Dopo Belen, Stefano de Martino ospite a Verissimo: quando Santiago?

Dopo Belen Rodriguez, a Verissimo Silvia Toffanin ospita Stefano de Martino. Se Santiago, il figlio della coppia più paparazzata del mondo, sapesse parlare, avremmo potuto scommettere su di lui come prossimo ospite di Verissimo. Ma ha solo poche settimane e alla Tofanin non resta che aspettare. Nell’attesa, alla vigilia della festa della mamma, il neo papà Stefano de Martino si racconterà questo pomeriggio su canale 5. Barbara D’urso, Nek, Vladimir Luxuria, Giulia Bevilacqua e Antonella Mosetti tra gli altri ospiti. Puntatona, questa di Verissimo, oggi sabato 11 maggio 2013. 

La scimmia su Italia 1

Oggi, alle ore 14:05 su Italia 1, andrà in onda la prima puntata del learning show di Mediaset, La scimmia, prodotto dalla Taodue e condotto dall’attrice Giulia Bevilacqua. Ospite della prima puntata sarà l’attore comico Checco Zalone.

Il delitto di via Poma su Canale 5

Il 7 agosto del 1990 in un condominio del quartiere Prati, a Roma, in Via Poma 2, al terzo piano, nell’ufficio dell’Aiag, Simonetta Cesaroni veniva assassinata con 29 colpi inferti da un arma a doppio taglio. Oggi, a 21 anni di distanza, la III corte d’Assise di Roma ha condannato Raniero Busco, il fidanzato della ragazza allora ventunenne, a 24 anni di carcere e al pagamento delle spese processuali. Ma inquirenti, criminologi, giornalisti, pm e giudici aspettano con ansia il risultato della corte d’Appello perché convinti che le prove siano insufficienti ad inchiodare l’uomo.

Una coppia quasi perfetta, Bentornato Nero Wolfe, Tutti i giorni della mia vita, Famiglia Italiana, Terra Ribelle 2: novità

Foto: AP/LaPresse

Prossimamente su Canale 5 andrà in onda Una coppia quasi perfetta, una serie in dodici puntate creata e interpretata da Kaspar Kapparoni, che annovera nel cast Sergio Assisi, Luca Ward e Fabio Ferri e due attori internazionali. La fiction, prodotta da Italia, Germania, Francia e Spagna, racconta la storia di un conte tedesco collezionista d’arte e di un ladro che, dopo aver rischiato di finire in galera, collaborano insieme nel recupero delle opere d’arte, prendendo ordini da una donna bellissima e inflessibile.

Anna Valle affiancherà Neri Marcorè in Tutti i giorni della mia vita, la comedy sentimentale in sei puntate diretta da Luca Ribuoli che verrà girata a fine giugno e andrà in onda prossimamente su Raiuno.

Teresa Mannino si è aggiunta al cast di Famiglia Italiana, la fiction prodotta da Wilde Side in collaborazione con Taodue, incentrata su due famiglie, una del sud e l’altra del nord, proprietarie di due ristoranti. I protagonisti della serie, che andrà in onda prossimamente su Canale 5, sono Fabrizio Bentivoglio e Giorgio Tirabassi.

Manuela Arcuri, Laura Torrisi o Francesca Neri per interpretare Laura Antonelli, Giulia Bevilacqua in due fiction, il cast del biopic Walter Chiari

La vita di Laura Antonelli diventerà una miniserie televisiva in sei parti prodotta dalla Ares Film di Teo Losito e Patrizia Marrocco, che andrà in onda su Mediaset. Per interpretare l’attrice si fanno i nomi di Francesca Neri, Manuela Arcuri e Laura Torrisi. (fonte Il Mattino)

Giulia Bevilacqua reciterà in due nuove serie una per Mediaset e una per la Rai: su Canale 5 affiancherà Claudio Amendola nel thriller in quattro puntate Dov’è mia figlia, mentre per la Rai pare stia trattando per un ruolo in Nero Wolfe. (fonte Asca)

Ricky Memphis in Tutti pazzi per amore 3, Daniele Liotti confermato in Distretto di Polizia 11, Claudio Amendola e Christian De Sica: nuovi progetti

Foto: AP/LaPresse

Ricky Memphis entrerà a far parte del cast della terza stagione di Tutti pazzi per amore 3. A rivelarlo è Vanity Fair che svela alcuni dettagli: l’attore sarà il fidanzato di Martina Stella che tradisce la toscana con Carlotta Natoli/Monica. Le riprese partiranno a Roma a febbraio, dureranno otto mesi e continueranno anche durante la messa in onda, prevista per ottobre 2011.

