Weakest Link: un successo planetario

Nel 2001 Enrico Papi c’aveva creduto, puntando su L’Anello Debole per risollevare le sorti del preserale di Italia 1 in crisi di audience dopo il “calo” di Sarabanda: “Non mi ispirerò alla conduttrice inglese Annie Robinson, che ha cannibalizzato a tal punto il programma da costringere la Bbc a vendere la sua immagine e non il formato. Saremo obbligati a rispettare certe tecniche di ripresa, luci o scenografie, ma almeno ho imposto di restare Papi” commentava il presentatore, che dopo poche settimane di messa in onda, dovette gettare la spugna per il mancato gradimento del pubblico italiano.

Pensare che Weakest Link è da dieci anni la trasmissione a quiz più popolare della Gran Bretagna, nata il 14 agosto del 2000 su BBC2, viene poi spostata visto il notevole successo su BBC1 dove ha toccato punte del 36% di share, è stata programmata con ottimi riscontri anche negli Stati Uniti sulla NBC, con punte del 22%, in Germania su RTL1, in Olanda su RTL4, in Francia su TF1 con un buon 32,9 % di share, il format è stato esportato in tutto il mondo, al punto che non è esagerato parlare di successo planetario, secondo solo a Chi vuol essere milionario. Gli spettatori italiani possono tuttora seguire l’avvincente quiz su BBC Prime canale 138 di Sky.

The Listener, da questa sera su Fox e in 180 Paesi contemporaneamente

Avete mai pensato a cosa avreste fatto se vi foste trovati con il “dono” di leggere nella mente delle persone? Sapere in anticipo le risposte, capire la natura della persona che vi è accanto e molto altro ancora. A darci una risposta ci ha pensato la Shaftesbury films in collaborazione con Fox International Channel, CTV ed NBC, nella nuovissima serie tv che partirà questa sera su FOX alle 22.05: The Listener.

Sharon Tal Yguado, vice presidente ha spiegato che la serie debutterà in 180 paesi, sui canali Fox oggi, una specie di debutto mondiale della serie composta da tredici episodi, ed ha così detto:

The Listener è un progetto globale di FIC, fortemente impegnata dello sviluppo e produzione di serialità televisiva per i suoi canali internazionali. Inoltre, si tratta di un mix unico dei tre più fortunati generi televisivi: crime, medical e paranormale. Il suo cast giovane e sexy e gli elementi di humour rendono la serie veramente accattivante

Showtime: tv at its best

Sotto il marchio Showtime, sono racchiusi una serie di canali a pagamento utilizzati su numerose piattaforme satellitari in tutto il mondo, ma in particolar modo negli Stati Uniti, dove è disponibile sia via satellite, che via cavo. Nato principalmente come un canale cinematografico, Showtime prende il via il 1 luglio 1976 in California, il 7 marzo 1978 le trasmissioni vengono estese all’intero territorio nazionale in diretta concorrenza con la HBO.

Nel 1979 la Viacom che detiene il marchio Showtime lo cede in parte alla TelePrompTer. Nel 1982 la Westinghouse, che aveva acquisito l’anno precedente la TelePrompTer, cede di nuovo la propria parte di Showtime alla Viacom, che nel 1983 dalla fusione con The Movie Channel inaugura la Showtime Network Inc.

Negli anni ’90 Showtime si dedica all’acquisto e la messa in onda di cortometraggi dai circuiti indipendenti, negli anni successivi si occuperà anche di lungometraggi come il remake di Lolita diretto da Adrian Lyne. Nei primi anni 2000 vengono inaugurati una serie di nuovi canali: Showtime Too che gioca sull’affinità della pronuncia tra il termine too (tanto) e two (due), Showcase conosciuto anche come Showtime 3, Showtime Beyond e Showtime Extreme, viene inaugurata anche una serie di canali esclusivamente via cavo Showtime Family Zone, Showtime Next e Showtime Women.

