Almost true: su Raidue la seconda stagione

Torna, da stasera alle 23.50 su Rai 2, la seconda stagione di Almost True, il mockumentary di Carlo Lucarelli, che racconta storie paradossali, in bilico tra realtà e fantasia. Anche in questa nuova edizione il giornalista guida i telespettatori in un viaggio alla scoperta del lato oscuro di alcuni personaggi dello spettacolo e della storia, suggerendo “verità alternative”, svelando “retroscena” misteriosi, suggerendo storie fantastiche e “smascherando” complotti segreti.

Almost true su Raidue

Debutta, stasera alle 23.25 su Raidue, Carlo Lucarelli con Almost true, il programma che accompagna i telespettatori in un viaggio alla scoperta del lato oscuro dei miti della musica e dello spettacolo, suggerendo “verità alternative”, “svelando retroscena” misteriosi, suggerendo storie fantastiche, “smascherando complotti segreti”.

Luisella Costamagna: “Enrico Mentana ha acceso La7”

La sensazione è che detesti terribilmente il suo compagno di conduzione Luca Telese. Ma lei, Luisella Costamagna, che in passato ha collaborato con Michele Santoro e con Maurizio Costanzo, invece si limita a parlare di “frecciatine virate all’ironia“. Lei Fata Turchina per Telese, lui Pinocchio per la Costamagna (“A volte lui si offendo un po’, come quando l’ho chiamato Pinocchio” rivela la giornalista); la giornalista piemontese non se la sente di attaccare le veline, ma ammette che il problema è reale:

Ascolti Tv lunedì 3 gennaio 2011: Grande Fratello vince la serata grazie a 5.600.000 spettatori

La serie di speciali di Superquark, come sempre condotti da Piero Angela, continua il suo percorso tortuoso. Anche nella serata di ieri, il programma di Rai1 ha dovuto soccombere al competitor e arrendersi al reality per eccellenza. Canale5 si aggiudica, quindi, la serata grazie al Grande Fratello, condotto da Alessia Marcuzzi, le cui dinamiche hanno appassionato 5.606.000 spettatori, pari a uno share del 25,42%. La puntata di Superquark, dedicata ad Antonio Meucci, invece, ha raccolto i consensi di 3.628.000 spettatori, con uno share pari al 13.95%.

Una speciale puntata vip di Solo per amore, il nuovo programma di Monica Setta, non ha solleticato abbastanza la curiosità dei telespettatori riguardo le storie d’amore di personaggi famosi. Il programma di Rai2, quindi, si è dovuto fermare a 2.183.000 spettatori, pari a uno share dell’8.41%. Meglio Italia1, che vince lo scontro diretto con una pellicola: il film d’avventura, La mummia – Il ritorno, con Arnold Vosloo e Brendan Fraser, è stato scelto da 3.044.000 spettatori, con uno share pari al 12.26%.

Il sali e scendi del nuovo programma di Carlo Lucarelli continua imperterrito. Dopo l’ascolto soddisfacente conseguito sette giorni fa, la puntata di ieri di Lucarelli racconta si è dovuta accontentare di 1.507.000 spettatori, pari a uno share del 5.60%. Anche Rete4 ha avuto la meglio, sulla terza rete di Stato, grazie a un film, Evelyn, con Pierce Brosnan e Aidan Quinn, che ha suscitato l’interesse di 2.622.000 spettatori, con uno share pari al 9.89%. Su La7, il film drammatico, Il deserto dei Tartari, con Giuliano Gemma e Vittorio Gassman, ha racimolato 501.000 spettatori, pari a uno share del 2.13%.

Ascolti Tv lunedì 27 dicembre 2010: Grande Fratello vince la serata grazie a più di 4.800.000 spettatori

Le festività natalizie non hanno fermato il Grande Fratello, in cerca di rivincita dopo una stagione costellata da ascolti non esaltanti e regolari sconfitte con i vari competitor. Stavolta, per contrastare il reality più famoso della tv, Rai1 si è affidata alla replica della versione televisiva di Pinocchio: il romanzo di Collodi ha tenuto incollati agli schermi 4.339.000 spettatori, pari a uno share del 16.36%. Vittoria di misura, quindi, per il reality show condotto da Alessia Marcuzzi che permette a Canale5 di aggiudicarsi la serata, grazie a 4.875.000 spettatori, con uno share pari al 21.83%, conquistati.