Memphis avrebbe dunque declinato l’invito a partecipare all’undicesima stagione di Distretto di Polizia. Al suo posto è stato confermato Daniele Liotti (fonte Asca). Le sceneggiature della serie sono quasi state ultimate e a breve inizieranno le riprese.

Claudio Amendola sarà il protagonista di Dov’è mia figlia, la fiction mediaset diretta da Monica Vullo, con Giulia Bevilacqua, in cui l’attore romano si calerà nei panni del padre di una bambina improvvisamente scomparsa.

Distretto di polizia, Giulia Bevilacqua: “Gli stimoli cominciavano a venire meno”

Foto: AP/LaPresse

Giulia Bevilacqua parla della sua carriera in un’intervista rilasciata a Panorama: l’attrice spiega i motivi che l’hanno portata ad abbandonare il cast di Distretto di Polizia:

Amo Distretto, mi ha permesso di conoscere il mio compagno e ho trovato degli amici. Solo che dopo cinque anni gli stimoli cominciavano a venire meno. Il primo anno è stato il migliore. Sono entrata in un gruppo già formato: c’erano Ricky, Giorgio, Claudia e Simone. Era un cazzeggio continuo: loro vivono questo lavoro come lo vivo io: come un gioco da grandi. Però, se la gente si abitua troppo a vederti sul piccolo schermo e ti identifica con un personaggio, poi registi e produzioni cinematografiche faticano a sceglierti come protagonista.

Distretto di Polizia 10, riassunto decima puntata

Nella decima puntata della serie tv Distretto di Polizia 10 intitolata Insoliti sospetti, Andrea Greco viene trovato deceduto, era l’unico sospettato come serial killer e stalker di Barbara, Luca Benvenuto continua a seguire la traccia dei rapporti sospetti tra l’assessore Gregori e l’avvocato Balsamo, per far tornare in servizio Giulia Corsi: Balsamo intanto intende tendere una trappola a Remo Damiani, entrato in possesso delle fotografie che ritraggono l’avvocato insieme all’assessore. Gabriele è convinto che lo stalker di Barbara sia il suo ex marito Roberto, sono molti gli elementi concordanti e decidono di dirlo alla collega: Barbara non crede loro, si fida dell’ex marito.

Gregori viene interrogato in commissariato, viene colto in flagranza mentre si trovava in atteggiamenti intimi con un minorenne: viene messo agli arresti domiciliari, mentre la polizia postale setaccia il suo computer per trovare altri indizi. Viola moglie di Remo viene rapita per conto di Balsamo, in cambio vuole che le fotografie in possesso di Remo vengano distrutte ma Remo riesce a scappare con le fotografie: Barbara scopre che Roberto è implicato negli omicidi del serial killer, Gabriele prova a fermarlo ma questi scappa. Barbara adesso viene posta sotto controllo da Gabriele, vuole occuparsi di lei: Roberto colpisce Gabriele alle spalle e lo lascia svenuto a terra, entra in casa di Barbara per cercare di parlarle.

Alle spalle però arriva Valeria, la cameriera di Barbara, e lo colpisce con un coltello: rivela di essere innamorata da tempo di Andrea e di averlo sempre coperto, vuole uccidere Barbara rea di aver rovinato i suoi piani. Mentre si appresta a colpirla interviene nuovamente Roberto che con le sue ultime forze ferma la donna, che viene poi colpita da un colpo di pistola sparato da Gabriele. Barbara chiede scusa a Roberto per aver dubitato di lui, Roberto aveva capito tutto dalla comparazione delle lettere inviate da Valeria a Greco in carcere, con la lista della spesa. In Commissariato intanto Marta bacia Ugo, mentre Vittoria esce a cena con un vecchio amico che non vedeva da anni, cui non resta molto da vivere. L’assessore Gregori si suicida sparandosi con un colpo alla tempia.