Pale Force: i carto-corti della NBC

Immaginatevi un Maurizio Costanzo trasformato in super eroe per un cartone animato, in coppia con uno degli innumerevoli comici lanciati nel suo show di lunga data: un’idea balzana forse per il pubblico italiano, divertente e originale per quello statunitense, considerato che in quanto a inventiva gli americani non sono secondi a nessuno. Un soggetto del genere ha dato vita a Pale Force, una serie di brevi e divertenti corti animati, che ha letteralmente spopolato sulla NBC. Protagonisti lo show man Conan O’ Brien titolare dal 1993 dell’omonimo programma e il corpulento comico Jim Gaffigan spesso ospite del Late Night with Conan O’ Brien.

Nel cartone Pale Force, i protagonisti sono due paladini della giustizia, con tanto di costume, se così si può definire, da super man, il loro compito sfidare e sconfiggere i cattivi della situazione, spesso impersonati da personaggi famosi come Ron Howard, David Caruso, Elton John, Nicole Kidman e via dicendo. I due si distinguono per il loro eccezionale pallore e la capacità di sparare raggi laser dai capezzoli, inutile dire che le avventure descritte nei cartoni sono improntate su ironia e sarcasmo, dove sono i protagonisti i primi a proporsi in maniera divertente.

Mentre Jiff Gaffigan possiede un fisico muscoloso e aitante, Conan O’ Brien ha un aspetto filiforme e non fa altro che piagnucolare, chiedendo aiuto al compare anche nelle situazioni dove un bimbo riuscirebbe a cavarsela, alla fine di ogni storia a spuntarla sono sempre i nostri eroi.

ER Medici in prima linea, la quattordicesima stagione da questa sera su Raidue

Da questa sera su Raidue tornano le storie ambientate nell’ospedale più famoso del mondo, il County General Hospital: alle 21.05 comincia la quattordicesima stagione di E.R. Medici in prima linea.

Nei nuovi diciannove episodi della serie storica della NBC, che negli States ha tenuto incollati ancora nove milioni di spettatori, ritroveremo il Dottor Luca Kovac (Goran Visnjic), la dottoressa Abby Lockhart (Maura Tierney), il dottor Gregory Pratt (Mekhi Phifer), la dottoressa Nelle Rasgotra (Parminder Nagra), l’infermiera Samantha Taggart (Linda Cardellini), il dottor Archie Morris (Scott Grimes) e il Dottor Tony Gates (John Stamos), tutti protagonisti di nuovi situazioni sentimentali e mediche da gestire.

Medical Investigation, da stasera su Raidue un episodio inedito e poi le repliche

Da questa sera alle 22.40 su Raidue, torna con una puntata inedita, Medical Investigation,  serie tv della NBC (cancellata a causa dei bassi ascolti), già trasmessa incompleta dalla seconda rete Rai nel 2005.

La serie racconta la vita quotidiana di una equipe di medici, capitanato dal Dr Connor (Neal McDonough) e costretti ogni giorno, a trovarsi di fronte a casi particolari, malattie infettive ed epidemie.

Telemundo: la patria delle telenovelas

Telemundo di proprietà NBC, è il secondo più grande produttore di programmi in lingua spagnola del mondo dietro a Univision, raggiunge attualmente il 93% delle famiglie ispaniche degli Stati Uniti, è presente in 142 mercati via etere, via cavo e satellite. L’emittente con sede a Hialeah sobborgo di Miami, rispetto alla diretta concorrente è l’unica a produrre telenovelas negli Usa, oltre a proporre trasmissioni sottotitolate sia in spagnolo che in inglese.

La rete viene fondata nel 1954 a San Juan, Portorico da Angelo Ramos, proprietario del giornale El Mundo, sul marchio radiofonico WKAQ conosciuta anche come Radio El Mundo, per poi svilupparsi anche come struttura televisiva. Fra il 1970 e 1980, il marchio WKAQ-TV conosciuto anche come Telemundo Canal 2, è uno dei principali produttori di soap opera in lingua spagnola, detto anche “El Canal de los dedos“, il canale delle dita per il logo dove comparivano due dita in posizione verticale all’interno del numero 2, ad identificare il secondo canale di trasmissione.

