Ron Howard a lavoro su un documentario su Luciano Pavarotti

Il famosissimo tenore, filantropo e icona del XX secolo Luciano Pavarotti è il protagonista assoluto dell’omonimo film documentario che Ron Howard ha deciso di realizzare: il lungometraggio, autorizzato dalla famiglia e da Polygram Entertainment (partner di Universal Music Group), vede tra i finanziatori anche il canale tv francese Studio Canal.

Read more

Parenthood su Canale 5

Da questa sera alle 21.10 su Canale 5 andrà in onda Parenthood il family drama trasmesso dalla NBC ideato da Jason Katims, basata sull’omonimo film del 1989 diretto da Ron Howard e composto da 13 episodi.

La serie racconta la vita quotidiana della famiglia dei Braverman, composta da Zeek (Craig T. Nelson) e Camille (Bonnie Bedelia), due anziani di circa 70 anni, e dai loro quattro figli.

Read more

Parenthood su Joi la prima stagione

Questa sera alle 21.00 ed ogni giovedì a venire su Joi arriva la prima stagione di Parenthood, la serie tv ideata da Jason Katims, prodotta da Ron Howard e Brian Grazer e basata sul film “Parenti, amici e tanti guai” di Ron Howard.

Parenthood è un family drama arrivato negli States alla seconda stagione con 35 episodi e che ha come protagonista una famiglia controtendenza, i Braverman composta da Zeek (Craig T. Nelson) e Camille (Bonnie Bedelia), due anziani di circa 70 anni, con quattro figli adulti.

La serie comincia con il ritorno a casa dei Braverman anziani a Berkeley della secondogenita Sarah (Lauren Graham), ex grafica, madre single con due figli a carico Amber (Mae Whitman) e Drew (Miles Heizer) e con numerosi problemi economici. Al ritorno nella sua vecchia città Sarah ritrova anche la sorella Julia (Erika Christensen), una donna in carriera presa dal lavoro e che trascura molto la figlia, il fratello più giovane Crosby (Dax Shepard), poco responsabile ed in piena crisi poiché ha scoperto di avere un figlio di cinque anni e, infine, Adam (Peter Krause), il più grande dei quattro, perfetto padre di famiglia con un figlio malato di autismo.

Read more

Recorder – Happy Days

Oggi, dopo la pausa estiva, torniamo ad occuparci, con Recorder, dei telefilm cult. Siccome, circa un mese fa, è stata resa nota la notizia che Happy Days è la serie televisiva più amata dagli italiani, oggi ci occuperemo proprio di lei..

La sitcom statunitense, nata nel 1974 ideata da Garry Marshall e prodotta dalla ABC, Henderson Production, Miller-Milkis Productions, Miller-Milkis-Boyett Productions, Paramount Television, è andata in onda dal gennaio del 1974 a settembre 1984 sull’ABC negli States, con un totale di 11 stagioni e ben 255 episodi.

Nel Bel Paese la serie tv venne mandata in onda nel 1977 dapprima su Raiuno riscuotendo da subito un grande successo. Ambientata a Milwaukee negli anni ’50, la fiction racconta le vita della famiglia medio borghese dei Cunningham tra gli anni ’50 e gli anni ’60.

Read more

Speed, il canale della velocità

Dal 1996 esiste negli Stati Uniti un canale dedicato alle corse automobilistiche e motociclistiche The Speed Channel con sede a Charlotte nel North Carolina. In primo piano le gare di Formula 1 e NASCAR (National Association for Stock Car Auto Racing) fenomeno tipico del nord America (quello descritto nel film Cars) che dal 1948 anno della prima corsa, ha visto aumentare il numero degli eventi sportivi fino ad arrivare agli attuali 1500 disputati su 100 piste in 39 Stati, al momento trasmessi in 150 nazioni. Le gare coprono 17 dei primi 20 posti nella classifica degli eventi sportivi più visti negli USA.