Distretto di polizia 10 riassunto nona puntata

Nella nona puntata della serie tv Distretto di Polizia, intitolata Un sospetto pericoloso, Giulia Corsi viene aggredita dall’avvocato Balsamo che però cerca di far credere alle autorità il contrario: racconta che Giulia era armata e nascosta, piena di rabbia e che lo teneva sotto tiro da giorni. Del resto l’indagine di Giulia non era stata autorizzata, Luca Benvenuto ed il PM non sanno cosa pensare: Luca vuole indagare, trova il proiettile sparato nella colluttazione, è uno dei loro in dotazione. Continuano le indagini su Antonella Proietti, Barbara segue la strada del serial killer, anni prima si erano verificati casi analoghi e accanto alle vittime erano state trovate delle monetine.

Viene chiamato in commissariato il dottor Roberto Magni, aveva seguito le indagini sul serial killer insieme a Barbara ma quest’ultima è convinta che Magni si sia sbagliato: il presunto killer, Andrea Greco, però è stato assolto in appello per non aver commesso il fatto. Barbara, ex moglie di Magni, dovrà collaborare con lui, ma il rapporto tra i due sono tesi: intanto giungono gli esiti sul proiettile rinvenuto, il colpo è partito dalla pistola di Giulia, il PM vuole applicare nei suoi confronti una misura interdittiva. Luca è convinto dell’innocenza di Giulia e cerca degli elementi sui quali indagare: l’amico con il quale Balsamo si incontrava potrebbe essere un punto di partenza.

Tutte le prove a carico di Greco erano solamente indiziarie, una delle sue prime vittime, Valeria, si è salvata miracolosamente: Pietro decide di andare ad interrogarla con Gabriele, scoprono che tutte le vittime erano state ad una serata incontro per single. Barbara agisce in borghese insieme a Pietro e Gabriele: anche Greco va alla serata, parla con Barbara e poi si reca a casa sua. I due si accordano per andare il giorno seguente in un centro benessere: Greco non si presenta ma a causa di un disguido Barbara viene spostata in un’altra cabina, la ragazza che si trovava nella sua cabina invece viene uccisa. Luca trova il tappo della macchina fotografica di Giulia nella stanza dove la donna osservava Balsamo: ma della macchina fotografica nessuna traccia.

Distretto di Polizia 10, riassunto ottava puntata

Nell’ottava puntata della serie tv Distretto di Polizia 10, intitolata All’ultimo secondo, Remo deve uccidere Giulia Corsi per conto dell’avvocato Balsamo, Pietro e Gabriele hanno il compito di scortarla per evitare tragedie: intanto viene trovato il cadavere di una ragazza, strangolata, nessun documento se non una tessera di riconoscimento di un club, dove scoprono che si tratta di Federica, cameriera nello stesso club. I suoi datori di lavoro non sanno nulla di lei: Pietro e Gabriele perquisiscono il suo appartamento, lussuoso, trovando la fotografia di una villetta. I proprietari della casa affermano di aver subito un furto pochi mesi fa ma le foto le avevano fatte loro stessi e fatte stampare in un laboratorio.

Marco il figlio di Viola incontra suo padre Remo nel bagno della scuola, il quale gli ha lasciato una lettera per la madre, lettera che Vittoria intercetta e riferisce in commissariato: Luca incontra Viola e le dice dell’attentato a Giulia, vuole sapere dove si incontreranno. L’appuntamento è sotto casa di Giulia, la quale arriva poco dopo in taxi, il cecchino accende la bomba che è situata proprio sotto la macchina di Remo: questi se ne accorge, l’obiettivo era anche lui. Luca interviene giusto in tempo, la bomba scoppia senza ferire nessuno, Giulia riferisce che la società che fa capo a Balsamo farà arrivare a Roma una partita di cocaina. Il proprietario del laboratorio dice che le fotografie vengono inviate in un centro fuori Roma, forse è li che si nasconde l’assassino.

