Me lo dicono tutti su Raiuno con Pino Insegno

Ritorna, stasera alle 21.10 su Raiuno, Me lo dicono tutti, il varietà condotto da Pino Insegno che costringe i personaggi del cinema, della televisione e dello sport a spogliarsi per una volta dei panni di divi per calarsi in quelli della gente comune, cimentandosi con i mestieri più disparati e affrontando le situazioni più paradossali. L’obiettivo degli ospiti è quello di celare la propria identità e di non farsi riconoscere dalle persone comuni. Che, senza preavviso, si ritroveranno faccia a faccia con i loro beniamini, di cui saranno poi chiamati a giudicare le performance. Il tutto, ovviamente, a favore di telecamera. O, per essere più precisi, di candid camera.

Me lo dicono tutti, Rodolfo Laganà disinfestatore getta nel caos un quartiere di Empoli

E’ successo di tutto giovedì pomeriggio al Circolo Arci di Pontorme (quartiere di Empoli) durante la registrazione di una candid camera di Me lo dicono tutti, il programma che andrà in onda da settembre su Raiuno. I protagonisti della storia sono l’attore e comico romano Rodolfo Laganà, per l’occasione disinfestatore, e i frequentatori del circolo, come racconta La Nazione:

Ascolti Tv venerdì 24 giugno: Quarto Grado vince con 3.466.000 telespettatori

La prima serata di venerdì 24 giugno 2011 è stata vinta da Quarto Grado: il programma di Rete 4 condotto da Salvo Sottile è stato seguito da 3,466 milioni di telespettatori (17,98% di share) e ha sbaragliato la concorrenza delle reti ammiraglie che hanno offerto al proprio pubblico repliche, rispettivamente Canale 5 quella de L’onore e il rispetto 2, che ha interessato 2,249 milioni di telespettatori (11,11% di share) e Raiuno quella di Me lo dicono tutti (un sunto dei momenti migliori del programma), che è stata vista da 2,043 milioni di telespettatori (10,17% di share).

Raidue tiene il passo di Raiuno e Canale 5 con tre episodi di NCIS: il primo ha interessato 2,195 milioni di telespettatori (10,45% di share), il secondo 2,502 milioni di telespettatori (11,89% di share) e il terzo 2,231 milioni di telespettatori (12,10% di share). Italia 1, che ha trasmesso il film Il tesoro dell’Amazzonia, sfiora i due milioni di spettatori (esattamente 1,95 milioni pari al 9,49% di share). Mi manda Raitre raccoglie 1,413 milioni di telespettatori (6,95% di share) su Raitre, mentre la proposta di La7, la terza puntata di Fratelli (e sorelle) d’Italia, ha tenuto incollato ai teleschermi 1,081 milioni di telespettatori (5,41% di share).

Talk politico su Rete 4, Pierluigi Diaco a La vita in diretta, Me lo dicono tutti si sposta al sabato?

Foto: AP/LaPresse

Rete 4 da luglio potrebbe avere il suo talk show di approfondimento politico in prima serata: secondo Marco Castoro di Italia oggi la terza rete Mediaset potrebbe affidare la conduzione ad Alessandro Banfi, condirettore di Videonews.

Chi sostituirà Lamberto Sposini a La vita in diretta? Dopo i nomi di Gerardo Greco e Massimo Giletti spunta quello di Pierluigi Diaco: secondo Marco Castoro il giornalista avrebbe buone chance di fungere da accompagnatore di Mara Venier per almeno tre mesi (in caso di alternanza). Esclusa l’ipotesi Michele Cucuzza.

Raiuno, palinsesto autunno 2011: Gerardo Greco e Mara Venier a La vita in diretta, Elisa Isoardi e Franco Di Mare ad Uno Mattina. Ritorna Me lo dicono tutti

Il consiglio di amministrazione Rai, presieduto dal direttore generale Lorenza Lei e dal vicedirettore generale Antonio Marano hanno illustrato agli inserzionisti pubblicitari della Sipra i palinsesti della stagione autunnale 2011/12. Tra le novità più attese, sicuramente, il ritorno di Fiorello con Buon Varietà, lo show tenuto al teatro Sistina di Roma.

Elisa Isoardi e Franco Di Mare saranno i nuovi padroni di casa di Uno Mattina mentre al weekend, a condurre Uno mattina in Famiglia sono confermati Tiberio Timperi e Miriam Leone. Nel mezzogiorno dell’ammiraglia, ritornano Alessandro Di Pietro con Occhio alla Spesa ed Antonella Clerici con La prova del cuoco. Dopo il telegiornale delle 13.30, Veronica Maya dovrebbe (e qui il condizionale è d’obbligo) occupare lo spazio, lasciato vuoto da Paola Perego, con Verdetto finale in netta contrapposizione con la sessione pomeridiana di Forum su Rete4.