Per il secondo lunedì consecutivo, Italia1 si è affidata ad Aldo, Giovanni e Giacomo e, anche questa volta, il pubblico ha dimostrato di gradire la riproposizione dei loro film migliori: Così è la vita ha nuovamente divertito ben 3.396.000 spettatori, pari a uno share del 13.02%. Sconfitto, il programma revival offerto da Rai2, Emozioni che, raccontando la storia dei Pooh, ha, comunque, fatto la sua eccellente figura, grazie a 2.763.000 spettatori, con uno share pari al 10.25%.

Anche Rete4 ha tentato di andare sul sicuro e per sconfiggere il diretto concorrente ha fatto nuovamente affidamento al Padrino: il film Il padrino – Parte III, con Al Pacino e Diane Keaton si è assicurato 1.749.000 spettatori, pari a uno share dell’8%. La pellicola di Rete4, però, non ha fatto i conti con la netta ripresa del programma di Carlo Lucarelli. La puntata di ieri di Lucarelli racconta, infatti, è stata vista da 2.039.000 spettatori, con uno share pari al 7.59%. La7 e il suo serial Leverage sono riusciti a racimolare 567.000 spettatori, con uno share del 2.03%, per l’episodio dal titolo Il falcone maltese, 544.000 spettatori, con uno share del 2.09%, per l’episodio intitolato Un lavoro dietro le sbarre, e 557.000 spettatori, con uno share del 2.79%, per l’episodio dal titolo Una password per la libertà.

Ascolti Tv lunedì 20 dicembre 2010: Paura di amare vince la serata grazie a 7.100.000 spettatori

Pronostici rispettati con la fiction targata Rai1 che conclude il suo giro di giostra in modo trionfale, con un numeri da spavento, in costante ascesa. L’ultima puntata di Paura di amare, infatti, si aggiudica la serata, conquistando ben 7.110.000 spettatori, pari a uno share del 26.41%. Il Grande Fratello 11, purtroppo per lui, soccombe nuovamente al predominio del competitor, perdendo anche questo lunedì. L’11esima edizione del reality di Canale5, condotto da Alessia Marcuzzi, non riesce a fare il definitivo salto di qualità, con la puntata di ieri che si è fermata a 4.344.000 spettatori, con uno share pari al 19.82%.

La serata rewind di Rai2 registra un leggero calo rispetto a lunedì scorso: Senza traccia, infatti, si porta a casa 2.351.000 spettatori, con uno share dell’8.30%, grazie all’episodio dal titolo Acque profonde, 2.702.000 spettatori, con uno share del 9.80%, con l’episodio intitolato Connessioni, e 2.288.000 spettatori, con uno share del 9.86%, che hanno visto l’episodio intitolato Conta su di me. Italia1 vince lo scontro diretto grazie al film comico di Aldo, Giovanni e Giacomo, Tre uomini e una gamba, che ha divertito nuovamente 3.185.000 spettatori, con uno share pari al 12.05%.

I risultati d’ascolto già non erano irresistibili prima, il programma di Carlo Lucarelli su Rai3, purtroppo, subisce un crollo verticale. La nuova puntata di Lucarelli racconta, infatti, è stata vista da appena 1.184.000 spettatori, pari a uno share del 4.35%. A scontrarsi e battere Lucarelli, anche questa settimana, c’è stato il padrino: 1.710.000 spettatori, con uno share pari all’8.97%, hanno visto, infatti, su Rete4, Il padrino parte II, con Robert De Niro e Al PacinoGad Lerner, infine, su La7, con la puntata di ieri de L’infedele, ha racimolato 813.000 spettatori, pari a uno share del 3.49%.

