I Ragazzi di Pippo Fava, domenica in prima serata su Rai 3 per i 30 anni dalla morte del giornalista e intellettuale siciliano

Pippo Fava fu ucciso la sera del 5 gennaio del 1984: cinque colpi di pistola davanti al Teatro Stabile di Catania. Un quarto d’ora prima era uscito dalla redazione de I Siciliani: il trentennale del suo assassinio è l’occasione per riproporre al pubblico di Rai3 I Ragazzi di Pippo Fava, il docufilm ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Antonio Roccuzzo che vede la partecipazione straordinaria di Leo Gullotta e racconta la vita e le idee di uno straordinario intellettuale siciliano, che morì per aver ostinatamente difeso il diritto di cercare e raccontare la verità.

Bagaglino, cala il sipario: sfrattato dal Salone Margherita

Dopo quarantasei anni di attività cala il sipario definitivamente sul Bagaglino. La compagnia di cabaret, fondata da Pier Francesco Pingitore e Mario Castellacci lascia il Salone Margherita per decisione unilaterale della società che gestisce il teatro. Lo rende noto un comunicato stampa in cui si precisa che comunque anche l’addio sarà all’insegna delle risate e della festa. Sarà però Elle, prestigioso locale di via Veneto, ad ospitare il 4 ottobre, alle ore 21, il Bagaglino. Mentre al Margherita per la prima volta dal 1965 la stagione si aprirà con un altro spettacolo in cartellone e un’altra compagnia di giro.

Il cuore nel pozzo su Raiuno

In occasione del giorno del ricordo, in memoria dei martiri delle foibe e dei profughi giuliani, istriani e dalmati uccisi dall’esercito di Tito, Raiuno trasmetterà Il cuore nel pozzo, la miniserie in due puntate (eccezionalmente ridotta a film tv), diretta da Alberto Negrin (che è anche sceneggiatore insieme a Massimo De Rita, George Eastman e Salvatore Marcarelli).

La sinossi. Istria 1944: una piccola comunità istriana è sconvolta dall’arrivo dei partigiani di Tito. Tra loro c’è Novak, comandante slavo alla ricerca del figlio Carlo, avuto sei anni prima da Giulia, una donna italiana. Per non consegnare il figlio all’uomo che l’ha violentata, Giulia lo nasconde nell’orfanotrofio di Don Bruno, il sacerdote del paese. Ma Novak non si arrende: animato dal desiderio di vendette uccide Giulia che rifiuta di rivelargli dove è nascosto Carlo e continua la caccia al bambino per eliminarlo. Don Bruno, Carlo e gli altri bambini dell’orfanotrofio, sono costretti ad una disperata fuga attraverso le campagne dell’Istria fino al confine con l’Italia. Con l’aiuto di Ettore, un reduce alpino,di Walter rappresentante del CLN, e della giovane aiutante Anja, il sacerdote riuscirà a compiere la sua missione di salvezza fino al sacrificio della propria vita.

Il cast della fiction comprende: Leo Gullotta (Don Bruno), Beppe Fiorello (Ettore), Antonia Liskova (Anja), AdrianoTodaro (Francesco), Marcello Mazzarella (Walter), Sonia Aquino (Giulia), Cesare Bocci (Giorgio), Dragan Bjelogrlic (Novak) e Gianluca Gregghi (Carlo).

Bellissima, il nuovo spettacolo del Bagaglino da stasera su Canale 5 con otto primedonne

Su Canale 5 torna il classico appuntamento con la scanzonata satira del Bagaglino: da questa sera e per i prossimi quattro sabati alle 21.10 va in onda Bellissima il nuovo spettacolo firmato da Pier Francesco Pingitore.

Lo show, che non potrà contare sul compianto Oreste Lionello e sul bravissimo Leo Gullotta, metterà in scena una serie di gare tra donne: quattro bionde, Valeria Marini, Justine Mattera, Angela Melillo, Manila Nazzaro, e quattro more, Pamela Prati, Antonella Mosetti, Silvia Burgio e Nina Moric si sfideranno per dimostrare quale categoria sia la la migliore. Il giudizio finale, come sempre, spetterà al pubblico da casa attraverso il televoto.

A dettare i tempi sul palco ci sarà ancora una volta Pippo Franco, a cui spetterà il compito di gestire le gare e di introdurre le gag dei comici e degli imitatori della compagnia: confermati Martufello, Mario Zamma, Carlo Frisi e Manlio Dovì, ritornerà dopo anni Maurizio Mattioli, esordirà sul palco del salone Margherita Salvatore Marino. A completare il cast ci saranno: Maurizio Battista, Gianluca Ramazzotti, Giacomo Battaglia, Luisi Miseferi, Jean Micheal Danquin e un nutrito corpo di ballo.