Quando nasce alla fine degli anni ’90 lanciato da un gruppo di imprenditori Roger L.Werner Jr, E.Roger Williams, Nickolas Rodi e Robert Scanlon, il canale chiamato Speedvision , gestito dalla Cox Communications ma in particolare dal colosso della telefonia AT&T, si espande velocemente incontrando subito i favori del pubblico in particolare quello maschile.

Nel 2001 Speedvision, che assumerà l’attuale nome un anno, dopo viene acquistato dalla News Corporation di Rupert Murdoch, da allora il canale si è sempre più specializzato nella messa in onda di eventi sportivi automobilistici in particolare di genere NASCAR, fra cui The Speed World Challenge, gara creata nel 1996 dai fondatori della cable tv, all’interno della quale sono previsti dei curiosi intermezzi denominati My First Car, dove personaggi famosi dello spettacolo fra cui Ron Howard, Pierce Brosnan, e George Lucas (amante delle Fiat) parlano dei loro modelli di auto preferiti.

Read more

Unfinished Business, I Simpson, Dollhouse, Parenthood, Desperate Housewives, Lost: news!

Oggi iniziamo con un curioso guest starring: si tratta di Anne Hathaway, che vedremo, si fa per dire, ne I Simpson. La sua voce apparterrà, anche se per poco tempo, Jenny, una ragazzina di cui Bart si innamora perdutamente. La puntata è intitolata The Good, the Sad and the Drugly.

Più “fisica” invece la collaborazione tra Sci Fi Channel e Will Smith, che vedremo come protagonista del nuovo drama Unfinished Business, la storia di un ex poliziotto che inizia ad avere dei flash di persone recentemente decedute. Lo scopo di tali flash è quello di portare a termine, appunto, faccende incompiute delle anime tormentate. Inizialmente il progetto potrebbe esprimersi in un film di due ore, che a sua volta potrebbe essere l’incipit di una serie.

Ancora incertezza sul destino di Dollhouse: la serie, come sappiamo, rischia la cancellazione a causa dei bassi ascolti, e sappiamo anche che Joss Whedon aveva suggerito di non buttarsi in strenue campagne di salvataggio, allo scopo di non essere, con le stesse, controproducenti, pubblicizzando la serie come ormai spacciata, o come prodotto per pochi. Adesso però le cose sembrano cambiate, e pare che sia lo stesso Whedon a favorire le iniziative degli affezionari.

Read more

Gossip Girl, Gilmore Girls, Una mamma per amica, Off Duty, Absolutely Fabulous,An American Family, How I Met your Mother: novità

Spin-off confermato per Gossip Girl. In particolare, il tutto dovrebbe essere incentrato sulle fasi precoci della vita di Lily Rhodes, interpretata da Kelly Rutherford, che interpreta, nella serie originale, la madre di Serena (Blake Lively).

Una delle particolarità di questo spin off , oltre alla conferma che si farà con certezza, è che vedremo alcuni di questi personaggi già nell’epiosodio 24 di Gossip Girl.

Lauren Graham, ex protagonista di Una mamma per amica, sembrava aver aperto la possibilità di un ritorno della serie, magari in forma di film. La realtà, come sempre, è lievemente diversa.

Read more

CineTV Oggi: programmi televisivi 7 Giugno

Buongiorno e benvenuti alla rubrica CineTV Oggi. Diamo subito un’occhiata a ciò che potremo vedere in televisione nelle prossime 24 ore.

Rai 1
Da oggi torna Lineablu (14.00), l’appuntamento di Rai 1 con il mare condotto come sempre da Donatella Bianchi (che ne è anche l’autrice con Marco Zavattini e Sergio Nuti). La puntata di oggi è dedicata alla Sardegna. A seguire Quark Atlante (15.45) dal titolo La danza della vita. Nella puntata di A Sua Immagine (17.10) si parlerà di dispersione scolastica. Alle 18 iniziano gli Europei di calcio (ma di questo ne parleremo meglio nella rubrica dedicata) con Svizzera – Repubblica Ceca e in prima serata Portogallo – Turchia (20.45). In seconda tarda serata andrà in onda il primo speciale Uto Ughi racconta la musica (0.00).