Ascolti Tv lunedì 13 dicembre 2010: Le cose che restano vince la serata grazie a 5 milioni di spettatori

La fiction di Rai1 continua ad essere indigesta per la concorrenza mentre l’undicesima edizione del reality più famoso e longevo della tv italiana non riesce proprio a fare il definitivo salto di qualità. Gli ascolti del Grande Fratello, condotto, come sempre, da Alessia Marcuzzi, restano un po’ stagnanti e gli spettatori che hanno assistito all’eliminazione di Ilaria e non solo, sono stati 4.694.000 spettatori, pari a uno share del 21,82%. La prima puntata de Le cose che restano, invece, permette a Rai1 di aggiudicarsi la serata in valori assoluti, senza strafare, tenendo incollati agli schermi, 5.069.000 spettatori, con uno share pari al 18,80%.

Profumo di già visto per quanto riguarda le seconde reti: la serata rewind di Rai2 con gli episodi in replica di Senza traccia, a sorpresa, straccia il film di Italia1. Senza traccia, infatti, raccoglie 2.645.000 spettatori, con uno share del 9.46%, con il primo episodio Indietro non si torna, 2.878.000 spettatori, con uno share del 10.57%, con il secondo episodio Senza di te, e 2.558.000 spettatori, con uno share del 11.50%, con il terzo episodio Dov’è Kathy?. Su Italia, il film fantasy Jumanji, con Bradley Pierce e Kirsten Dunst, perde lo scontro diretto, ottenendo comunque 2.543.000 spettatori, con uno share pari al 9.75%.

Il nuovo programma di Carlo Lucarelli cresce leggermente ma è ancora un po’ troppo timido sul fronte ascolti: solo di 1.793.000 spettatori, pari a uno share del 6.73%, è il bottino incassato da Rai3 con Lucarelli racconta. Un risultato leggermente maggiore per Rete4 che ha conquistato 1.869.000 spettatori, con uno share pari al 9.29%, grazie al film cult Il padrino, con Marlon Brando e Al Pacino. Ottimo risultato per L’infedele, Gad Lerner, che, in onda su La7, ottiene ben 1.219.000 spettatori, pari a uno share del 5.09%.

Ascolti Tv lunedì 6 dicembre 2010: Paura d’amare vince la serata grazie a 6.500.000 spettatori

Lo spauracchio di Vieni via con me e dei suoi ascolti da finale di Coppa del Mondo è svanito, per il bene delle reti ammiraglie che possono, così, tornare a duellare senza terzi incomodi alle spalle. La terza puntata della fiction di Rai1, Paura d’amare, dopo essersi aggiudicato due domeniche, a suon di milioni di spettatori, debutta di lunedì e surclassa decisamente il Grande Fratello. La fiction, infatti, vince la serata grazie a 6.575.000 spettatori, pari a uno share del 24.22%. Il reality più famoso della tv, condotto da Alessia Marcuzzi su Canale5, si ferma, invece, a 4.545.000 spettatori, con uno share pari al 20.56%.

La serata rewind di Rai2 continua con i suoi risultati d’ascolti senza infamia nè lode: i 3 episodi di Senza traccia hanno conquistato 2.333.000 spettatori, con uno share dell’8.22%, con il primo episodio Solo per me, 2.155.000 spettatori, con uno share del 7.81%, con il secondo episodio Verità nascosta, e 1.966.000 spettatori, con uno share dell’8.54%, con il terzo episodio Una tranquilla città di provincia. Italia1, anche ieri sera, si aggiudica, seppur di poco, lo scontro diretto, grazie alla prima parte del film tv El dorado – La città perduta, che ha interessato 2.421.000 spettatori, con uno share pari all’8.93%.

