L’ispettore Coliandro 4, riassunto seconda puntata

Ier sera è andata in onda la seconda puntata de L’ispettore Coliandro 4 dal titolo Anomalia 21. Due loschi individui (appartenenti ai Casalesi) discutono di fare fuori quello che potrebbe diventare per loro un testimone alquanto scomodo. L’ispettore Coliandro (Giampaolo Morelli) informa l’agente Gargiulo (Giuseppe Soleri) di aver ritrovato Jelena (Gilda Lapardhaja), ragazza che è riuscito a difendere in uno dei suoi tanti casi e che dovrebbe vivere a poca distanza da Bologna sotto protezione. Decide di andarla a trovare per lavoro. La ragazza, che è controllata da alcuni suoi colleghi 24 ore su 24, è molto contenta di averlo incontrato.

Jelena, prima di andare via, decide di appartarsi con Coliandro e gli chiede di controllare se i due siano realmente poliziotti. Coliandro intuisce che in realtà i due che dicono di essere agenti della scorta, non lo sono affatto. Scappa cosi insieme a Jelena, cercando di scoprire cosa ci sia sotto, ma la ragazza fugge in moto lasciando il poliziotto in asso. Il commissario De Zan (Alessandro Rossi) ed il sostituto procuratore Longhi (Veronica Logan) sono molto adirati con il poliziotto per essersi fatto sfuggire un testimone chiave di un importante processo. Nonostante gli venga richiesto di stare lontano dai guai, Coliandro continua ad andare alla ricerca di Jelena e riesce a ritrovarla. La esorta a testimoniare contro i Casalesi. La ragazza si decide a testimoniare, ma vorrebbe fare a modo suo. Il poliziotto combina un incontro tra la Dottoressa Longhi e Jelena e nel frattempo trascorre una notte d’amore insieme a lei.

L’ispettore Coliandro 4 su Raidue

Da questa sera su Raidue va in onda la quarta stagione, composta solo da due puntate (metà rispetto alle precedenti), de L’ispettore Coliandro, la serie poliziesca scritta da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, diretta dai Manetti Brothers, che ha come protagonista assoluto Gianpaolo Morelli.

Nei due nuovi episodi girati a Bologna, intitolati 666 e Anomalia 21, reciteranno anche Giuseppe Soleri (l’agente Gargiulo), Paolo Sassanelli (l’ispettore Gamberini), Veronica Logan (il sostituto procuratore Longhi), Alessandro Rossi (il Commissario De Zan), Caterina Silva (l’ispettore Bertaccini), Massimiliano Bruno (l’ispettore Borromini). Le guest star saranno Myriam Catania (Vanessa in 666), Dalila Ansaloni (Angelica in 666) e Gilda Lapardhaja (Jelena in Anomalia 21).

C’è grande polemica intorno alla decisione della Rai, che aveva già acquistato le sceneggiature dei due episodi successivi, di non continuare L’ispettore Coliandro,  di usare la serie come tappabuchi, nell’infelice collocazione del venerdì sera (non adatta, visto che il target a cui si riferisce la sera esce) e di invertire i due unici episodi (per non parlare di sette sataniche a ridosso del venerdì santo) facendo saltare la linea temporale della storia. Giampaolo Morelli a Tv Sorrisi e canzoni dice:

Moana, su Sky Cinama 1 la fiction sulla vita della pornostar. Foto e video

Questa sera su Sky Cinema 1 andrà in onda Moana (i primi dieci minuti dopo il salto), la miniserie diretta da Alfredo Peyretti, che racconta la storia della pornostar genovese Moana Pozzi, una donna diventata icona del sesso degli anni ottanta, uno spirito libero, immortale, scomparsa ufficialmente quindi anni fa a causa di un tumore fulminante al fegato.

La fiction, basata sui racconti contenuti nei libri La filosofia di Moana e Il sesso secondo Moana, vietata ai minori di 14 anni, descriverà la ragazza Moana, proveniente da una famiglia cattolica della media borghesia dalle origini del mito alla sua ascesa, senza tralasciare le sue battaglie per la libertà sessuale e la sua capacità di farsi accettare anche dal pubblico femminile per la sua cultura e la sua eleganza.