Nei primi anni ’80 Telemundo viene acquistata dal Gruppo Reliance, con tutta una serie di altre emittenti sparse negli Usa che nel 1987 vengono fuse sotto lo stesso marchio. Tra il 1988 e il 1991 l’emittente espande il proprio raggio d’azione, acquistando nuove emittenti in Texas, Nuovo Messico, Arizona e Washington oltre ad avviare una partnership con la CNN, grazie alla quale diffonde il Notiziero Telemundo CNN. Nel 1994 si decide di realizzare il canale all news Telenoticias, venduto poi alla CBS.

Lei: il nuovo canale Digicast su SKy

Dal 25 gennaio alle 20 il bouquet di Sky si va ad arricchire di un nuovo ospite interamente dedicato al pubblico femminile: Lei, tutte le donne che sei, sul canale 125 prodotto dalla Digicast del gruppo Rcs che già gestisce Jimmy, Caccia e Pesca, Mototv e Yacht&Sail, con la speranza che venga presto ripreso il progetto Planet, canale chiuso l’anno scorso.

Fra le produzioni di spicco previste in esclusiva nella programmazione del nuovo canale: 30 Rock, in onda dal 29 gennaio ogni giovedi alle 21, sit-com NBC di grande successo negli Stati Uniti, vincitrice di 9 Emmy Award e 2 Golden Globe, giunta oltre oceano alla terza stagione, con Tina Fay attrice e sceneggiatrice reduce da dieci anni di successi al Saturday Night Live e Alec Baldwin, a cui va ad aggiungersi il talk show Protagoniste dove le donne la fanno da padrone e gli uomini sono solo ospiti, in onda dal lunedì al venerdi alle 14 in replica alle 19, ignoto al momento il nome della conduttrice.

La forte connotazione al femminile del canale viene confermata dalla scelta della pellicola che di fatto inaugurerà il palinsesto del 25 gennaio, Donne di George Cukor , diretto nel 1939 con un cast tutto rosa Norma Shearer, Joan Crawford, Rosalind Russel e Paulette Godard. Nei suoi 132 minuti il film parla di uomini senza che se ne veda alcuno, mentre in primo piano sono le vicende di un gruppo di amiche, in particolare quella di una di loro che tradita dal marito si appresta a divorziare per poi decidere di riconquistarlo a ogni costo.

Categorie Sky

Recorder – Una famiglia del terzo tipo

Oggi per la rubrica Recorder parliamo di una serie tv nata dopo la metà degli anni novanta, una sitcom simpatica trasmessa dalla rete NBC dal 1996 al 2001: Una famiglia del terzo tipo (3rd Rock from the sun).

La simpatica serie è il frutto della mente di Bonnie Turner e Terry Turner, prodotta dalla Linwood Boomer, ha dalla sua due Golden Globe per la migliore serie o commedia musicale del 1996/97 e svariati Emmy, di cui due andati all’attore John Lithgow.

Da noi il prodotto è stato mandato in onda su Italia 1 con un taglio di ben 32 episodi. La serie originariamente aveva 6 stagioni e 139 episodi, ma in Italia ne sono stati mandati in onda solamente 97, lasciando molti fan della serie a bocca asciutta.

Las Vegas torna da stasera su Fox

Fox, immancabile, ci fa un regalo per il giorno della festa dell’Immacolata: torna da oggi, infatti, Las Vegas, ogni lunedi dalle 21.15, con due episodi previsti per ogni singolo appuntamento. Come di consueto la serie racconterà la storia del personale del casino, che per l’occasione darà il Montecito Resort and Casino.

Vedremo quindi il mitico Tom Selleck, celebre protagonista di Magnum P.I., nei panni di Jim Cooper, direttore del casino, al fianco della bellissima e avida, Sam (Vanessa Marcil), responsabile del servizio di accoglienza

Tra le torbide vicende si snoderanno personaggi come Delinda Deline, il cui volto sul teleschermo è quello di una bellissima Molly Sims, non a caso una ex top model; non mancheranno

Quarter Life, ogni domenica su Raiquattro

Ogni domenica, alle ore 20.10 Raiquattro propone la serie in prima visione tv, Quarter Life, prodotta da Bedford Falls Production, Quarterlife inc in collaborazione con i produttori esecutivi Ed Zwick e Marshall Herskovitz. Nata nel 2007 come serie web, è poi andata in onda sulla NBC.