Ad aver avuto l’onere di sostituire Fazio e Saviano, è stato Carlo Lucarelli, con il suo nuovo programma Lucarelli racconta. La puntata d’esordio, però, è stata alquanto deludente: solo 1.591.000 spettatori, pari a uno share del 5.85%, si sono, infatti, sintonizzati su Rai3. Una serata leggera, invece, per chi ha scelto Rete4, grazie a Renato Pozzetto e al film, Il ragazzo di campagna, un evergreen che ha portato alla terza rete Mediaset, 2.014.000 spettatori, con uno share pari al 7.43%. Ascolti praticamente raddoppiati per Gad Lerner: L’infedele, in onda su La7, ha raccolto, infatti, 930.000 spettatori, pari a uno share del 4.02%.

Lucarelli racconta su Raitre

Da questa sera su Raitre andrà in onda Lucarelli Racconta, il programma d’attualità in cinque puntate condotto da Carlo Lucarelli, che vuole raccontare alcune delle più intricate vicende della società italiana.

In ogni puntata lo scrittore ripercorrerà alcuni degli eventi più oscuri della nostra storia, con il suo appassionante stile narrativo, spiegherà collegamenti che spesso rimangono nascosti o vengono archiviati e intervisterà un personaggio che aprirà e chiuderà il tema trattato.

I titoli delle cinque puntate sono: Nelle mani dello Stato (introduzione affidata a Daniele Silvestri; si raccontano luoghi diversi collegati allo stato, dalle caserme alle questure, dalle carceri ai reparti penitenziari degli ospedali, e le storie di Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi); La trattativa (ci sarà Andrea Camilleri in apertura e in chiusura; la puntata sarà dedicata alla trattativa tra lo Stato e la Mafia e alle stragi sanguinose che ci sono stati negli scorsi anni); La morte sul lavoro (prologo affidato ad Ascanio Celestini; descrizione della precaria sicurezza che esiste nell’universo del lavoro), La mala del Brenta (intervista al giallista Massimo Carlotto; la storia di Felice Maniero e della sua organizzazione criminale), La quarta mafia (intervista a Don Luigi Ciotti; descrizione della Sacra Corona Unita).

Palinsesti Autunno 2010 Raitre: cambia il daytime e arrivano A onor del vero, Vieni via con me, Hotel Patria, Ritorno al futuro, Zaum e Gene Gnocchi Show

Ieri sera a Milano sono stati presentati agli inserzionisti della Sipra i palinsesti per l’autunno 2010 di Raiuno, Raidue e Raitre. La terza rete Rai è quella che cambia più di tutte. Scopriamo come.

DAYTIME
Il mattino è completamente ridisegnato: si comincia con A onor del vero, un nuovo programma di attualità condotto da Andrea Vianello in onda dalle 9 alle 11 al posto di Cominciamo Bene che è stato soppresso; si prosegue con un nuovo talk show condotto da Michele Mirabella dal lunedì al giovedì alle 11.00 che racconterà ogni caratteristica, positiva e negativa, della popolazione italiana; a seguire Le storie, con Corrado Augias chje incontra personaggi di spicco della letteratura, dello spettacolo e dell’attualità. Il pomeriggio regala tre ore di Geo e Geo, dalle 16 alle 19 (che fine fa la tv dei ragazzi?). Nel preserale a Blob si aggiunge Zaum (montaggio di testi, frammenti, narrazioni della memoria cinetelevisiva secondo la provocazione e l’urgenza quotidiana o settimanale) che precede Un posto al sole (Agrodolce che fine ha fatto?).

DAYTIME WEEKEND
Alle 12.55 di domenica è confermato lo spazio dedicato ai Racconti di vita di Giovanni Aversa; alle 14.50 del sabato torneranno Quelli di Caterpillar, seguito da Tv Talk.

L’ispettore Coliandro 4 su Raidue

Da questa sera su Raidue va in onda la quarta stagione, composta solo da due puntate (metà rispetto alle precedenti), de L’ispettore Coliandro, la serie poliziesca scritta da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, diretta dai Manetti Brothers, che ha come protagonista assoluto Gianpaolo Morelli.

