Bagaglino, cala il sipario: sfrattato dal Salone Margherita

di Massimo Galanto Commenta

Dopo quarantasei anni di attività cala il sipario definitivamente sul Bagaglino. La compagnia di cabaret, fondata da Pier Francesco Pingitore e Mario Castellacci lascia il Salone Margherita per decisione unilaterale della società che gestisce il teatro. Lo rende noto un comunicato stampa in cui si precisa che comunque anche l’addio sarà all’insegna delle risate e della festa. Sarà però Elle, prestigioso locale di via Veneto, ad ospitare il 4 ottobre, alle ore 21, il Bagaglino. Mentre al Margherita per la prima volta dal 1965 la stagione si aprirà con un altro spettacolo in cartellone e un’altra compagnia di giro.

Il Bagaglino iniziò nel 1965 in una umida cantina a vicolo della Campanella, nei pressi di Piazza Navona. Nel ’72 invece si concretizzò il trasloco al Salone Margherita. Poi dagli anni Ottanta lo sbarco in tv, prima in Rai, poi a Mediaset. La compagnia formata dai vari Oreste Lionello, Pippo Franco, Pino Caruso, Leo Gullotta, Enrico Montesano portò al successo il cabaret considerato di destra. Poi, dopo Valeria Marini e Pamela Prati, nel 2009 le telecamere si sono spente, e nonostante il discreto seguito teatrale, il Salone Margherità ha deciso per lo sfratto. Motivo? Incassi buoni, ma non esaltanti come quelli dei bei tempi. Quelli in cui nelle prime file in sala sedevano i politici divertiti dalla presa in giro fatta sul palco del Palazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>