Gabriele è innamorato di Barbara, e lo comunica a Pietro affinchè non si metta in mezzo a loro due: relativamente al caso della ragazza assassinata, la pista delle fotografie non porta a nulla di buono meglio analizzare i tabulati telefonici degli ultimi tempi: in tal modo scoprono che Federica organizzava i furti in villa con un ragazzo impiegato nel laboratorio, ma lui dice di non averla uccisa, ne era innamorato. Il test del DNA inchioda il proprietario del pub, aveva perso la testa per Federica, e quando lei l’aveva lasciato la gelosia gli ha dato alla testa.

Distretto di polizia 10, riassunto settima puntata

Nella settima puntata della serie tv Distretto di Polizia 10, intitolata il Terzo estraneo , Giulia Corsi scopre il nome dell’avvocato che ritiene implicato negli affari di Remo Damiani, si tratta di Luigi Balsamo: il pubblico ministero autorizza le intercettazioni ambientali su di lui. Viene trovato il cadavere di Luigi Romagnoli detto Gino, già conosciuto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti: il medico legale dice che la vittima conosceva l’assassino, il colpo è stato sparato di fronte. Analizzando i movimenti bancari della vittima si scopre che Stefano Petrucci, campione di nuoto, gli versava ogni mese mille euro: questi afferma che Gino per lui era come un fratello e che gli versava il denaro per aiutarlo a cambiare vita.

Gabriele fingendosi il tecnico del climatizzatore entra nello studio legale per piazzare delle cimici. Viola intanto viene mandata agli arresti domiciliari, Remo è deciso a scappare con lei mollando gli affari di Balsamo. Pietro e Barbara interrogano anche un amico della vittima, dice che Gino lavorava con un tal Righetti, con il quale aveva organizzato una rapina ad un supermercato: interrogato, Righetti dice di essere stato tutta la sera con Petrucci. L’avvocato Balsamo torna in studio anticipatamente e si rende conto che qualcuno si è introdotto nella stanza, trova la cimice e la distrugge: si reca in commissariato per chiedere spiegazioni ed il pm revoca l’autorizzazione alle indagini.

Grazie a delle foto trovate da Gabriele, che ritraggono la moglie di Petrucci tra le braccia della vittima, si iniziano a chiarire i contorni della storia: la moglie viene interrogata, afferma che Gino e lei erano amanti ma che Petrucci non sapeva nulla, ma nessuno ricattava nessuno. Balsamo incontra il mandante del suo operato che chiede una maggiore precisione negli affari: l’avvocato da la colpa del suo ritardo a un tal Sergio Biondi. Petrucci viene indagato per l’omicidio di Romagnoli, perde la testa e scappa da Righetti, è lui l’omicida, ha agito per denaro: il caso è risolto e Stefano Petrucci decide di chiedere la separazione dalla moglie. Intanto Giulia non demorde, continua a pedinare l’avvocato Balsamo dicendogli di stare attento, lei sa che ha ucciso Paolo e non lo lascerà scappare.

Distretto di polizia 10, riassunto sesta puntata

Nella sesta puntata di Distretto di Polizia 10, episodio intitolato Lontano da qui, Viola rimane ferita a causa di un proiettile sparato da Oscar, mandato da Remo per uccidere Luca Benvenuto: quest’ultimo capisce che Viola mentiva per coprire il marito, Giulia Corsi è nervosa con Luca per averla sempre protetta e coperta. Intanto un ragazzo muore mentre cercava di portare a termine una rapina, ucciso dal proiettile sparato dal proprietario del negozio: il complice Salvatore è riuscito a scappare. Una donna, Carmen, al Decimo Tuscolano si autodenuncia affermando di aver investito un ragazzo uccidendolo: in archivio però l’incidente risulta essere accaduto un anno fa.

Il complice Salvatore Attanasi interrogato afferma di non sapere nulla, intrattiene rapporti con una ragazza, anche lei coinvolta nella rapina. Vittoria scopre che la signora Carmen ha già subito un processo per l’incidente: il marito viene sentito e dice che a causa di quanto accaduto sua moglie ha avuto un grande esaurimento nervoso dal quale non si è più ripresa. Carmen è sempre stata attenta e meticolosa, non si sa spiegare come sia potuto accadere l’incidente. Giulia interroga Viola, le mostra la fotografia trovata nel vecchio baule, Viola non riconosce l’uomo ritratto ma rivela a Giulia che suo marito aveva chiesto informazioni su di lei: Remo litiga con l’avvocato, mandante dell’esecuzione.

