Morgan eccezionale, Marco Mengoni cool, Alessia Marcuzzi fantastica e Luca Napolitano semplice ed elegante

Nuovo appuntamento della seconda edizione di Scheletri dall’armadio, la rubrica che cerca di approfondire l’abbigliamento, più o meno elegante, dei nostri personaggi televisivi. Oggi inizieremo con il “vivisezionare” l’abbigliamento di: Alessia Marcuzzi, Claudio Baglioni, Luca napolitano, Alice Bellagamba, Silvia Toffanin, Lucio Dalla, Claudia Mori, Francesco Facchinetti, Luca Tommassini, Lorella Cuccarini, Mara Maionchi, Morgan e Marco Mengoni.

Alessia Marcuzzi, nella scorsa puntata del Grande Fratello 10, la conduttrice indossava un fantastico abito nero, monospalla, dal taglio asimmetrico e con uno spacco molto profondo, firmato Versace couture. Cosa dire se non che era bellissimo e le stava da incanto. Brava Alessia, il tuo look è impeccabile!

Claudio Baglioni, ospite a I migliori anni, come sempre sembrava imbalsamato nei suoi pantaloni attillati, camicia bianca e gilet scuro. Il cantante romano, sembra non si voglia staccare dal suo look da cameriere di locanda. Mi spiace Claudio, ma quando è troppo è troppo, cambia look, altrimenti comprati delle bende stile la Mummia!!

Bellezze al Bagno

Oggi per programmi tv del passato vi parlerò di Bellezze al bagno, la trasmissione televisiva andata in onda a cavallo tra gli anni ottanta e gli novanta, dal 1989 al 1993, prodotto da Marco De Donà nel 1989, Monica Zischka nel 1991, Paolo Nocetti nel 1992, Francesco Ricci nel 1993, per la regia di Mario Bianchi dal 1989 al 1991 e di Gino Landi dal 1992 al 1993.

Il programma, che prima andò in onda su Canale 5 e poi su Rete 4, era il tipico gioco televisivo estivo, con prove di abilità in acqua, che metteva a confronto diverse squadre: nella prima stagione presentata e condotta da una strabiliante Milly Carlucci, coadiuvata da Carlo Pistarino, Enrico Beruschi e Enzo Braschi, trasmessa dall’Aquatica di Cesenatico si sfidarono venti regioni italiane, ma dalla seconda edizione in poi le cose cambiarono, facendo concorrere al gioco delle squadre provenienti da quattro paesi Europei.

Odiens

Oggi per programmi tv del passato parleremo di Odiens, il lo show ideato da Antonio Ricci, diretto da Beppe Recchia, andato in onda su Canale 5 nella stagione 1988/1989: la trasmissione, una sorta di parodia di tutti i varietà, è passato alla storia, non solo perché lanciò l’idea di Striscia la notizia, ma anche per la sua sigla, il tormentone La notte vola, cantata da Lorella Cuccarini con tanto di video musicale, e per le grandi capacità dimostrate da conduttori, freschi del successo di Drive In, Ezio Greggio e Gianfranco D’Angelo.

La trasmissione entrava subito nel vivo, dopo la sigla cantata e ballata da Lorella Cuccarini, con Ezio Greggio e Gianfranco D’Angelo che intrattenevano i telespettatori con i personaggi di Everardo De Las Noches, che prendeva in giro il giornalista Everardo Della Noce, con Bibi, il pupazzo figlio del Tenerone, e con le parodie di Batman.

Fantastico, la trasmissione del sabato sera di Raiuno

Oggi per programma del passato parleremo di un vero e proprio tormentone annuale, Fantastico, la trasmissione di Raiuno andata in onda per la prima volta nel 1979 ogni sabato sera.

Chi di voi si ricorda di questa eccezionale trasmissione? Cominciava la prima settimana di settembre e terminava il 6 gennaio, giorno finale dell’estrazione della Lotteria Italia, alla quale era abbinata annualmente.

Fantastico, per chi non lo conoscesse, era 2 ore e mezza di trasmissione, fatta di balli e coreografie, un’orchestra sempre pronta a suonare, dei presentatori eccezionali, affiancati da comici o ospiti che proponevano gag o storie interessanti, nella stupenda cornice creata dalla scenografia fatta di specchi intorno allo studio.

Gianna Tani a Cinetivù: il segreto del successo è non passare inosservati


Questa settimana Cinetivù ha incontrato Gianna Tani, per anni responsabile casting Mediaset e ora alle prese con nuove importanti iniziative fra cui un libro. Ecco cosa ci ha risposto durante una lunga e piacevole chiacchierata.

Signora Tani, parliamo subito del suo libro Come nasce una star, che sta promuovendo in giro per l’Italia, finalmente un “manuale” per aspiranti artisti?

