Diego Armando Maradona: documentari e comparsate

Se state cercando in questi giorni qualcosa inerente alla visione cinematrografica sul campione argentino, recentemente scomparso, allora sappiate che probabilmente Netflix potrebbe fare al caso vostro. In ogni caso una buona ricerca su Diego Armando Maradona tramite Google potrebbe aiutarvi sicuramente, magari siete balzati qui proprio grazie a questo ed è per questo che vi indichiamo cosa guardare.

MaradoNapoli è uno dei due documentari che potete trovare su Netflix e/o visitando questo link. Tutta la storia che l’ha legato per sempre alla città di Napoli che in questi giorni sta facendo di tutto per omaggiare il calciatore argentino, dal violare le restrizioni per la pandemia da coronavirus, al voler intitolare lo stadio San Paolo proprio al calciatore stesso. Una storia lunga 7 anni dall’esordio del 1984 fino all’apice della vittorio scudetto, mai più raggiunta dal Napoli. Il documentario risale al 2017 e porta la firma del regista Alessio Maria Federici.

Diego Maradona è l’altro documentario che trovate sempre su Netflix e/o visitando questo link. Questo è un viaggio nell’archivio personale del calciatore stesso, con tutti i retroscena che l’hanno poi portato alle luci della cronaca nera per vicende che sono rimaste sempre poco chiare a tutti e che l’hanno portato ad allontanarsi quasi permanentemente dalla città di Napoli e dall’Italia stessa. Un documentario più biografico che sportivo rispetto a quello citato prima. In questo caso la pubblicazione è più recente, 2019, e porta la firma del regista Asif Kapadia.

Read more

Capcom firma due film per Resident Evil: animato e live action

Alla grande Capcom che con la sua saga di punta targata Resident Evil sta andando alla grandissima. Tra remake dei videogiochi, articoli da collezione ed una serie tv entrano in programma anche due film: uno in computer grafica ed un altro live action di cui sono stati presentati anche gli attori.

Il cast è dunque composto da:

  • Kaya Scodelario (Maze Runner) interpreta Claire Redfield
  • Hannah John-Kamen (Ant-Man and the Wasp) interpreta Jill Valentine
  • Robbie Amell (Upload) interpreta Chris Redfield
  • Tom Hopper (The Umbrella Academy) interpreta Albert Wesker
  • Avan Jogia (Zombieland: Double Tap) interpreta Leon S. Kennedy
  • Neal McDonough (Yellowstone) interpreta William Birkin

Alla regia e sceneggiatura troviamo Johannes Robertsed il film sarà prodotto da Constantin Film ed i produttori Robert Kulzer, James Harris e Hartley Gorenste, mentre i CEO di Constantin Film, Martin Moszkowicz e Victor Hadida, saranno i produttori esecutivi. Sia il regista che il produttore Kulzer hanno dichiarato che questo sarà un vero e proprio reboot della saga cinematrografica che quindi, per fortuna aggiungerei, si discosta completamente da quella capitanata da Milla Jovovich giudicata molto pessima dalla maggior parte dei fan. Un atto dovuto ad una serie che vanta un curriculum enorme di produzioni ludiche e fan-fiction e soprattutto un omaggio di entrambi che sono appassionati di loro alla saga.

Resident Evil – Infinite Darkness

Questo è il titolo invece dell’altro progetto cinematografico prodotto da Netflix. Il film sarà totalmente in CGI, tecnica non nuova ai resident evil avendo già all’attivo altri 3 film ufficiali di genere: Degeneration, Damnation e Vendetta. Sarà ancora una volta lo studio, Quebico, di quest’ultimo ad occuparsi delle grafiche. Per quanto riguarda accenni alla trama non c’è ancora nulla di trapelato, si sa solamente il nome dei due protagonisti: Claire Redfield e Leon S. Kennedy come potete vedere anche dal teaser trailer sottostante. Alla regia, infine, troviamo Hiroyuki Kobayashi.

Read more

Dune è il trailer del giorno. E che cast!

Che cosa si fa quando uno dei film che probabilmente attendi da una vita si palesa con un trailer? Beh ovviamente si guarda questo trailer! Quindi stringetevi forte o adoratori di Dune perché il giorno è qui e si avvicina sempre di più.

Era dal 1984 che non si vedeva un adattamento cinematografico di questo titolo, made by David Linch. Warner Bros ha dunque sganciato la bomba riconoscendone l’importanza e l’impatto che ha nel mondo della fantascienza moderna, tanto che ha già annunciato pure un sequel.. massì abbondiamo!

La trama

Protagonista il giovane Paul Atreides (Thimothée Chalamet), che deve compire una missione non facile che difatti si trasforma, a tutti gli effetti, in un’avventura tanto epica quanto difficoltosa. Dune è ambientato in un futuro controllato da un impero interstellare (sì lo sappiamo che somiglia tantissimo ad una saga molto nota del mondo fantascientifico) dove il principale credo è una sorta di feudalismo in cui ogni feudo è governato da un nobile. Atreides verrà mandato alla scoperta del pianeta più pericoloso dell’universo per trovare un posto in cui far vivere la comunità del suo feudo. Si ritroverà però, suo malgrado, al centro di uno scontro tra due forze maligne che combattono per assicurarsi la risorsa più preziosa del pianeta, una materia prima capace di sbloccare il potenziale più grande che l’umanità possa esprimere e solo coloro che vinceranno le proprie paure riusciranno a sopravvivere. Spettacolare anche la visione di quello che può essere definito il simbolo principale di Dune, ossia il vermone delle sabbie, gigantesco mostro reso proprio benissimo almeno dal trailer.

Read more

Libro o film? Il conflitto infinito

Libro o film

La letteratura ha da sempre mostrato come una delle sue componenti fondamentali sia la capacità di intrattenere e di mettere in moto l’immaginazione del lettore. Attraverso il processo di lettura, chi legge è portato a vivere “visivamente” quanto sta leggendo. Partendo da questa considerazione, è facile capire cosa il cinema abbia sempre trovato appetibile nella letteratura: la possibilità di dare una vera forma visiva a ciò che prima poteva averne una solo attraverso l’immaginazione del lettore.

Read more

Togo: il live action della storia di Balto

Disney+ è sbarcato in Italia e per dicembre 2020 sarà disponibile il film di Togo.

Il famoso film animato dedicato a Balto era ispirato a quella che poi era la vera storia del cane da slitta Togo. La trama si concentra sulla spedizione ricordata nella storia come La corsa del Siero, un evento avvenuto nel lontano 1925. La spedizione consisteva nel portare il medicinale per curare la difterite al villaggio Nome. Le due figure centrali, hanno percorso 700 miglia in condizioni estremamente difficili, per salvare il paese dall’epidemia.

Il protagonista di questa avventura è l’attore William DaFoe nei panni di Leonhard Seppala, abbreviato a Sepp, un allevatore di cani da slitta. Chiaro ed evidente che fosse anche il padrone di Togo, il cane che l’ha trainato fino a Nome. In realtà sia Balto che Togo erano entrambi presenti sulla slitta che ha salvato il villaggio ed il film animato venne chiamato col nome di Balto in riferimento al fatto che fù il cane che sopravvisse fino al termine della spedizione

A Balto venne dedicata anche una statua con la scritta “Dedicata all’indomabile spirito dei cani da slitta che trasportarono sul ghiaccio accidentato, attraverso acque pericolose e tormente artiche l’antitossina per seicento miglia da Nenana per il sollievo della ferita Nome nell’inverno del 1925. Resistenza – Fedeltà – Intelligenza”

Read more