Viva il 25 Aprile! Con Fazio su Rai 1 Saviano, Pif, Toni Servillo, Ligabue, De Gregori e i Negramaro

Per i 70 anni dal 25 Aprile 1945, Giornata della liberazione dell’Italia, Rai 1 ha preparato una grande festa: sabato in prima serata assistiamo a Viva il 25 Aprile!, in diretta dalla piazza del Quirinale con la conduzione di Fabio Fazio per dire grazie durante la celebrazione a chi ha combattuto contro le forze nazifasciste, ricordando i momenti storici che hanno portato il nostro Paese alla liberazione.

Marco Paolini di Mediaset contro Rai e Sky, intervista

Marco Paolini, responsabile generale palinsesto e distribuzione Mediaset, si racconta in una lunga intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica nella quale mette a fuoco l’attuale momento di Canale 5, Italia 1 e Rete 4 non mancando di tirare qualche frecciatina alla concorrenza, rappresentata da Sky e Rai e che, rispetto a Mediaset, fatica meno per gli introiti pubblicitari.

Itis Galileo: su La7 torna Marco Paolini

Una location unica al mondo per un lavoro intenso, divertente e attuale allo stesso tempo: in diretta dai Laboratori sotterranei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare del Gran Sasso, che per la prima volta ospiteranno le telecamere televisive, Marco Paolini e La7 portano ancora una volta il teatro civile in televisione con un racconto in prima serata e senza interruzioni pubblicitarie.

Raitre: Luisa Ranieri ad Amore Criminale, Renzo Arbore con uno speciale in prima serata e Volo in diretta al posto della Dandini

In una lunga intervista a Repubblica, il direttore di Raitre, Antonio Di Bella ha anticipato le novità in palinsesto in serbo per le prossime settimane:

Debutta il 21 marzo con Volo in diretta: avrà una band musicale, farà delle belle interviste in Italia e all’estero. Andrà in onda mercoledì, giovedì e venerdì in seconda serata al posto di Parla con me di Serena Dandini. Altro ingaggio importante è quello di Luisa Ranieri: dal 24 marzo condurrà Amore criminale. Abbiamo fatto un po’ di provini a conduttrici e attrici e lei, neomamma, è risultata la più capace, si è calata con passione nel ruolo, ha empatia con le vittime: se la conduzione di Camila Raznovich era pungente, la Ranieri ci metterà più calore. Il 30 aprile, ci sarà un esperimento interessante: Renzo Arbore sta lavorando ad uno speciale in prima serata in cui farà commenti e chiose sulle sue esperienze tv. In seconda serata poi arriverà il pianista Stefano Bollani.

Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute: su La7 torna Marco Paolini

Marco Paolini e LA7, portano ancora una volta il teatro civile in televisione con una serata dedicata alla terribile vicenda legata alle teorie dell’eugenetica che fra il ’34 e il ’45 ha portato il nazismo alla sterilizzazione prima e all’eliminazione poi dei disabili e dei malati di mente, con la sperimentazione di tecniche di eliminazione di massa poi applicate anche nella “soluzione finale” contro gli ebrei e gli altri “impuri”.

La7 palinsesto autunno 2011: Vieni via con me di Fazio e Saviano, Benedetta Parodi, Filippo Facci e Gianluigi Nuzzi le novità. Santoro vicino

Si è tenuta questa mattina a Milano la presentazione del palinsesto 2011/2012 di La7. Presenti i volti di La7 e l’amministratore delegato Giovanni Stella.

La rete di Telecom Italia Media ha annunciato le principali novità: Benedetta Parodi condurrà un appuntamento quotidiano dedicato alla cucina, ma anche alla casa; Gianluigi Nuzzi si occuperà di inchieste su casi irrisolti; Filippo Facci e Luca Telese faranno coppia per un nuovo talk in prima serata; Myrta Merlino proporrà una striscia quotidiana al mattino dedicata all’economia e ai bisogni del consumatore; Antonello Piroso condurrà un nuovo programma in prime time.

La7, inoltre, sta pianificando dei nuovi speciali con Marco Paolini e un programma con Daria Bignardi che dovrebbe essere trasmesso all’inizio del 2012. Confermato GDay, il varietà di Geppi Cucciari, prima del TgLa7 delle 20.00 condotto da Enrico Mentana. Victoria Cabello per un po’ ha deciso di rimanere a riposo.

Ascolti Tv sabato 29 gennaio 2011: La Corrida vince la serata grazie a 5 milioni di spettatori

Quarto sabato sera, quarta puntata de La Corrida e quarta vittoria consecutiva. Anche questa settimana, la serata televisiva più prestigiosa della settimana non ha riservato molte sorprese con Canale5 che consolida il suo dominio grazie allo storico show di dilettanti allo sbaraglio, condotto da Flavio Insinna, che ha conquistato 4.992.000 spettatori, pari a uno share del 22,03%. Rai1 e il sabato sera, invece, hanno una relazione complicata: dopo aver alzato bandiera bianca in autunno, anche in inverno, le cose non sembrano andare per il verso giusto: Attenti a quei due, condotto da Max Giusti e Fabrizio Frizzi, è stato visto da 3.612.000 spettatori, con uno share pari al 16,18%.

L’altra rete che ha decisamente messo in cassaforte, il sabato sera, da molte settimane ormai, è Italia1, che batte regolarmente la serata all serial offerta da Rai2, con i suoi film, sempre indirizzati ad un pubblico giovanissimo: ieri sera, 2.626.000 spettatori, pari a uno share del 10,63%, non hanno resistito alla tentazione di rivedere Spiderman, con Tobey Maguire e Kirsten Dunst, pellicola con la quale Italia1 si aggiudica il confronto diretto. Rai2, invece, con l’episodio di Cold case, intitolato Serial killer, conquista 2.287.000 spettatori, con uno share dell’8,56%, e con l’episodio di The good wife, intitolato Preparatevi, si avvicina pericolosamente a Italia1 con 2.436.000 spettatori, con uno share del 9,46%.

