Un caso di coscienza 4, riassunto sesta e ultima puntata

Nell’ultima puntata della serie tv Un caso di coscienza 4, intitolata Game Over, l’avvocato Rocco Tasca (Sebastiano Somma), sempre sotto scorta, incontra l’enologa Lea chiedendole delle altre prove sull’esistenza di uranio sotto al terreno della tenuta Ranieri: Lea e Rocco sanno che la colpa di tutto quello che è accaduto è della Melros ma occorre fugare ogni dubbio. Alice (Loredana Cannata) intanto affronta Luca Canevari sui dubbi sussistenti su sua madre: Luca dopo l’incontro si reca in banca e preleva una cassetta di sicurezza che scopre però essere vuota.

L’avvocato Rocco Tasca decide di collaborare con un anziano magistrato in pensione per indagare sui precedenti del medico legale Alberto Serra: scopre che De Marchi era stato indagato per falsi rapporti di incidenti stradali mai avvenuti, grazie all’ausilio del dottor Serra, con cui truffavano le assicurazioni. Entrambi all’epoca erano difesi dall’avvocato Francesca Canevari che fece condannare al minimo il primo ed assolvere il secondo.

De Marchi intanto viene chiamato in procura e sottoposto ad interrogatorio per rispondere di detenzione illecita di documenti privati e di microspie, sempre accompagnato da Francesca: il procuratore riceve minacce esplicite da Francesca ma questo è risoluto nel portare a termine il suo lavoro di indagine. Luca e sua madre Francesca si scontrano: la donna rivela che i soci della Melros sono proprio loro due, madre e figlio, quindi se la società è la mandante d un omicidio anche lui sarà chiamati a risponderne. Luca si rende conto che a tradirlo è stata proprio la madre.

Un caso di coscienza 4, riassunto quarta puntata

Ieri sera è andata in onda la quarta puntata di Un caso di coscienza 4 dal titolo La vita degli altri viene ritrovato il corpo di un portuale di nome Loris Correa. Pare che l’uomo sia stato strangolato. Rocco (Sebastiano Testa), informa di quanto rivelato da Lea (Vanessa Gravina) ad Alice (Loredana Cannata) e al detective Virgilio (Stephan danailov). Il PM Francesco Trapani (Bruno Torrisi) e l’agente Randazzo (Francesco Pannofino) interrogano l’operaio con cui la vittima aveva litigato qualche ora prima del decesso. L’uomo spiega di non essere stato lui ad uccidere Correa, ma né Trapani, né l’agente Randazzo gli credono. Francesca Canevari (Imma Piro) scopre (attraverso i tabulati telefonici) che il figlio Luca (Giorgio Lupano) ed Alice hanno una relazione .

Francesco Trapani ha richiesto l’archiviazione del caso sulla tenuta del conte Ranieri. Rocco (Sebastiano Somma) è molto contrariato.Durante l’autopsia si viene a conoscenza che il portuale è deceduto per soffocamento e che si tratta quindi di omicidio. Rocco e Virgilio indagano sul caso e cercano di andare in fondo alla questione. Viene interrogato il capitano di un’imbarcazione che non riesce a dare informazioni utili. Tra gli operai vige un’omertà difficile da rompere.

Un caso di coscienza 4, riassunto terza puntata

Ieri sera è andata in onda la terza puntata di Un caso di coscienza 4 dal titolo Nessun responsabile, Rocco Testa (Sebastiano Somma), continua a ribadire al PM Francesco Trapani (Bruno Torrisi) che la morte della moglie Erica (Barbara Livi), sia collegata a quella del conte Ranieri. Rocco si confida anche con Alice (Loredana Cannata), consigliandole di stare lontano dall’avvocato Luca Canevari (Giorgio Lupano), disposto a qualsiasi cosa pur di raggiungeri i propri obiettivi.

Durante la navigazione in mare, un aliscafo (per motivi ancora da chiarire) si schianta su una banchina, provocando un incendio in cui numerosi passeggeri rimangono feriti o perdono la vita. Lea Graner (Vanessa Gravina) cerca di convincere i dipendenti della tenuta a non accettare le condizioni di contratto della nuova azienda, ma inutilmente.