Protagonisti della storia sono tre ragazzi e tre ragazze, vicini di casa, tutti tra i venti e i trent’anni e alla ricerca del proprio posto nella società,

Fear Factor: temerari a confronto

Cosa sareste disposti ad affrontare per una somma di denaro, diciamo 50.000 dollari? Con i tempi che corrono e la crisi economica che avanza non ci stupiremmo se un reality come Fear Factor ( Fattore Paura), avesse successo anche in Italia.

Il pubblico nostrano è ormai talmente predisposto verso show che oltre a dare un notevole ritorno mediatico, consentono anche di incassare somme di una certa entità, che pare strano come un programma del genere non sia ancora approdato sulla nostra tv. In realtà qualche anno fa nel 2005 il canale Sky Vivo (109), propose alcune puntate dell’edizione americana, ora ritrasmessa da Axn (Sky,134), ma la cosa non ebbe poi seguito. Ora i tempi potrebbero essere maturi anche per uno show fatto in Italia.

Una piccola anticipazione l’abbiamo avuta con il reality 1, 2, 3 Stalla! su Canale 5, andato in onda nel 2007, nella prima versione prima che venisse modificata per motivi di audience, ricorderete come le ragazze partecipanti venissero sottoposte a prove a dir poco discutibili, non sarà forse un caso che sia la Endemol la medesima casa di produzione di entrambi i reality, fatto che sta che Fear Factor offre delle sequenze in alcuni casi ributtanti, a cui neanche il recente La Talpa si è dimostrato immune. (la prova con i serpenti trasportati in bocca ha lasciato il segno).

Heroes quarto volume: notizie su Fugitives in onda sulla NBC da febbraio

Novità in casa Heroes: dopo aver informato che il quarto volume di Heroes sarebbe stato intitolato Fugitives e che sarebbe subentrato nella seconda parte della terza stagione nell’episodio 13, ecco le nuove direttive NBC.

Inizialmente messo in programmazione per gennaio, Heroes viene spostato di qualche settimana: sembra che la NBC abbia fatto girare un comunicato stampa dove si conferma, che il Volume IV di Heroes sarebbe stato mandato in onda e a febbraio. Bisogna solo capire se la rete non cambi idea di nuovo!

ABC, la storia della tv più seguita negli Stati Uniti

L’ ABC (American Broadcasting Company), il più giovane dei tre principali network radiotelevisivi statunitensi (gli altri sono Nbc e Cbs) nacque ufficialmente nel 1943, quando l’industriale Edward John Noble, acquistò una stazione radio della Nbc, di proprietà Rca noto marchio discografico.

Le prima trasmissione televisiva si svolse il 19 aprile 1948 attraverso l’affiliato WFIL-TV di Philadelphia successivamente su WJZ-TV di New York (ora WABC-TV) di proprietà della stessa ABC. Qualche anno dopo grazie alla fusione con la UPT-Dumont di Leonard Goldeson, la ABC cominciò a gettare le basi della grande struttura attuale, siamo nei primi anni cinquanta.

Negli anni sessanta continuiamo ad assistere ad una lenta ma inesorabile crescita della ABC sia nel settore televisivo, ma soprattutto in quello radiofonico attraverso le proprie affiliate sotto la direzione di Harold L. Neal, con lui trasmissioni come la Top 40 ebbero notevole successo, mentre fra quelle televisive furono acclamate le sportive fra cui Wide World Sport debuttata nel 1961 e Monday Night Football. La rete tv è ancora modesta, ma si fa notare per la programmazione orientata verso un pubblico giovane grazie a serie di fantascienza come Viaggio in fondo al mare, divenuta famosa anche in Italia. Celebre anche il telefilm ispirato all’eroe dei fumetti Batman con Adam West tuttora in onda sulle nostre reti satellitari.