Pino Insegno a Cinetivu: “In autunno torneremo con Me lo dicono tutti. Spero di poter tornare anche a Lo Zecchino d’oro”

Foto: AP/LaPresse

Abbiamo scambiato due battute con Pino Insegno, reduce dal successo in prima serata di Me lo dicono tutti e tornato da lunedì alla conduzione del preserale estivo di Rai 1, Reazioni a catena,  in onda dal lunedì al venerdì alle 18.50.

Sei stato confermato per il secondo anno consecutivo. Soddisfatto?

Certamente. Veniamo dal successo gigantesco della scorsa edizione e anche da quello in prima serata di Me lo dicono tutti. Non dispiace mai confermare il proprio volto su RaiUno (ride, ndr). Poi è proprio un bel gioco..

Qual è il segreto di Reazioni a catena?

E’ scritto come fosse uno spettacolo teatrale di gran successo. E’ drammaturgicamente perfetto: ha un incipit forte, un crescendo centrale e un climax finale straordinario, che è il segreto di ogni gioco. Poi ha un conduttore bravo (ride, ndr). Mi diverte tanto Reazioni a catena e mi permette di giocare anche a me.

Rino Gattuso a Fornelli e Coltelli; Paolo Ruffini a La7, Antonello Piroso a Raidue, Pino Insegno perde Me lo dicono tutti?

Foto: AP/LaPresse

Tiene ancora banco il possibile travaso di personaggi che dalla Rai potrebbero emigrare a La7: dopo Michele Santoro (che non è stato ancora annunciato ufficialmente) secondo La Repubblica anche Giovanni Floris potrebbe trasferirsi alla rete Telecom Italia Media, dato che l’ultimo colloquio tra il direttore generale della Rai Lorenza Lei e il conduttore di Ballarò non sarebbe andato bene. Su La7 potrebbe approdare anche il direttore di Raitre Paolo Ruffini, in quanto l’attuale capo, Lillo Tombolini, andrà in pensione a settembre.

La situazione in casa Rai. Secondo Marco Castoro di Italia Oggi tutti i programmi in bilico, da Report a Ballarò, fino a Che tempo che fa, sono stati inseriti in palinsesto, anche se non sono stati ancora rinnovati i contratti ai conduttori. Per la sostituzione di Annozero, oltre all’ipotesi Voyager, si parla de L’ultima parola (di Gianluigi Paragone) promosso in prima serata, della nona edizione de L’isola dei famosi anticipata in autunno, del lancio del talent The Voice, o di proporre Niente di personale, qualora la Rai scippasse Antonello Piroso (che piace anche a Mediaset) a La7.

La situazione in casa La7. Gli spazi adatti nel palinsesto dovrebbero ridursi drasticamente, dato che oltre al possibile arrivo degli ex conduttori Rai e ai riconfermati Gad Lerner, Daria Bignardi e Ilaria D’amico, senza dimenticare gli speciali di Enrico Mentana, ci saranno anche Gianluigi Nuzzi (il suo programma dovrebbe andare in onda dopo l’estate in prima serata) e Filippo Facci con Luca Telese (un programma confezionato da Luca Josi e l’Einstein Multimedia Group).

Ascolti Tv sabato 21 maggio 2011: Italia’s got talent vince la serata grazie a 5.400.000 spettatori

Il breve giro di giostra che ha visto protagonista Pino Insegno e il suo programma di candid camera, Me lo dicono tutti, è terminato ieri sera, con l’ultima puntata che ha mantenuto il trend, non certo irresistibile, conquistato con le prime due puntate del nuovo show di Rai1. Anche la terza puntata si è assestata sui 3.856.000 spettatori, pari ad uno share del 18,71%, un numero ovviamente non sufficiente per vincere. I talenti o presunti tali di Italia’s got talent, invece, giudicati da Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, si aggiudicano la serata, grazie agli ascolti in costante crescita: la puntata di ieri è stata seguita da 5.457.000 spettatori, con uno share pari al 27,87%.

Le reti cadette, invece, ieri sera, hanno scelto di sfidare sul campo della pellicola: Italia1, che riserva il sabato ai film per tutta la famiglia con eccellenti ascolti, ha avuto a che fare con Lara Croft – Tomb Raider, film fantastico con Angelina Jolie e Noah Taylor, che ha permesso a Rai2 di ottenere 1.517.000 spettatori, pari ad uno share del 6,70%. La rete giovane Mediaset non si è scomposta più di tanto e, grazie al film commedia L’asilo dei papà, con Eddie Murphy e Jeff Carlin, ha divertito 1.919.000 spettatori, con uno share pari al 8,55%.