Nei due nuovi episodi girati a Bologna, intitolati 666 e Anomalia 21, reciteranno anche Giuseppe Soleri (l’agente Gargiulo), Paolo Sassanelli (l’ispettore Gamberini), Veronica Logan (il sostituto procuratore Longhi), Alessandro Rossi (il Commissario De Zan), Caterina Silva (l’ispettore Bertaccini), Massimiliano Bruno (l’ispettore Borromini). Le guest star saranno Myriam Catania (Vanessa in 666), Dalila Ansaloni (Angelica in 666) e Gilda Lapardhaja (Jelena in Anomalia 21).

C’è grande polemica intorno alla decisione della Rai, che aveva già acquistato le sceneggiature dei due episodi successivi, di non continuare L’ispettore Coliandro,  di usare la serie come tappabuchi, nell’infelice collocazione del venerdì sera (non adatta, visto che il target a cui si riferisce la sera esce) e di invertire i due unici episodi (per non parlare di sette sataniche a ridosso del venerdì santo) facendo saltare la linea temporale della storia. Giampaolo Morelli a Tv Sorrisi e canzoni dice:

Almost True su Deejay Tv

Parte questa sera su Deejay Tv, alle 21.30, Almost True – l’altra storia del rock, il nuovo programma condotto da Carlo Lucarelli: il mokumentary racconterà i misteri, le storie segrete, le curiosità del mondo del rock attraverso la voce del giallista, esperto romanziere e appassionato di musica, che proporrà materiali d’archivio, interviste ed articoli di giornali legati all’argomento trattato.

Ogni puntata verterà su omicidi, suicidi, sparizioni e tutto ciò che ha sempre alimentato il mondo della musica rock e dei suoi personaggi, quelli considerati dannati, perché dall’animo tormentato e dalle vite travagliate.

La storia del teatro ne Il Loggione, alla scoperta di Sorrento con Linea Blu, il caso Gomorra a Blu Notte

Se la televisione fosse lo specchio della nostra Italia, la mia rubrica non esisterebbe affatto. Per fortuna che tra tanta spazzatura mediatica, si scorge in lontananza qualche spiraglio di “buona televisione”. Anche se, mi rendo conto, che spesso programmi veramente “interessanti“, sono rilegati in orari assurdi (seconda o terza serata, la mattina) a discapito del povero telespettatore, che per vedere un pò di sana tv deve fare le ore piccole o grosse levatacce prima di andare a lavoro. Ecco le tre trasmissioni che vale la pena segnalare negli ultimi sette giorni.

Il Loggione di Canale 5 dedica la puntata al Nabucco in scena al Verdi Festival 2009 Concerti e opere, scelti tra i più prestigiosi in scena nei teatri italiani, vengono offerti agli appassionati, come occasione per vivere a fondo l’atmosfera e l’emozione di uno spettacolo dal vivo, respirando il vero umore delle sale e assaporando la magia dell’interpretazione. Una sorta di “posto a teatro” che, sotto la guida competente del curatore Vittorio Testa, riceveranno inoltre spiegazioni sui contenuti degli spettacoli, arricchite da interviste agli interpreti e ai direttori d’orchestra.

Blu Notte, Carlo Lucarelli tra i misteri italiani

Da questa sera su Raitre va in onda il programma Blu Notte, programma condotto da Carlo Lucarelli giunto alla sua nona edizione: la trasmissione va in onda in prima serata, ore 21.10.

Il programma segue un percorso di approfondimento e ricostruzione di alcune delle più controverse vicende della storia italiana: in particolare nella puntata in onda questa sera Lucarelli affronterà il tema della loggia massonica della P2, creata da Licio Gelli all’inizio del secolo scorso. Oltre a ciò verranno anche affrontate la vicenda controversa del ritrovamento in Calabria della così detta nave dei veleni, l’assassinio della giornalista assassinata in SomaliaIlaria Alpi e del clan mafioso dei Casalesi.

Carlo Lucarelli ed il suo gruppo di lavoro anche per questa nuova stagione sapranno affrontare le tematiche più scottanti, fatti di cronaca mai chiariti, veri e propri misteri ad oggi senza soluzione: cercheranno di individuare e raccontare i nodi storici e politici, ma soprattutto gli uomini e le scelte da cui deriva l’attuale situazione italiana.