A marzo torna il Bagaglino con l’aggiunta di Mattioli, Marino e forse della Gregoraci

A fine marzo su Canale 5 torna per quattro puntate, o giovedì o sabato, il consueto (forse un po’ logoro) appuntamento con la satira politica e di costume del Bagaglino.

Andiamo con ordine: insieme a gli storici protagonisti come Pippo Franco, Leo Gullotta e Oreste Lionello, ci sarà nuovamente anche Maurizio Mattioli e probabilmente la new entry di Salvatore Marino.

Anche quest’anno, lo spettacolo trasmesso dal Salone Margherita di Roma, non presenterà in scena soltanto sketch più o meno riusciti, ma anche momenti di ballo e canto, in cui si esibiranno le belle primedonne della compagnia Manila Nazzaro, Antonella Mosetti, Silvia Burgio e Justine Mattera, che dovrebbero essere affiancate da quattro volti noti della tv.

In questo mondo di ladri questa sera su Canale 5

Questa sera su Canale 5 in prima serata verrà riproposta la commedia, diretta da Carlo Vanzina, In questo mondo di ladri, già trasmessa dalla stessa rete più di quattro anni fa.

La storia della fiction ambientata a Milano è presto detta: un gruppo di cinque onesti lavoratori, il bancario Fabio (Carlo Buccirosso), il ristoratore Walter (Max Pisu), la mantenuta Monica (Valeria Marini), il cinematografo Nicola (Biagio Izzo) e il chirurgo Lionello (Enzo Iacchetti), rimasti vittima di una truffa immobiliare (hanno acquistato una multiproprietà a Livigno in un residence che non è mai stato costruito), non ottenendo giustizia, decide di imbrogliare la banca in cui lavora Fabio, simbolo di un sistema in cui la disonestà trionfa.

Una volta che Lionello si ritira entra in gioco il suocero di Ncola, il colonnello in pensione Leonardo (Leo Gullotta). Della partita entra a farne parte anche Gastone (Ricky Tognazzi), un truffatore professionista agli arresti domiciliari,che diviene subito il cervello della squadra.

Tatami: torna Camilla Raznovich questa sera su Raitre

Camilla Raznovich, ex volto noto di Mtv e La7, torna stasera con la nuova edizione di Tatami.

Il talk show, giunto alla seconda edzione, anche quest’anno affronterà temi scottanti della nostra società. La prima puntata si apre con l’indagine sulle recenti riforme scolastiche e le politiche dei divieti nei confronti degli alunni: parteciperanno al dibattito Giorgia Meloni (Ministro della gioventù), lo scrittore Andrea Bajan e, in collegamento da Mantova, il suo collega francese, Daniel Pennac.

Sul Doppiaggio – 4 – Il periodo d’oro

Negli stabilimenti della Cines, nel 1932, si iniziano a doppiare una quantità impressionante di pellicole, anche di quelle un tempo insonorizzate. La forte domanda di doppiaggio comporta non solo l’interesse per il cinema di molti industriali, che lo vedono come un ottimo campo in cui investire, ma anche uno stimolo a migliorarsi qualitativamente per non perdere mercato.

Seguendo l’esempio della Cines sorgono, tra il 1932 e il 1933, diversi stabilimenti di post-sincronizzazione: l’ingegner Gentilini fonda la Fotovox e affida la direzione a Franco Schirato, che già aveva lavorato a Jointville al che decide di lasciare il teatro per dedicarsi unicamente al doppiaggio; Vince Sorelli apre la Itala Acustica; l’ingegner Persichetti fonda la Fono Roma.

E’ proprio quest’ultimo che si contraddistingue come vero e proprio impresario delle voci: crea un gruppo stabile di attori, pagandogli uno stipendio per la loro nuova professione di doppiatori. Il nuovo lavoro inizia ad attrarre gli attori perché dà la possibilità a questi di stabilirsi definitivamente in una città e di poter guadagnare anche 500 lire al mese. La Fox, la Warner e la Paramount a questo punto ritengono che sia più conveniente far doppiare i propri film alla Fono Roma piuttosto che creare un proprio stabilimento in Italia.

Arriva il Bagaglino in TV. Facciamo i bagagli e fuggiamo?

Billy Wilder durante le riprese del suo film Avanti! Disse che aveva lavorato con un grande attore italiano che avrebbe fatto strada. Quella giovane promessa era Pippo Franco! Cosa penserebbe oggi di lui il grande regista se lo vedesse da Sabato 12 Gennaio alle 21.10 su Canale5 ,nell’ennesimo noioso spettacolo del Bagaglino?

Gabbia di matti è il nuovo spettacolo, solo nel nome non preoccupatevi, di Pierfrancesco Pingitore che ci terrà compagnia per 6 settimane sulla rete ammiraglia Mediaset.

A gestire la truppa come sempre Pippo Franco accompagnato ancora una volta da Aida Yespica.