Un caso di coscienza 4, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Un caso di coscienza 4 dal titolo Merry Christmas. Si indaga sulla morte della dottoressa Erica Serra (Barbara Livi), moglie di Rocco (Sebastiano Somma). L’avvocato è disperato per la morte della sua congiunta. Un bambino di nome Edoardo viene portato in ospedale per un presunto choc anafilattico. Il bambino entra in coma, per questo motivo la madre ed il padre decidono di fare causa ai medici per negligenza.

L’avvocato crede che la moglie non sia morta per una tentata rapina, ma che il tutto sia da condurre alla morte del conte Ranieri. Momentaneamente è stata chiusa l’indagine contro i medici che hanno curato il piccolo Edoardo Fontanesi, ma i genitori del bambino sono visibilmente dispiaciuti ed arrabbiati. Rocco va a parlare in maniera informale con il dottor Luxardo, che dopo aver conosciuto i sintomi del malessere di Edoardo, ha disposto l’analisi tossicologica.

Un caso di coscienza 4, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Un caso di coscienza 4, durante una festa di Halloween, un ragazzo che cammina sul cornicione di un palazzo, perde l’equilibrio e cade, morendo sul colpo. L’agente Randazzo (Francesco Pannofino)  ed il Pm Francesco Trapani (Bruno Torrisi), indagano sulla sua morte. Francesco Trapani nota che sul corpo non ci sono segni di colluttazione.

Viene interrogata la madre del ragazzo  (il cui nome è Giorgio). La donna spiega che il figlio non andava d’accordo con un professore. Il nome del professore in questione con cui Giorgio aveva avuto vari diverbi è Grosso. Si festeggia il compleanno di Roberto Tasca (Sebastiano Somma). La madre di Giorgio va a parlare con lui e con Erica (Barbara Livi), sostenendo che il figlio negli ultimi tempi era diventato molto nervoso.

Un caso di coscienza 4 Raiuno, foto e video

Questa sera su Raiuno alle 21.30 tornano le storie dell’avvocato penalista Rocco Tasca, ogni domenica (e questa settimana eccezionalmente anche lunedì) sulla rete ammiraglia Rai va in onda Un caso di coscienza 4. Della quarta stagione della fiction, vi avevamo già anticipato molto sei mesi fa, ma forse è utile fare un breve riepilogo dei personaggi che vedremo e della storia che ci terrà compagnia per sei puntate.

Nella nuova stagione Rocco Tasca (Sebastiano Somma) sarà impegnato a difendere vittime di ingiustizie sociali che sono state coinvolte in casi di cronaca di cui sentiamo parlare molto spesso nei telegiornali : c’è il caso di malasanità, quello di bullismo, quello di giocattoli contraffatti, quello di morte sul lavoro e quello che coinvolge i grandi gruppi bancari e assicurativi. La linea che collega tutte le puntate è il giallo della morte del Conte Ranieri (Alfredo Piano), trovato in fondo a un precipizio totalmente sfigurato.

Tra gli attori che interagiranno con Sebastiano Somma ci sono quelli che abbiamo imparato ad amare nelle precedenti stagioni, come Stephan Danailov (il detective Virgilio), Loredana Cannata (Alice, la socia dello studio), Barbara Livi (Erica, medico legale e moglie dell’avvocato Rocco) e Karen Ciaurro (la piccola Eva), e le new entry come Bruno Torrisi (il Pm Francesco Trapani), Vanessa Gravina (la sindacalista Lea Graner), Imma Piro (l’avvocato cinico e senza scrupoli Francesca Canevari), Giorgio Lupano (Luca Canevari avvocato figlio di Francesca) e Francesco Pannofino (l’agente Randazzo).