Ha ragione è proprio un piccolo manuale per chi vuole accedere al mondo dello spettacolo, soprattutto a quello televisivo, quindi ci sono consigli, suggerimenti e alcuni “appunti” riguardanti i primi provini di personaggi oggi diventati famosi, questo per far capire ai giovani che ci vuole determinazione, costanza, talento, preparazione e che lavorare nello spettacolo è un LAVORO vero e proprio e non sempre si è fortunati, come nella vita, di poter fare un lavoro per il quale abbiamo studiato o che amiamo.

Quali sono i requisiti fondamentali richiesti oggi a chi vuole fare il personaggio televisivo?

Come dicevo prima l’importante è saper fare qualcosa quando si arriva a un casting o comunque avere le idee chiare, non si può arrivare e dire: “decida lei” oppure: “siete voi che dovete scoprire il talento che c’è in me” oppure: “io imparo in fretta” è fondamentale arrivare al provino giusto per le proprie caratteristiche professionali o fisiche, facendo tanta gavetta anche in realtà minori.

Vuoi ballare con me? La finale questa sera su Sky Uno

Questa sera su Sky Uno andrà in onda la finale di Vuoi ballare con me?, il talent show condotto da Lorella Cuccarini che per dieci settimane ha tenuto compagnia al pubblico da casa con sfide a colpi di ballo tra le coppie formate da ballerino (o ballerina) – madre (o padre).

Nella puntata di questa sera si confronteranno per il titolo la Famiglia Maniglio (Marina e papà Luigi), la Famiglia De Luca (Francesco e mamma Maria Santillo), la Famiglia Prato Cavalli (Luigi e mamma Luciana) e la famiglia Massarelli (Mariangela e papà Mario), con le ultime nominate già al ballottaggio.

Lorella Cuccarini ha le idee molto chiare sui finalisti:

Vuoi ballare con me? Lorella Cuccarini da questa sera su Sky Uno

Questa sera su Sky Uno alle 21.50 Lorella Cuccarini esordisce  con il suo talent show danzerino, dal titolo Vuoi Ballare con me?, un programma da lei fortemente voluto perché unisce due degli aspetti principali della sua vita: il ballo e la famiglia.

Lo show di quasi due ore, adattamento del format americano Your mama don’t dance, propone lo scontro tra dodici coppie di ballerini (scelti tra 1000 partecipanti in 3 mesi di provini), formate da un ragazzo accompagnato dal proprio genitore del sesso opposto, che si esibiranno davanti alla giuria in varie tipologie di ballo imparate grazie ad un team di esperti coreografi capitanati da Luca Tommasini.

Il meccanismo del talent show: dopo l’esibizione la giuria, formata da Paola Barale, il coreografo Franco Miseria, la famosissima addetta ai casting Mediaset Gianna Tani e un giudice misterioso (che verrà svelato soltanto nel corso dell’ultima puntata), valuterà la prova e il televoto decreterà il migliore. Dopo dieci puntate la coppia preferita dal pubblico si porterà a casa il montepremi di 100.000 euro.

Voci dal piccolo schermo: Luciana Littizzetto, Elisa Isoardi, Lorella Cuccarini, Davide Mengacci, Irene Pivetti

Anche questa settimana torniamo ad occuparci delle dichiarazioni più interessanti che hanno detto i vip del piccolo schermo. Oggi vi riporto quelle di: Luciana Littizzetto, Elisa Isoardi, Davide Mengacci, Lorella Cuccarini ed Irene Pivetti.

Luciana Littizzetto nel corso del suo intervento a Che tempo che fa ha attaccato Fabrizio Del Noce, reo di aver estromesso Antonella Clerici da La prova del cuoco:

L’hanno fatta fuori, lei era il faro di quel programma. Quando una donna rimane incinta tutti a dire: Brava, complimenti, torna presto, ti aspettiamo. Poi tu torni e al posto tuo c’è un’altra più bella, più giovane, senza figli, disposta a stare in ufficio dall’alba al tramonto e magari anche a fare lo straordinario stando sul pezzo assiduamente e con profitto. Del Noce rimetti Antonella al suo posto, dopo il mobbing e lo stalking come vogliamo chiamarlo questo? Il trombing?

Fiorello, Lorella Cuccarini e Sabrina Ferilli: parlano i volti presenti e futuri di Sky

Domani è il giorno del debutto di Sky Uno, di cui vi abbiamo già proposto la programmazione. In queste ore si stanno susseguendo dichiarazioni di personaggi in forza a sky e pure una clamorosa autocandidatura, quella di Sabrina Ferilli. Partiamo da lei: l’attrice, parlando di politica durante la Nightline di Sky Tg24 ha trovato il tempo di autocandidarsi per un posto a Sky:

Io andrei fuori dalle tv generaliste. Se ci fosse la possibilità a Sky ben venga. Magari. Fate una telefonata a Murdoch e dite che ne avete trovata un’altra.