Oltre a Violante Placido che interpreta la protagonista troviamo: Fausto Paravidino (il manager Riccardo Schicchi), Michele Venitucci (il marito di Moana Antonio Di Ciesco), Giorgia Wurth (Cicciolina), Elena Bouryka (la sorella Baby Pozzi), Giuseppe Soleri (il truccatore e amico di Moana Mario/Maddalena), Claudio Angelini (nonno Ugo),Gaetano Amato, Giampiero Judica, Augusto Zucchi, Simone Grechi e Patrizio Pelizzi.

L’ispettore Coliandro 3, riassunto quarta ed ultima puntata Cous cous alla bolognese

Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata della terza stagione de L’ispettore Coliandro dal titolo Cous cous alla bolognese. Ecco cosa è successo: viene sequestrato un uomo. Si tratta di un muratore arabo. La figlia  è alla  sua ricerca e Coliandro (Giampaolo Morelli) si occupa del caso.

I sequestratori si sono resi conto di aver sbagliato bersaglio. La signora Cossu, amica dell’uomo scomparso, accenna ad un’auto sospetta di cui il figlio ha anche il numero di targa. L’ispettore crede che si tratti di un rapimento. Coliandro grazie all’aiuto di Gargiulo (Giuseppe Soleri),  scopre che la vettura appartiene al Ministero degli Interni.

L’ispettore Coliandro 3, riassunto terza puntata Sangue in facoltà

Ieri sera è andata in onda la terza puntata de L’ispettore Coliandro 3 dal titolo Sangue in facoltà. Il professore Righetti all’interno dell’Università viene prima strangolato e poi accoltellato. Hanno colpevolizzato la moglie, che era anche un ex insegnante di Coliandro (Giampaolo Morelli).

La professoressa Moline in commissariato nota la presenza di Coliandro. Informa il suo ex alunno della consapevolezza che il marito la tradisse, ma non gliene importava nulla e gli chiede di indagare sul caso per scoprire la verità. L’ispettore ne parla con Gamberini (Paolo Sassanelli) e crede che non sia stata lei ad uccidere il marito.

L’ispettore Coliandro 3, riassunto seconda puntata Il sospetto

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata de L’ispettore Coliandro dal titolo Il sospetto. Una donna slovacca di nome Giada viene seguita nel cuore della notte e si rinchiude in un bar con  l’agente di polizia Gargiulo (Giuseppe Soleri), riuscendo a fuggire dall’uomo e dalla donna che la stavano pedinando. Gargiulo poco dopo si presenta in casa di Coliandro (Giampaolo Morelli) ubriaco fradicio, con le braccia ricoperte di sangue e con un coltello in mano, sporco anch’esso di sangue.

Coliandro cerca di capire cosa sia successo e va nella casa in cui si trovava fino a poco prima Gargiulo  per cercare di comprendere la situazione, ma il giallo si infittisce. L’ agente  Bertaccini (Caterina Silva), la Dottoressa Longhi (Veronika Logan) vanno sul luogo in cui si è consumato il delitto. Intanto Catena, la cugina di Cargiulo va da Coliandro per andare a riprenderlo vista la preoccupazione della madre non vedendolo rientrare.

L’ispettore Coliandro 3, riassunto prima puntata Sempre avanti

Ieri sera è andato in onda il primo episodio della terza stagione de L’ispettore Coliandro dal titolo Sempre Avanti.L’ispettore Coliandro (Giampaolo Morelli) è impiegato nei servizi di pubblica sicurezza durante una partita di calcio. Durante una colluttazione tra la polizia ed alcuni ultras, Coliandro viene ferito ad un dito, mentre viene arrestato uno degli ultras di nome Luchino che aveva tentato di accoltellare un poliziotto. Il ragazzo precedentemente aveva avvistato due uomini che stavano entrando in una farmacia, uno dei quali era ferito.