Read more

CineTV Oggi: programmi televisivi 2 Giugno

 

 

Buongiorno e benvenuti alla rubrica CineTV Oggi. Diamo subito un’occhiata a ciò che potremo vedere in televisione nelle prossime 24 ore.

 

Rai 1
Da oggi, fino al 12 Settembre, Veronica Maya e Massimo Mignanelli condurranno la nuova edizione di Unomattina estate (6.45). In prima serata Medicina generale (21.10) e a seguire Porta a porta (23.20).

Read more

L’inchiesta – USA: sciopero degli sceneggiatori. Cioè?

Oggi voglio occuparmi di un argomento molto delicato e interessante per tutti gli amanti di cinema e serie televisive: lo sciopero degli sceneggiatori negli Stati Uniti. La protesta, iniziata i primi giorni di Novembre, dopo la scadenza del rinnovo contrattuale che doveva avvenire entro il 31 ottobre, si concretizza nella totale sospensione di qualsiasi scrittura per serie televisive, film e show.

Perché protestano le penne dello show business americano? Dovete sapere che loro ricevono il compenso solo sull’opera prima e la sua messa in onda. Di fatto per le repliche, la vendita in Dvd, lo sfruttamento delle loro opere su Internet e qualsiasi supporto portatile, non fanno entrare nemmeno un verdone nelle loro tasche. Vogliono parte del ricavato di queste categorie.

Cosa comporta uno sciopero del genere? Se la WGA (la Writers Guild of America), l’associazione degli autori dello spettacolo, dovesse continuare, come alcuni ben informati sostengono, fino a Marzo, sicuramente oltre ad aver fatto saltare la premiazione dei Golden Globe, potrebbero far saltare anche la premiazione degli Oscar e questo, a livello di immagine (oltre che economica essendo la seconda manifestazione per importanza pubblicitaria dopo il Superbowl), per il cinema statunitense, sarebbe una delle maggiori perdite di immagine della loro storia. Inoltre uno stop alla produzione costringerebbe le società a licenziare molti lavoratori (la Warner Bros già ha già tagliato 1000 dipendenti)

Read more

I più pagati del 2007? Johnny Depp e la Kidman. I più ricchi? Pitt e Jolie

Colpo di scena! Secondo l’annuale classifica degli attori più pagati di Hollywood secondo il sito extra.tv, non è George Cloney o Brad Pitt, ma il bravissimo e amatissimo Johnny Depp, con i suoi novantadue milioni di dollari guadagnati nel periodo giugno 2006 – giugno 2007, l’attore più pagato dell’anno.

A seguire il famoso attore, noto ultimamente per le performance nei panni di Jack Sparrow, i sempre ricchissimi Brad Pitt e Tom Cruise. A rimorchio tutti gli altri.

Da notare che nomi del cinema, affermati da qualche anno, come Will Smith, Vince Vaughn, Ben Stiller e Will Ferrell guadagnano già più di venti milioni di dollari.

Read more

Recorder – 1 – Felicity

 

Incominciamo oggi un viaggio settimanale fra le serie televisive già concluse, che ci hanno tenuto compagnia per diversi anni. Questa rubrica vuole dare informazioni generali, qualche spunto di discussione e una critica semplice e precisa affinché voi lettori possiate avvicinarvi al bellissimo mondo delle serie TV e possiate scegliere con facilità quella che più vi attrae.

Felicity è una serie televisiva nata nel 1998 negli Stati Uniti, ideata da J. J. Abrams (creatore anche di Lost e Six Degrees), conclusasi nel 2002 dopo quattro fortunate stagioni.

La serie prende il nome dalla protagonista, Felicity Porter (Kery Russel), una ragazza intelligente, profonda, che decide di andare a studiare all’università di New York per seguire il ragazzo di cui è innamorata, Ben Covington (Scott Speedman). Qui conosce Noel Craen (Scott Foley) e Julie Emrick (Amy Jo Johnson) gli altri personaggi principali della storia, con i quali condividerà gioia e dolori e comprenderà che la sua strada non è quella che la porta a diventare un’affermata medico, quanto quella di seguire la sua passione per il disegno.

Read more