Il gradimento nei confronti di Alberto Angela e della sua trasmissione di divulgazione culturale, Ulisse – Il piacere della scoperta, è sempre alto, con Rai3 che conquista 2.388.000 spettatori, pari ad uno share del 10,91%. Rete4, sconfitta nello scontro diretto, si deve accontentare di 1.323.000 spettatori, con uno share pari al 6,25%, ottenuta con il film thriller, Firewall – Accesso negato, con Harrison Ford e Paul Bettany. Puntuale, infine, è stato L’ispettore Barnaby che, con l’episodio intitolato Il taccuino nero, ha permesso a La7 di raggranellare 743.000 spettatori, pari ad uno share del 3,55%.

Ascolti Tv sabato 14 maggio 2011: Italia’s got talent vince la serata grazie a 4.700.000 spettatori

La nuova sfida del sabato sera, inaugurata una settimana fa con un “quasi” pareggio tra le due reti ammiraglie, si preannunciava più equilibrato del previsto. E invece, ieri sera, Canale5 ha fatto lo scatto necessario per sbarazzarsi di Rai1 e per aggiudicarsi la serata con un buon distacco. Come sette giorni fa, quindi, è di nuovo Italia’s got talent a vincere la sfida: il talent show condotto da Geppi Cucciari e Simone Annicchiarico insieme ai giurati Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, è stato visto da 4.752.000 spettatori, pari ad uno share del 23,48%. La seconda puntata del nuovo show di Pino Insegno, Me lo dicono tutti, è stata, comunque, scelta da 3.805.000 spettatori, con uno share pari al 18%.

Ieri sera, è stata anche l’occasione per due ritorni d’eccezione: quello dell’Eurovision Song Contest, la più importante rassegna canora europea, e quello di Raffaella Carrà che ha commentato lo show dall’Italia. Questi ritorni, però, non sono stati premiati pienamente dal pubblico: gli spettatori sintonizzati su Rai2, infatti, sono stati solo 1.291.000, pari ad uno share del 6,43%. Il confronto diretto tra le reti cadette, quindi, se l’aggiudica Italia1, grazie al film Underdog – Storia di un vero supereroe, con Peter Dinklage e James Belushi, che ha conquistato 1.962.000 spettatori, con uno share pari al 8,39%.

Su Rai3, intanto, Alberto Angela e il suo programma di divulgazione culturale, Ulisse – Il piacere della scoperta, si ritaglia sempre il suo notevole spazio: stavolta, gli spettatori sintonizzati sulla terza rete di Stato sono stati 2.334.000, pari ad uno share del 10,59%. Come di consueto, anche ieri sera, la pellicola offerta da Rete4 è stato sconfitta nello scontro diretto, con il film Il momento di uccidere, con Samuel L. Jackson e Sandra Bullock, che è stata scelta da 1.688.000 spettatori, con uno share pari all’8,82%. Il sempre presente Ispettore Barnaby, infine, ha consentito a La7 di racimolare 643.000 spettatori, pari ad uno share del 3,02%, grazie all’episodio intitolato Omicidi sul campo da golf.

Ascolti Tv sabato 7 maggio 2011: Italia’s Got Talent vince la serata grazie a quasi 4 milioni di spettatori

Foto: AP/LaPresse

Ballando con le stelle ha finora permesso a Rai1 di dominare, in lungo e in largo, gli ultimi dieci sabati sera ma è tempo di nuove sfide, soprattutto di un confronto diretto nuovo di zecca. Se Canale5 ha puntato su uno show già rodato con soddisfazione, la scorsa edizione, Rai1 ha proposto un varietà inedito condotto da Pino Insegno. Purtroppo per la prima rete di Stato, però, la prima puntata di Me lo dicono tutti perde il primo confronto davvero di pochissimo, con il bottino di spettatori che si è fermato a 3.958.000, pari a uno share del 18,57%. Italia’s Got Talent, condotto da Simone Annicchiarico e Geppi Cucciari, con la partecipazione di Gerry Scotti, Maria De Filippi e Rudy Zerbi, vince la serata con una manciata di spettatori in più, per l’esattezza 3.974.000, con uno share pari al 19,89%.

Una sfida, invece, all’insegna della settima arte, ha riguardato le reti cadette. L’infallibile Steven Seagal, questa volta, ha fallito, non aiutando, quindi, Rai2 a vincere il confronto diretto con Italia1: il film Trappola sulle montagne rocciose, infatti, è stato scelto da 1.747.000 spettatori, pari a uno share del 7,43%. La rete giovane Mediaset, invece, ha offerto il film commedia Hotel Bau, con Emma Roberts e Lisa Kudrow, che è stato visto da 1.904.000 spettatori, con uno share pari al 8,21%.