Anche questo sabato, mamma Rai toppa tutti e tre i confronti diretti visto che anche Rai3, con la trasmissione Nati liberi, condotta da Licia Colò, si ferma a 1.368.000 spettatori, pari a uno share del 5,65%. Rete4 vince lo scontro diretto, grazie al film thriller Il cliente, con Susan Sarandon e Tommy Lee Jones, visto da 1.691.000 spettatori, con uno share pari al 7,09%. Dopo gli ottimi consensi ricevuti lo scorso mercoledì, La7 ha scelto di riproporre, per questo sabato, il monologo di Marco Paolini, dal titolo Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute, che ha emozionato nuovamente 926.000 spettatori, pari a uno share del 4,04%.

Ascolti Tv mercoledì 26 gennaio 2011: Napoli – Inter vince la serata grazie a più di 7.100.000 spettatori

Foto: AP/LaPresse

Per cercare di far vacillare il dominio di Paperissima, la trasmissione di papere condotta da Gerry Scotti e Michelle Hunziker, sempre vincente fin dalla prima puntata, Rai1 ha scelto di affidarsi al calcio, con un big-match, nonostante si trattasse di Coppa Italia. Canale5, però, ha dovuto alzare bandiera bianca e lo show di Antonio Ricci, dopo aver fatto fuori il derby capitolino di sette giorni fa, non riesce a fare altrettanto questo mercoledì fermandosi a 5.394.000 spettatori, pari a uno share del 18,90%. L’eterna sfida tra Napoli e Inter, terminata solamente dopo i calci di rigore, col risultato di 4-5, si aggiudica, quindi, la serata grazie a ben 7.185.000 spettatori, con uno share pari al 26,73%.

La medesima sfida di una settimana fa si è ripetuta anche per quanto riguarda le seconde reti, con un confronto tutto incentrato sui serial. Esito fortmente scontato, considerando che The Vampire Diaries non è riuscito mai a decollare del tutto su Italia1 che, con gli episodi di ieri intitolati Reginetta di Mystic Falls e Fratelli di sangue, ha racimolato una misera media di 893.000 spettatori, pari a uno share del 3,17%. Molto meglio, ha fatto Senza traccia che ha vinto il confronto diretto grazie a 2.631.000 spettatori (share 8,92%) per l’episodio Benvenuti in America, 2.857.000 spettatori (share 10,18%) per l’episodio Troppo amore, e 2.086.000 spettatori (share 8,69%) per l’episodio, Kam li.

Eccellenti risultati d’ascolto, come sempre, per la consueta puntata di Chi l’ha visto, condotta da Federica Sciarelli, che, ieri sera, ha interessato 3.369.000 spettatori, pari a uno share del 12,37%. Rete4 ha fatto del suo meglio con il film Defiance – I giorni del coraggio, con Daniel Craig e Liev Schreiber, non andando oltre, però, 1.511.000 spettatori, con uno share pari al 6,26%. La terza rete Mediaset è stata battuta anche da La7 grazie al ritorno in tv di Marco Paolini che con la prosa Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute, ha affascinato ben 1.709.000 spettatori, pari a uno share del 6,44%.

Marco Paolini su La7 con Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute

Questa sera alle 21.10 su La7, in diretta dall’ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano, andrà in onda Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute, spettacolo di prosa di Marco Paolini.

L’attore regalerà al pubblico un monologo dedicato alle deliranti teorie dei nazisti riguardo alla selezione della razza, agli studi dell’eugenetica che, fra il 1934 e il 1945, ha portato alla sterilizzazione prima e all’eliminazione poi, dei disabili e dei malati di mente, con la sperimentazione di tecniche di eliminazione di massa.

Il teatro civile di Paolini sarà trasmesso dalla rete Telecom senza interruzioni pubblicitarie, per non rompere il clima che creerà la narrazione, pensata per approfondire il valore del ricordo, il dolore dell’esperienza, il senso della responsabilità storica e individuale e il concetto di diversità e di accoglienza.

Il sergente su La7

Questa sera alle 21.30 su La7 va in onda Il Sergente di Marco Paolini, opera presa dal romanzo autobiografico di Mario Rigoni Stern scritto nel 1957 dal titolo Il sergente nella neve, dove lo scrittore racconta della campagna russa svoltasi nella Seconda Guerra Mondiale.

Lo spettacolo ambientato tra il 1942/43, racconta la ritirata dei soldati dalla taiga russa accerchiati dall’armata rossa,  attraverso pericolose avventure, sopravvivenza e  passando di villaggio in villaggio.

Miserabili, su La7 Marco Paolini in diretta da Taranto

Questa sera su La7 andrà in onda, in diretta dal porto di Taranto, Miserabili – Io e Margareth Thatcher, lo spettacolo di Marco Paolini sulla metamorfosi della società italiana, e non solo, a partire dagli anni ottanta fino ad oggi, dovuta alla micro e alla macro economia.

Il racconto in forma ballata, accompagnato dalle canzoni dal vivo dei Mercanti di Liquore, sarà composto da brevi narrazioni, monologhi, canzoni, immagini, suoni e suggestioni (ovvero lo stile di Marco Paolini), senza alcuna interruzione pubblicitaria.

Paolini spiega come è nata l’idea (fonte FFwebmagazine):