Per Lorella Cuccarini il trasferimento sul satellite è un vero e proprio toccasana. La prossima conduttrice di Vuoi ballare con me, ha raccontato ad Oggi, di aver rischiato la depressione nei tre anni passati alla Rai (Del Noce le negava le telefonate!) e si dice pronta per tornare in campo:

Lorella Cuccarini: gli esordi con la danza e la passione per il canto

La biondissima e bravissima Lorella Cuccarini, nasce a Roma il 10 agosto del 1965, in una famiglia numerosa, composta dai genitori, il fratello Roberto e la sorella Maria Luisa. All’età di nove anni inizia a frequentare la scuola di danza diretta da Enzo Paolo Turchi: sia danza classica che contemporanea, che le danno una solida base per entrane nel corpo di ballo televisivo dello spettacolo Te lo do io il Brasile, Tastomatto con Pippo Franco e collaborando per la realizzazione di alcune pubblicità televisive.

Nel 1985 ad un convegno incontra Pippo Baudo, che le offre la possibilità di partecipare al programma Fantastico 6: da quel momento l’ascesa di Lorella è inarrestabile! Dopo Fantastico infatti un altro programma di successo aspetta Lorella, Sugar Sugar e poi Fantastico 7: ma Lorella diventa anche famosa nel campo della musica, incidendo la siglia di Sugar Sugar e di Fantastico, Tutto matto e l’Amore, cantata in coppia con Alessandra Martines, pubblicati nel suo primo album intitolato Lorel, con il quale intraprende anche un tour estivo nel 1987.

Nel 1987 passa dalla RAI a Mediaset, e conduce il programma Festival sempre con Pippo Baudo, cantando tra l’altro la sigla Io ballerò e Se ti va di cantare, e fa da madrina nel programma Festivalbar. Nel 1989 si trasferisce a Milano e si pone un nuovo obiettivo: diventare presentatrice tv. Conduce il programma Odiens con Ezio Greggio (dove tra l’altro canta la famosa sigla La notte vola, grandissimo successo ancora oggi in programmazione radio), e partecipa al Festival di Sanremo, dove però la sua canzone viene bocciata: da questo momento inizia per Lorella una nuova vita, nuovo look con capelli corti e nuovo programma. Da vita al fortunato programma Paperissima di Antonio Ricci che conduce al fianco di Marco Columbro e che ancora oggi vanta un grandissimo successo.

Fiorello anticipa il suo show. Le altre novità generaliste di Sky a cominciare dal nuovo Sky 1

Fiorello a Tv Sorrisi e Canzoni ha anticipato qualche informazione sul Fiorello Show, il suo spettacolo che debutterà su Sky 1 (di cui parliamo dopo il salto), il 2 aprile.

Lo showman ha detto che sarà ricco di ospiti insoliti, di gag, di show e di monologhi (dando uno sguardo anche all’attualità), che renderanno ogni spettacolo diverso dall’altro, e ha sottolineato la sua volontà di sperimentare, perché non ha paura dell’Auditel.

Nello stesso articolo Fiorello ha definito Fabio Fazio il migliore a intervistare le persone, Simona Ventura la numero uno tra le donne, Claudio Cecchetto un genio, Paolo Bonolis veramente bravo, ha detto che non gli è piaciuta la canzone di Marco Carta e ha assicurato che non si è rovinato il rapporto con Marco Baldini, che ha semplicemente scelto di provare la strada de La fattoria, invece di collaborare ancora con lui.

Categorie Sky

Tanti vip sul satellite: perchè?

Cosa spinge i big della tv a migrare verso lidi satellitari? Prendiamo ad esempio Lorella Cuccarini, l’ex più amata dagli italiani ora definita la nuova stella di Sky, reduce da risultati poco lusinghieri sulle reti Mediaset, si appresta a condurre su Sky Vivo a primavera la versione italiana del format statunitense So you think you can dance? ovvero Vuoi ballare con me? Fra i motivi che l’hanno condotta al grande salto, una certa libertà di movimento come ha spiegato lei stessa di recente a La Repubblica: “Le tv satellitari sono il futuro. Stanno riempiendo spazi che le tv generaliste non curano più. Io ho accettato la proposta di Sky perché mi offre l’opportunità di rimettermi in gioco, cosa che non avveniva più con Rai o Mediaset: facevo buoni ascolti, ma ero prigioniera del mio successo. Con Sky ho fatto un contratto legato a progetto, per essere più libera. I soldi? Non sono tutto, ma a Sky pagano bene“.

C’è da notare che oltre alle ultime controverse performance televisive, la Cuccarini ha dovuto ingoiare lo sgradito rospo della mancata convocazione come cantante al Festival di Sanremo, unita ad un probabile periodo di inattività sulle generaliste, se a questo aggiungete che sul satellite non esiste per ora l’obbligo di audience a tutti i costi, che contraddistingue gli altri canali il gioco è fatto.