Da qualche sabato sera a questa parte, intanto, trova il suo meritevole spazio anche Alberto Angela che, con il suo programma Ulisse – Il piacere della scoperta, in onda su Rai3, ieri sera, ha interessato 1.981.000 spettatori, pari a uno share del 8,89%. Vinto, di conseguenza, il confronto diretto con Rete4 che ha proposto il film, High Crimes – Crimini di stato, con Morgan Freeman e Ashley Judd, che ha incontrato i favori di solo 1.237.000 spettatori, con uno share pari al 5,67%. L’immancabile Ispettore Barnaby, sempre per conto di La7, ha racimolato, con la puntata intitolata Fantasmi a Monk Burton, 612.000 spettatori, pari a uno share del 2,91%.

Me lo dicono tutti su Raiuno da sabato 7 maggio

Da sabato sera su Raiuno andrà in onda Me lo dicono tutti, uno show condotto da Pino Insegno e firmato da Jocelyn. Il leitmotiv della trasmissione “Lo so. Me lo dicono tutti” vede il coinvolgimento di un parterre d’eccezione, personaggi del mondo dello spettacolo e beniamini del grande pubblico, all’esame degli occhi indiscreti della così detta candid camera-star, che avrà il compito di riprendere gli artisti che si caleranno nei panni della gente comune, interpretando i mestieri più disparati, affrontando le situazione più paradossali, cercando di non farsi riconoscere.

Le “vere” persone comuni, nella loro normale quotidianità, si ritroveranno di fronte i propri beniamini, ma in ruoli completamente differenti rispetto alla realtà. I personaggi dello spettacolo, con prontezza e spontaneità, dovranno affrontare ruoli e lavori tra i più vari per celare la propria identità, in modo tale che la “vittima” della candid camera non riconosca, o rimanga nel dubbio, dando luogo a gag divertenti e scene paradossali.

Prenderanno parte alle candid: Manuela Arcuri (toelettatrice di cani), Lino Banfi (sarto), Fabrizio Frizzi (pescivendolo), Gabriele Cirilli (meccanico), Barbara De Rossi (parrucchiera), Tosca D’Aquino (custode di bagni pubblici), Bianca Guaccero (commessa), Arisa (esperta di computer), Raul Cremona (uno smemorato), Nancy Brilly, Al Bano, Cristina Chiabotto, Elisabetta Gregoraci (cameriera).

Me lo dicono tutti, Delitti Rock, 24mila voci, Antonello Piroso, Paolo Bonolis: novità. Rete 4 sospende Bones?

Foto: AP/LaPresse

24mila voci. Su Raiuno il prossimo autunno, nonostante gli ascolti non proprio eclatanti, potrebbe tornare il talent condotto da Milly Carlucci dedicato ai gruppi e ai cori amatoriali. (fonte Marco Castoro).

Delitti Rock. Secondo Il giornale la trasmissione musicale di Raidue prodotta dalla 3zero2 e ideata da Ezio Guaitamacchi potrebbe essere condotta da Emma Marrone: la giovane cantante avrebbe battuto la concorrenza di Amanda Lear, Giorgio Faletti e Asia Argento. Marco Castoro ieri rilanciava il nome di Giorgio Faletti e spiegava le bocciature di Amanda Lear e Asia Argento: la prima sarebbe stata giudicata troppo avanti con gli anni, la seconda voleva troppi soldi.

Antonello Piroso. Il conduttore e giornalista di La7 dalla prossima stagione potrebbe lasciare la tv di Telecom Italia Media per andare alla Fremantle guidata da Lorenzo Mieli, che già produce la nuova edizione di Niente di personale. (fonte Panorama).

Edoardo Camurri condurrà Mi manda Raitre, Carlo Conti Musichiere, Pino Insegno per Me lo dicono tutti, Fiammetta Cicogna per Tamarri on the road

Foto: AP/LaPresse

Mi manda Raitre, storico programma di Raitre prima condotto da Piero Marrazzo, poi da Andrea Vianello, tornerà in onda dal 29 aprile, ma a condurlo non ci sarà Maria Luisa Busi, che si dedicherà ai documentari, bensì Edoardo Camurri, trentaseienne giornalista, con trascorsi al Foglio, a Vanity Fair, a Omnibus e a Radiotre. A rivelarlo è Marco Castoro per Italia Oggi.

Carlo Conti nella primavera prossima condurrà su Raiuno un nuovo programma in quattro puntate (una sorta di Musichiere), prodotto da Endemol Italia, incentrato sulla musica: i concorrenti vip dovranno destreggiarsi tra note e canzoni (fonte Marco Castoro Italia Oggi)