Luchino inizia ad essere minacciato all’interno del carcere da questi uomini attraverso un avvocato con l’unico scopo di farlo tacere su quanto ha visto ed è per questo che viene ucciso da una coltellata da un altro carcerato. Viene informata della sua morte la sua amica Lara che era molto legata a lui.

L’ispettore coliandro, la terza stagione da questa sera su Raidue

Da questa sera su Raidue torna l’ispettore combina guai creato dalla penna di Carlo Lucarelli: su Raidue alle 21.05 parte la terza stagione de L’ispettore Coliandro.

Nei nuovi episodi, in cui rivedremo oltre a Coliandro (Giampaolo Morelli), anche il suo fedele amico Gargiulo (Giuseppe Soleri), Gamberini (Paolo Sassanelli), la dottoressa Logan (Veronika Logan) e la Bertaccini (Caterina Silva), si tratteranno temi impegnati, sempre con il piglio che ha contraddistinto la serie nelle passate stagioni: Sempre avanti sarà incentrato sul doping in palestra, Sangue in facoltà su il mondo accademico di Bologna, Cous cous dalla bolognese sui servizi segreti deviati e Il sospetto sul sottobosco televisivo.

Tante le guest star della terza serie. Tra queste ricordiamo Giuseppe Cederna, Francesco Facchinetti, Nino Frassica, Daria Nicolodi e Daniel Mc Vicar.

Mal’aria, riassunto seconda puntata

Nella seconda e ultima puntata di Mal’Aria, Don Bruno (Eros Pegni) viene assassinato come i due dottori e Carlo (Ettore Bassi), che si è ripreso dalla febbre, ne viene a conoscenza. Nell’ultima autopsia, Carlo  ritrova sul corpo del cadavere un dente. Bellenghi (Stefano Dionisi) riporta ad Elsa la notizia della morte del parroco e la ragazza va da Carlo, che la aggredisce dicendo che la Borda non esiste ed è soltanto un’invenzione del nonnno Corzani (Giorgio Biavati), che vuole avere il potere sul popolo.

Quest’ultimo ha intenzione di sacrificare i bambini ammalati alla Borda. Carlo informa i soldati della milizia nera, che chi ha ucciso il parroco ed i due dottori, in realtà non è altro che un animale (forse un orso) il quale se non viene fermato, continuerà ad uccidere.

Mal’aria, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la prima puntata della miniserie Mal’aria.  Tommaso Rambelli e  sua moglie vanno a cavallo e si accorgono di una donna morta che tiene un bambino tra le sue braccia.  Decidono di comune accordo di portare il bambino a casa loro e di educarlo come un figlio. Il suo nome è Carlo, ed è l’unica cosa che ricorda della sua vita,poichè ha rimosso qualsiasi ricordo per un trauma subito a causa dell’acqua.

Carlo, (Ettore Bassi) diventato dottore, improvvisamente ricorda alcuni elementi importanti della sua infanzia. Il rapporto con i genitori adottivi sembra non essere dei migliori. Per invito del padre, Carlo va dal Merli, il quale gli chiede di andare a Ravenna per fare un’ispezione e verificare l’esistenza o meno della malaria.

Mal’Aria, il mistero arriva su Raiuno, foto e video

Questa sera su Raiuno alle 21.10 va in onda il film tv in due parti Mal’Aria, diretto da Paolo Bianchini, prodotta da Rai Fiction e realizzata da Massimiliano La Pegna e Pietro Lama per la Feelmax Srl.

La fiction, ispirata all’omonimo romanzo di Eraldo Baldini (definito lo Stephen King Italiano), racconta la storia di un ispettore ministeriale, il dottor Carlo Rambelli (Ettore Bassi), che nel 1925 viene mandato in missione a Spinaro, per fronteggiare una strana epidemia di malaria, che colpisce principalmente i medici del luogo e che la gente sussurra si debba ad una strega, la Borda, una donna che si oppone alla bonifica e che si dice sia capace di strangolare e azzannare ogni essere umano.

Durante le indagini Rambelli dovrà vedersela anche con le proprie paure, in particolar modo per quella dell’acqua, dovrà fronteggiare il capo delle camicie nere della Milizia Oreste Bellenghi (Stefano Dionisi) e riuscire a scoprire cosa nasconde Elsa (Sarah Felberbaum), una donna molto ambigua.

L’ispettore Coliandro, riassunto quarta ed ultima puntata

Ieri sera è andata in onda il quarto ed ultimo episodio de L’ispettore Coliandro dal titolo Mai rubare a casa dei ladri. Alcuni  malviventi con il volto coperto da un passamontagna, sparano su una roulotte uccidendo chi vi sta dentro. Coliandro (Giampaolo Morelli trovandosi nel luogo per puro caso, dovendo accompagnare una zingarella sorpresa a rubare a casa sua, si rende conto che gli assassini sono professionisti, ma che soprattutto è stato un avvertimento e non un regolamento di conti tra rom.

L’avvertimento è stato ben interpretato da uno zingaro che insieme ad altre due bambine dello stesso campo, sono colpevoli del furto a casa dei malviventi, dove recuperano i gioielli rubati in una gioielleria, dove ci è scappato anche il morto (in questo caso il proprietario). Lo zingaro che ha fatto il colpo ritorna con gli oggetti rubati, tranne un anello che ruba una delle due zingare. Nonostante restituisca il bottino preso loro, i malviventi uccidono lo zingaro ed una delle bambine perdono la vita. Ora i malviventi sanno che ad avere l’anello è l’altra zingara e vanno alla sua ricerca.

L’ispettore Coliandro, riassunto terza puntata

Ieri sera è andata in onda la  terza puntata de L’ispettore Coliandro, dal titolo Doppia rapina. Un ragionere viene ucciso a colpi di pistola dopo essere stato torturato da un gruppo di mafiosi che chiedeva notizie di un uomo. L’ispettore si ritrova all’interno del bagno di una banca, nella quale si sta verificando una rapina da parte di uomini con il volto coperto da una maschera.

Tutto sembra concludersi all’arrivo di alcune pattuglie di polizia che hanno circondato la banca, quando alcuni clienti si ribellano loro e prendono il sopravvento, ma a sorpresa l’incubo continua, perchè quest’ultimi da vittime diventano carnefici e prendono in ostaggio chiunque sia all’interno per rubare un oggetto importante di immenso valore, rappresentato da un album di figurine di calciatori. Coliandro (Giampaolo Morelli) riesce ad entrare in uno degli uffici dellla banca, e  provando a telefonare alla polizia, innesta un sistema d’allarme che rende i rapinatori a conoscenza della sua presenza.

L’ispettore Coliandro, riassunto seconda puntata

E’ andato in onda unaltro episodio de L’ispettore Coliandro dal titolo Sesso e segreti.  Si indaga sull’omicidio di un uomo  con un colpo di pistola alla tempia mentre era a letto con una prostituta. Anche la donna è stata strangolata. Come prima ipotes, sembra si tratti di omicidio-suicidio, ma non convince molto.  Coliandro e la Dottoressa Longhi (Veronica Logan) sul luogo del delitto, siaccorgono delle telecamere  e di una testimone che fortunatamente è riuscita a fuggire.

Il sicario fa sapere a chi ha commissionato l’omicidio, che la testimone dell’omicidio non è morta, e che ciò che stava cercando purtroppo non è stato trovato.  Coliandro scopre di aver fotografato la donna testimone dell’omicidio dell’uomo, insieme all’amica che l’ha conosciuto all’interno del bar e va  a chiedere di loro nel bar in cui ha conosciuto la donna, riuscendo a conoscere il loro nome e scoprendo che sono prostitute d’alto borgo. Insieme a Gargiulo, l’ispettore va ad interrogare la ragazza conosciuta al bar che con una scusa riesce ad andare via dal locale all’insaputa dell’ispettore.