RFF2009 terza giornata: presentati Tutti per Bruno, Un caso di coscienza 4 e Sensualità a corte

La terza giornata del Romafictionfest 2009 è andata in archivio e la quarta è già alle porte. Mentre tutti aspettano l’arrivo di Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti che presenteranno Occhio a quei due, ricapitoliamo cosa è successo ieri oltre all’incontro con Eric Dane e Justin Chambers due dei protagonisti di Grey’s Anatomy. Ecco cosa è successo:

è stata presentata la serie di Canale 5 in dodici puntate Tutti  per Bruno. Il cast era al completo: Claudio Amendola:”E’ un poliziesco che farà sorridere. Mediaset punta molto su questa fiction perché sa di aver qualcosa di veramente innovativo tra le mani. In questa serie c’è tutto: commedia, famiglia, ma anche azione”; il regista Stefano Vicario:”L’atmosfera è la stessa di quando a scuola manca il professore della prima ora”; Antonio Catania:”Siamo tre poliziotti pasticcioni, ma ci vogliamo bene e alla fine riusciamo anche a risolvere i casi”; Valeria Fabrizi:”Il mio personaggio è quello di una donna forte e molto buona con il figlio”; Lorenza Indovina”Il mio personaggio è la moglie di Bruno, una donna forte e molto passionale”; Tosca D’Aquino:”Il mio è quello di una donna combina guai dal grande cuore”; Gabriele Mainetti:”Sul set abbiamo costruito un ottimo rapporto”.

si è tenuta la masterclass con Giancarlo De Cataldo (“Nonostante tutte le fiction girate sui santi e su Padre Pio non mi sembra che il tasso di moralità in Italia sia aumentato”)

Un caso di coscienza 4, tutte le novità in anteprima

Tornerà quest’autunno su Raidue, probabilmente non a settembre, ma ad ottobre, Un caso di Coscienza, con altri sei episodi che compongono una quarta serie che si preannuncia ricca di colpi di scena.

Nei martedì autunnali di Raidue rivedremo Sebastiano Somma vestire i panni dell’avvocato Rocco Tasca, pronto a difendere i diritti di tutti coloro che sono stati vittime di ingiustizie sociali: i casi riguarderanno giocattoli cinesi contraffatti, malasanità, bullismo e morti bianche, mentre quello che legherà tutti gli episodi tra di loro sarà strettamente collegato al protagonista.

Il cast della fiction, girata da Luigi Perelli tra Trieste e la Bulgaria (gli interni, in paricolar modo le aule del tribunale), è formato da Loredana Cannata (Alice, il braccio destro di Rocco), Stefan Dainalov (Virgilio, il suo investigatore privato), Barbara Livi (Erica, la moglie di Rocco), Bruno Torrisi (il procuratore Trapani), Vanessa Gravina (Lea, moglie della vittima del filo conduttore della serie), Imma Piro (l’avvocato Francesca Canevari), Giorgio Lupano (il collaboratore dell’avvocato Camevari) e Francesco Pannofino (l’agente di Polizia Randazzo, braccio del procuratore).

Dopo il salto alcuni succulenti spoiler sulla storia principale (che ci ha rivelato la nostra fonte).

Butta la luna 2, riassunto tredicesima ed ultima puntata

Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata di Butta la luna 2, vediamo cosa è successo. Shangai, subito dopo l’incidente, viene portato in ospedale. Viene interrogato il camionista autore dell’incidente. Cosima (Chiara Conti) ed Attilio (Andrea Tindona) raggiungono l’ospedale e cercano di sostenere Mario (Nino Frassica). Anche Alyssa (Fiona May) viene informata dell’accaduto. Intanto, arriva a casa Amina la madre di Sevic. La donna decide di abbandonare il figlio piccolo e di fuggire.

Cosima si accorge che c’è un rapporto freddo tra Alyssa ed Attilio e chiede le motivazioni alla madre. Alyssa la informa del fatto che Attilio l’ha vista baciarsi con un altro. Sevic è triste per quello che è accaduto a Shangai, ma Aurelia lo rincuora.

Butta la luna 2, riassunto dodicesima puntata

Nella dodicesima puntata di Butta la Luna 2, a Cosima (Chiara Conti) viene affidato un nuovo caso, una ragazza di 24 anni di origini libiche venuta in Italia per ricercare il padre: la porta a casa sua, insieme alle altre ragazze che ospita. La madre prima di morire a causa di una malattia rivela alla figlia che suo padre vive a Roma e chiama Remo Corticella: la ragazza lo vuole cercare per dargli tutto l’affetto che in questi anni non ha potuto corrispondergli. Cosima vomita in bagno, e Alyssa (Fiona May) crede che sia incinta, ma Cosima nega.