Salvatore viene pedinato da Gabriele e Pietro, si incontra con Lorena Pellegrini, la ragazza sua complice: i due organizzano una rapina in un bar, che deve essere eseguita da suo marito Rocco, al termine della quale verrà ucciso. In tal modo Lorena e Salvatore potranno scappare insieme con i soldi realizzati. Vittoria riapre il caso di Carmen, molti indizi non coincidono: nella macchina l’autoradio era presente quando la donna era al volante ma non dopo l’incidente, forse un ladro si era introdotto nell’abitacolo ed ha tolto il freno a mano. Remo incontra suo figlio. Lorena riesce a convincere il marito Rocco a fare la rapina,

Distretto di polizia, riassunto quinta puntata

Nella quinta puntata di Distretto di Polizia 10, episodio intitolato Tsunami, Giulia Corsi è nelle mani del suo rapitore Oscar, al decimo Tuscolano intanto iniziano le operazioni di ricerca, anche dell’assassino della sorella di Barbara: Luca Benvenuto va a casa di Viola, chiede alla donna se sa qualcosa ma lei nega, nega anche di sapere che Remo sia ancora in vita. Luca trova la macchina che trasportava Giulia, vuota: era un’auto rubata con all’interno un gps che ha portato la squadra in una zona di campagna. Il cofano è caldo e Oscar è ferito, non possono essere andati lontani: sono rifugiati in un vecchio casale, individuato dalla centrale, Barbara è la prima ad arrivare al casale seguita da Luca e dal resto della squadra, vorrebbe sparargli ma poi desiste.

Remo avendo visto arrivare la polizia, scappa via: al commissariato arriva la segnalazione della scomparsa di una donna, Maria Ricciardi, segretaria di uno studio legale, il marito il giorno seguente segnala anche la scomparsa della figlia Carolina, salita sul pulmino della scuola e mai arrivato a destinazione. La madre di Viola vorrebbe che la donna rivelasse tutto ciò che sa a Luca ma lei non è convinta: Remo intanto sta pensando al modo di tirare fuori Oscar dal carcere, è preoccupato che l’uomo possa fare la spia. Barbara sta pensando di lasciare la Polizia, Marta cerca di farle cambiare idea ma pare non riuscirci.

Il bidello della scuola dice di aver visto Carolina andar via con un uomo prima di entrare a scuola, Luigi Nardini: Luigi stando a quello che sa il marito di Maria, sarebbe il suo ex marito morto nello tsunami. In ospedale Oscar sta per essere operato ma dentro la sala operatoria sta accadendo qualcosa: il presunto dottore addetto all’operazione in realtà è un amico di Remo che riesce a far fuggire Oscar, uccidendo tutto il personale medico. In commissariato arriva Maria con la figlia scomparsa: era stata la donna a sparire con Carolina, convinta di poter iniziare una nuova vita con Luigi, per poi scoprirsi innamorata del marito. Barbara decide di non mollare tutto ma di dichiarare guerra a Remo Damiani.

Ale & Franz Sketch Show su Italia 1

Da questa sera su Italia 1 andrà in onda Ale & Franz Sketch Show, il varietà condotto e interpretato dal famoso duo comico, all’anagrafe Alessandro Besentini e Francesco Villa, tratto dal format inglese The Sketch Show e da quello australiano Skit House.

Nelle otto puntate (sedici episodi da venticinque minuti l’uno), assisteremo all’alternarsi di più di quattrocento sketch girati in esterna con un’ottantina di gag preparate in studio, della durata che varia dai venti secondi ai due minuti, che hanno come protagonisti anche Alessandro Betti, Giulia Bevilacqua e Katia Follesa, e un ospite famoso a sera (oggi Ambra Angiolini).

Ale e Franz a Tv Sorrisi e canzoni introducono alcune novità del programma come l’assenza di scenografia (“Il vero elemento scenografico è lo studio in quanto tale. Una specia di tela sulla quale di volta in volta vengono proiettate delle immagini che ci immergono nella scena”) poi aggiungono: