Sabato In, il nuovo programma su Rai 1 con Tiberio Timperi e Ingrid Muccitelli

Il sabato pomeriggio di Rai 1 riparte da Sabato In, il nuovo contenitore pomeridiano dalle 15.45 condotto da Tiberio Timperi e Ingrid Muccitelli, alla regia Michele Guardì. Si parte da un piccolo spazio con gli animali, per la prima puntata la labrador Karma. Subito dopo, attualità con una clip tratta da È Arrivata La Felicità per lanciare il tema di diritti LGBT.

I fatti vostri su Rai 2

Da oggi, lunedì 24 settembre, alle ore 11 su Rai 2, partirà la nuova edizione de I fatti vostri. Il programma di Michele Guardì, con Giancarlo Magalli, Adriana Volpe, Marcello Cirillo e Paolo Fox, è giunto alla 23esima edizione.

Raidue, Pasquale D’Alessandro: “Sto ragionando con Sandro Ruotolo su un nuovo programma seriale di reportage di seconda serata”

Il direttore di Raidue, Pasquale D’Alessandro, ha annunciato all’Ansa, le novità in palinsesto per la prossima stagione televisiva. Innanzitutto, l’avvicendamento di Victoria Cabello a Quelli che… il calcio a partire da domenica 18 settembre con il ritorno alla regia di Paolo Beldì (”un omaggio alla tradizione”) e gli inviati negli stadi “non saranno solo vip, ma anche personaggi non noti”. Se al posto di Annozero il giovedì sera ci sarà Criminal Minds, il secondo canale non avrà più il talk show in prime time:

Il mio canto libero di Vittorio Sgarbi, Teo Mammucari per Mind Game, Enrico Ruggeri per Music Machine, i chirurghi di Plastik, Michele Guardì rinnova

Foto: AP/LaPresse

Su Raidue, oltre al talent musicale sostituto di X Factor (si pensa a Star Academy, The Voice of Holland o ad una produzione interna), si cerca qualcuno che rimpiazzi Morgan alla guida di Music Machine, la trasmissione legata alle library dei Music Awards: l’ex giudice di X Factor ha dovuto interrompere le registrazioni per i suoi problemi di salute e familiari (aveva già realizzato tre puntate che non si sa se potranno andare in onda per motivi legali). Al suo posto dovrebbe arrivare Enrico Ruggeri, poi un terzo cantante – presentatore (fonte Il Giornale).

Michele Guardì ha rinnovato fino al 2015 il proprio contratto. Al regista verrà affidato molto probabilmente la direzione di UnoMattina, la cui conduzione potrebbe essere affidata a Milo Infante. (fonte Lettera 43)

Vittorio Sgarbi, in un’intervista rilasciata a Un giorno da pecora, ha dichiarato di essere pronto a cominciare Il mio canto libero, la sua trasmissione di Raiuno (precedentemente conosciuta anche come Il bene e il male), già dal 2 maggio prossimo. Per non andare contro la par condicio il critico sarebbe pronto a dimettersi dalla carica di sindaco di Salemi il primo maggio. Nella prima puntata sarà incentrata su Dio e ci saranno come ospiti LechWalesa, il Vescovo di Noto e il teologo Matthew Fox.

Mezzogiorno in famiglia: su Raidue tornano Amadeus, Laura Barriales e Sergio Friscia

Torna su Raidue, con nuovi giochi e tante sorprese, Mezzogiorno in famiglia, la trasmissione del fine settimana della seconda rete Rai, condotta da Amadeus, Laura Barriales e Sergio Friscia.

Quest’anno, alla rinnovata presenza dell’astrologo Paolo Fox, che ogni domenica propone la classifica dei segni zodiacali, si aggiunge quella dell’orchestra dal vivo diretta dal Maestro Gianni Mazza.

Confermato il torneo tra i comuni d’Italia (fino a 20mila abitanti) che consente al vincitore assoluto di ottenere uno scuolabus da destinare agli alunni delle proprie scuole: le delegazioni in studio si misureranno in una serie di prove pratiche e di abilità, utili per conquistare i punti necessari per far vincere la propria squadra. Tra una un gioco e l’altro i rappresentanti dei comuni mostreranno in diretta i monumenti caratteristici dei propri luoghi, racconteranno le loro tradizioni, la loro storia e la loro cultura. In collegamento dalle piazze dei due paesi ci saranno le inviate Roberta Gangeri e Silvia e Laura Squizzato.

I fatti vostri: su Raidue torna Giancarlo Magalli e la sua piazza

Dal 13 settembre ad animare il mezzogiorno di Raidue torna I fatti vostri, il programma, uno dei più longevi della tv italiana (ha debuttato il 3 dicembre del 1990), ideato da Michele Guardì, condotto ancora una volta, in diretta dallo Studio 1 di Via Teulada da Giancarlo Magalli, affiancato dagli amici della piazza Adriana Volpe, Marcello Cirillo e Paolo Fox.

Nella ventesima edizione, la piazza più famosa della televisione ospiterà gente comune, esperti e personaggi che si intratterranno con argomenti di attualità e varia umanità. In scaletta giornalmente ci sarà spazio per: gli ospiti musicali, che saranno accompagnati dall’orchestra dal vivo; i direttori dei quotidiani e dei settimanali, che commenteranno le notizie del giorno; il meteo, gestito dal metereologo Massimo Morico; la cucina, con Alessandro Circiello che suggerirà le ricette per una corretta alimentazione sulla base delle indicazioni del nutrizionista professor Pietro Migliaccio; il gioco con i telespettatori chiamati a scegliere la busta giusta o a rispondere a Piazza Grande (per giocare il numero di telefono è 894222).

Nel corso della settimana non mancheranno le rubriche sui diritti dei cittadini in compagnia di Antonio Lubrano e quella sulla salute gestita da Luciano Onder.

I promessi sposi, su Raiuno il musical di Michele Guardì

Questa sera Raiuno trasmetterà per la prima volta in televisione I promessi sposi, il romanzo di Alessandro Manzoni, reso opera musicale moderna da Michele Guardì con le musiche originali realizzate da Pippo Flora, suonate da una grande orchestra sinfonica di settanta elementi diretta dal Maestro Renato Serio.

Lo spettacolo, prodotto da EuropaEuropa in collaborazione con Europroduzione, diretto da Michele Guardì, registrato il 18 giugno scorso, ha proposto sul palco a tre pedane rotanti, montato nell’inedita cornice dello stadio San Siro di Milano, dieci protagonisti, dieci comprimari e quaranta tra ballerini e coristi.

Tra i protagonisti ci sono nomi affermati ed emergenti del mondo del musical italiano: Graziano Galatone (Renzo), Noemi Smorra (Lucia), Giò Di Tonno (Don Rodrigo), Lola Ponce (La Monaca di Monza), Vittorio Matteucci (L’Innominato), Christian Gravina (Fra Cristoforo e il Cardinale Borromeo), Antonio Mameli (Don Abbondio), Antonio Gobbi (l’avvocato Azzeccagarbugli), Paola Lavini (Agnese), Alessandro Calamai (Il Griso), Chiara Luppi (la madre di Cecilia), Enrico D’Amore (Egidio), Brunella Platania (Perpetua), Christian Mini (Il conte Attilio). A loro si aggiungono in ruoli diversi Renzo Musumeci Greco, Vincenzo Caldarola, Massimo Cimaglia, Maurizio Di Maio, Lorenzo Praticò, Maurizio Semeraro, Susanna Pellegrini e Andreagaia Widerck.

Il lotto alle Otto da stasera su Raidue

Da questa sera alle 20.00 su Raidue torna Il Lotto alle Otto, il programma di Michele Guardì condotto da Tiberio Timperi e Stefania Orlando (in veste di inviata).

Finalmente per tutti gli amanti del gioco, tornano le estrazioni del Gioco Legale e Responsabile che è gestito dall’Amministrazione dei Monopoli di Stato.

Tiberio Timperi, durante un’intervista di qualche giorno fa ha dichiarato:

Sono fiducioso e so solamente che devo lavorare bene. Il successo di una trasmissione dipende da molti fattori, naturalmente. Questo era un appuntamento consueto per gli appassionati che credo saranno felici di divertirsi ancora anche giocando responsabilmente. Io sarò il custode del valore dell’intrattenimento e avrò l’onore di lanciare il Tg2

I Fatti Vostri Speciale Oroscopo 2010, stasera su Raidue

Torna l’appuntamento con le stelle di Paolo Fox, con una serata di musica, spettacolo e le immancabili previsioni per il 2010 nel programma di Michele Guardì, I Fatti Vostri Speciale Oroscopo 2010, in onda alle 21.05 su Raidue.

A Giancarlo Magalli, Adriano Volpe e Marcello Cirillo, padroni di casa per il quinto anno consecutivo, è affidato il compito di introdurre le previsioni di Paolo Fox. Segno per segno, i momenti più fortunati in amore, lavoro e denaro per il nuovo anno. Quale sarà il segno baciato dalla fortuna nei prossimi dodici mesi?

Michele Guardì a Cinetivù: la Rai ha bisogno di creatività

Questa settimana Cinetivù ha incontrato Michele Guardì noto regista e autore televisivo di numerosi programmi Rai fra cui I Fatti Vostri, Mezzogiorno in Famiglia, Scommettiamo che? In attesa delle nuove sfide che lo vedranno protagonista durante la prossima stagione televisiva, abbiamo intavolato con lui un’ interessante conversazione.