La ricerca del padre ha inizio: un Remo Corticella è titolare di una ferramenta ma purtroppo in questo momento si trova fuori Roma, Cosima lascia il numero di cellulare con la speranza che il padre della ragazza sia quello, e tranquillizza quest’ultima dicendole di non farsi troppe ipotesi e di lasciare che il destino faccia il suo corso. Alyssa cerca il dottor Camanda che finalmente la riceve: lei gli esprime il suo problema legato alla richiesta di merce di artigianato africano che aveva ordinato ma che sembra essere bloccata. Camanda promette di aiutarla facendo tutto il possibile.

Butta la luna 2, riassunto undicesima puntata

Ieri sera è andata in onda l’undicesima puntata di Butta la luna 2. I due fidanzatini che sono scappati che si chiamano Camila e Davide, girano per le strade di Roma. Alyssa (Fiona May), fa la sua segnalazione alla polizia e continua la loro ricerca. Decide di parlare con i genitori di entrambi i ragazzi, informandoli di aver visto i loro figli. I genitori ricevono una lettera dei loro figli tramite una loro compagna di scuola, minacciandoli di non farsi più vivi, qualora non approvano il loro amore.

I ragazzi decidono di trascorrere la notte all’interno di un autobus. Prosegue la storia d’amore tra Elena (Anita Zagaria) e Armando è in dirittura d’arrivo. Il ragazzo crede che la donna si vergogni di lui, mentre la donna è convinta che siano troppo diversi ed è questo il motivo che la spinge a lasciarlo.  Luca (Roberto Farnesi) propone a Cosima (Chiara Conti) di andare a vivere insieme e la ragazza accetta con entusiasmo.

Butta la luna 2, riassunto decima puntata

Ieri sera è andata in onda la decima puntata di Butta la luna 2. Aurelia e Mario (Nino Frassica) devono fare i conti con il piccolo Shangai ed il bimbo rumeno di nome Sevic, per una convivenza per nulla facile. Alyssa (Fiona May) chiede ad Attilio com’è andata la conversazione tra Cosima (Chiara Conti) e Saverio, ma il marito le dice chiaramente che è andata male, che ora Saverio è pieno di rancore e non vuole collaborare con la giustizia.

Elena Marini, ha convinto  Cosima a  venire a cena da lei, in modo tale che Alyssa abbia la possibilità di parlare con lei  e ne approfitta per invitare l’elettricista di nome Armando che le ha sistemato la luce di casa. Finalmente, Cosima raggiunge Elena accompagnata da Luca (Roberto Farnesi), ma obbliga la madre a non fare alcuna domanda.

Butta la luna 2, riassunto nona puntata

Ieri sera è andata in onda la nona puntata di Butta la luna 2. In molti sono andati al funerale di Luigi (Giuliano Gemma). Saverio Sutera viene interrogato dalla polizia, che tenta di estorcergli una confessione per mettere alle strette la malavita, ma questo si ostina a non parlare, sostenendo di non saperne nulla.

Alyssa (Fiona May) e Cosima (Chiara Conti) trascorrono la notte nella casa della madre di Luigi. Cosima non ha reagito bene alla sua morte e dà la colpa di tutto a Saverio. Alyssa esorta Cosima a non avere rancore per quel ragazzo, che è anche suo fratello, ma Cosima sostiene che Saverio per lei non è nessuno.

Butta la luna 2, riassunto ottava puntata

Ieri sera è andata in onda l’ottava puntata di Butta la luna 2. Alyssa (Fiona May)  riflette sulla telefonata ricevuta riguardante Luigi (Giuliano Gemma) e non sa come comportarsi in merito alla situazione. La situazione giudiziaria sullo scandalo dei permessi falsi sta per avere una svolta. Sono stati arrestati due albanesi, che hanno usufruito di documenti falsi, uno dei quali potrebbe fare i nomi di Sandra (Vanessa Gravina) e dell’amante collega di Luca Ferrari (Roberto Farnesi), il Dottor Rigoni.

Alyssa parla con Luigi e cerca di capire qualcosa da lui, ma l’uomo non apre bocca.  Sabrina vorrebbe informare Alyssa dell’uomo sospetto, ma  preferisce non parlare. Luca, in un colloquio con l’avvocato Attilio Argenzi (Andrea Tindona), sostiene di essere sicuro che Sandra abbia avuto contatti con l’albanese ricercato.