Giada (Ana Caterina Morariu), loro collega: i sospetti sono nati quando Marco ha visto grazie a delle foto satellitari, Giada presente al momento della sua aggressione avvenuta settimane prima. Al centro intanto si segue con attenzione la vicenda in Afghanistan, un contingente italiano è stato attaccato dalla guerriglia e vi sono almeno sei morti.

Giada incontra la persona alla quale dovrebbe consegnare la scheda del palmare di Lidia Valenti ma non si fida e decide di aspettare ad effettuare lo scambio: ma di quale scambio si tratta? Carlo (Salvatore Lazzaro) intanto rivela al capitano della truppa italiana in Afghanistan i suoi timori: ha paura che i talebani possano essersi infiltrati nei sistemi italiani, sapendo preventivamente i movimenti italiani e che vi sia un traffico di armi. L’unico aggancio che l’Intelligence ha è con un certo Pietro Masi, ex mercenario oggi in carcere.

Per conoscere e spiare le sue mosse Marco viene introdotto in carcere e prende contatto con Masi: questi gli parla di un piano per evadere, Sergio lo va a trovare e da a Marco un gps da mettere su un molare per consentirne l’individuazione quando scapperà con Masi. Massimo mette a corrente Sergio (Stefano Fresi) dei sospetti su Giada e gli chiede di mettergli a disposizione alcune apparecchiature per consentire di incastrare la ragazza e conoscere tutto della sua vita.

Intelligence riassunto terza puntata

Nella terza puntata di Intelligence Servizi & Segreti, Marco Tancredi (Raoul Bova) mentre indagava sulle ricerche di Lidia Valenti, la sua compagna uccisa a causa di importanti scoperte che aveva fatto, viene colpito da un potente sonnifero, lo stesso accade a Giada (Ana Caterina Morariu), sua amica e narcotizzata. La scheda che Marco aveva trovato, grande indizio sulle ricerche di Lidia, è stata sottratta insieme al palmare: prima del furto per fortuna l’uomo riesce a scoprire degli appunti su un terrorista di origine coreana, Kim Hung.

Sergio (Stefano Fresi) su richiesta di Marco investiga sul passato del coreano: dalle informazioni raccolte si scopre che il terrorista è a Damasco ed era implicato nell’attentato cui era rimasto intrappolato Marco tempo prima, quando era soldato. Forse Lidia stava indagando sull’episodio che ha segnato la vita di Marco per sempre: questi con una nuova identità parte per Damasco per riuscire ad avvicinare il coreano ed ottenere maggiori informazioni.

Marco trova King Hung in un centro massaggi ma è troppo tardi perché è stato ucciso: all’uscita dal centro anche Marco è in pericolo, viene incappucciato e portato in un centro segreto. Qui incontra Saiad, il capo della fratellanza armata, convinto che Marco abbia ucciso il coreano: dopo una colluttazione le parti si invertono e Marco prende il potere, ma sparando uccide anche Saiad. Questi prima di morire rivela che loro non hanno avuto a che fare con l’attacco al loro gruppo, sono stati gli occidentali ad organizzare tutto. Ma prima di riuscire a capire a chi il siriano si riferisse, Saiad muore.

Intelligence riassunto seconda puntata

Nella seconda puntata di Intelligence Servizi & Segreti, Marco Tancredi (Raoul Bova) continua ad indagare sull’uccisione di sua moglie Lidia Valenti: analizzando il computer di Lidia ed il video che la ragazza gli ha lasciato quale ultimo saluto, Marco scopre un indirizzo, una pista che porta dritto in Romania, a Bucarest, meta dell’ultimo viaggio compiuto dalla stessa Lidia.

Marco non perde tempo e corre subito all’indirizzo indicato: trova un appartamento messo a soqquadro, il pavimento ricoperto di libri: mentre Marco sta cercando una traccia che l’aiuti a capire meglio su cosa Lidia stesse lavorando, arrivano due uomini dei servizi segreti rumeni che cercano di arrestarlo. Per fortuna interviene Giada (Ana Caterina Morariu) che aiuta Marco a fuggire, si recano poi in stazione per cercare una cassetta di sicurezza che però si rivela essere vuota.

Negli stessi istanti a Roma in un hotel un uomo russo, Andrej ex appartenente ai servizi segreti, amico di Lidia ed oggi scrittore, viene colto da attacco cardiaco mentre tiene una conferenza, senza che Marco sia riuscito a scoprire nulla di più sul lavoro della moglie: l’attacco è stato provocato da una sostanza iniettata nelle sigarette dell’uomo da parte di Oksana. La donna rivive con il pensiero i terribili istanti in cui tempo prima sua figlia venne presa in ostaggio insieme ad altri bambini da un gruppo di guerriglieri.