Michele Guardì la sua espressione Lodi Lodi Lodi! è divenuta ormai un modo di dire grazie anche alla parodia di Nicola Savino le piace essere “imitato”?

Mi sorprende. E mi diverte.

Lei che ormai lavora in Rai da più di 30 anni, come crede debba evolversi la tv pubblica ora che il digitale terrestre dà una maggiore disponibilità di spazi?

Dovrebbe crescere la creatività: maggiore è la richiesta maggiore dovrà essere l’ offerta. Naturalmente più si farà e più si sbaglierà. Ma è meglio uno sbaglio di qualcuno che crea che non la serenità di uno che sta fermo.

Quello dell’autore televisivo è un ruolo importante soprattutto di questi tempi con la tv tacciata di ripetitività, le sue “creature” come prendono vita?

Penso a qualcosa che possa divertire me come spettatore…La volta che mi son trovato a fare cose che non mi divertivano ho riscontrato la stessa reazione negli altri telespettatori…Parlo di un programma di varietà di tanti…forse tantissimi…anni fa.

Tiberio Timperi si racconta a Cinetivu: in tv servirebbe un pizzico di meritocrazia


Dopo l’eccellente scheda realizzata da Giulia Tarroni la scorsa settimana, Cinetivù ha incontrato il poliedrico Tiberio Timperi, al termina della 13ma edizione di Mattina in Famiglia su Raidue, ecco cosa ci ha detto.

Forse non tutti sanno che Tiberio Timperi ha esordito in campo artistico come dee jay radiofonico: cosa ricordi di quel periodo?

Ricordo tanta libertà, follia e spensieratezza, eravamo felici consapevoli di esserlo. Una stagione travolgente, irripetibile.

Quanto è cambiata la radio rispetto a quegli anni?

La radio è cambiata molto, si è industrializzata. Prima scimmiottava la Rai, ora scimmiotta se stessa in un loop senza fine, le playlist hanno appiattito tutto, i disc-jockey ormai, in molte radio, equivalgono a porte girevoli di grand’ hotel. Si preferisce la forma alla sostanza.

L’inventore di programmi: intervista a Giovanni Benincasa – esclusiva Cinetivù


Questa settimana Cinetivù ha incontrato Giovanni Benincasa storico autore tv, alle spalle collaborazioni con Michele Guardì, Gianni Boncompagni, Raffaella Carrà, a lui di deve la firma di programmi come Libero con Teo Mammucari, Internet Cafè su Raitre, Carramba che sorpresa! di Raiuno, Bombay su La7 e il recente Aquarius sul canale satellitare Gxt.

Giovanni in tutti questi anni come si è evoluta secondo te la tv? Molti rimpiangono la Rai di un tempo, più “autarchica” se vuoi ma con una maggiore creatività, libera dal dominio dei format esteri.

Se per tv ci riferiamo alla Rai il discorso è semplice: la Rai è stata una meravigliosa “creatrice di memoria”, una gloriosa industria culturale, ma oggi ha perso il filo della sua missione e io stesso non saprei che cosa conservare, degli ultimi anni, in videoteca. La Rai secondo me dovrebbe far ordine sulla scrivania e determinare i flussi e le correnti, anche rischiando ascolto, dovrebbe cioè creare e formare il suo pubblico senza assecondare quello che già trova, che so, tra le sei e le sette, o tra mezzogiorno e l’una, dopo le solite, attente indagini di mercato. I format sono importanti, non vanno certo ignorati, ma come sempre manca la misura e il coraggio. Soprattutto, troppo spesso mancano gli editori. In tv i Longanesi non passano.

La tua collaborazione con Boncompagni ha dato vita tra l’altro al progetto Bombay un misto di spettacolo e intermezzi comici, con l’ausilio di ospiti famosi, come è nata quell’idea?

Bombay era un programma “situazionista”, un talk destrutturato nato da un feeling consolidato tra me e Gianni. E’ come in una poesia: a volte al poeta viene in mente un verso meraviglioso, solo un verso, ma poi ci deve costruire una poesia intorno… Molti programmi nascono da un’intuizione, ma la messa in scena, la realizzazione, è un’altra cosa.

Mattina in famiglia: tornano Adriana Volpe e Tiberio Timperi

Sono tornati questa mattina Adriana Volpe e Tiberio Timperi, due conduttori che da anni ci tengono compagnia durante il weekend su Raidue.

La nuova edizione di Mattina in famiglia, ideata da Michele Guardì, in onda il sabato dalle 6.45 alle 10.30 e la domenica dalle 6.45 alle 10 si presenta ricca di novità: quella più evidente è lo studio realizzato da Gaetano Castelli, ma anche a livello di contenuti le sorprese non mancano.