L’ispettore Coliandro 3, riassunto seconda puntata Il sospetto

di Redazione 1

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata de L’ispettore Coliandro dal titolo Il sospetto. Una donna slovacca di nome Giada viene seguita nel cuore della notte e si rinchiude in un bar con  l’agente di polizia Gargiulo (Giuseppe Soleri), riuscendo a fuggire dall’uomo e dalla donna che la stavano pedinando. Gargiulo poco dopo si presenta in casa di Coliandro (Giampaolo Morelli) ubriaco fradicio, con le braccia ricoperte di sangue e con un coltello in mano, sporco anch’esso di sangue.

Coliandro cerca di capire cosa sia successo e va nella casa in cui si trovava fino a poco prima Gargiulo  per cercare di comprendere la situazione, ma il giallo si infittisce. L’ agente  Bertaccini (Caterina Silva), la Dottoressa Longhi (Veronika Logan) vanno sul luogo in cui si è consumato il delitto. Intanto Catena, la cugina di Cargiulo va da Coliandro per andare a riprenderlo vista la preoccupazione della madre non vedendolo rientrare.Gargiulo si riprende dalla sbornia, ma non riesce a dare unaspiegazione per ciò che è accaduto. La squadra continua ad indagare e viene a conoscenza che l’uomo ricercato per il delitto è un poliziotto. Coliandro cerca di sviare le informazioni su un’altra direzione. Gargiulo inizia a ricordare la serata trascorsa all’interno del bar e accenna a due tipi strani (l’uomo e la donna che seguivano Giada). Coliandro crede che siano stati  questi ultimi ad aver narcotizzato Gargiulo, ucciso la ragazza e incastrato il poliziotto dell’omicidio.

Coliandro inizia ad indagare all’interno di un’agenzia di moda insieme a Catena, la cugina di Gargiulo, ma senza alcun risultato. Paolo Picchio, (mandante dell’omicidio della slovacca)  il socio del titolare dell’agenzia il cui nome è Beppe (Nino Frassica), scopre che la ragazza insieme a Coliandro che era venuta a chiedere informazioni ha lo stesso cognome del poliziotto che avevano incastrato.

Paolo ingaggia i due assassini di Giada sia per uccidere Gargiulo che per rapire Catena,che non riescono nell’intento. Per questo motivo, decide di ucciderli entrambi con la pistola d’ordinanza di Gargiulo.

L’agente Bertaccini ha ricevuto una soffiata in cui le viene riferito di un poliziotto coinvolto nella vicenda della donna assassinata.  Coliandro risale ai due assassini di Giada, proprietari di una discoteca e spacciatori di droga per calciatori e modelle, e trova il cadavere della donna e di suo fratello, che in punto di morte riesce a dare delle indicazioni fondamentali su come risolvere il caso.

L’agente Bertaccini perquisisce la casa di Gargiulo, il quale è indagato per omicidio e  sta quasi per venire arrestato, ma riesce a fuggire con l’aiuto di Catena e Coliandro. Catena si finge una ragazza che vuole sfondare patecipando come ballerina in un video musicale per cercare di trovare il padiglione di cui parlava l’assassino di Giada prima di morire. Catena trova in quel padiglione il cadavere della ragazza uccisa, ma viene scoperta da Paolo. Quest’ultimo confessa che la ragazza era stata uccisa perchè faceva troppe domande su un’amica morta di overdose dopo aver passato la notte con  un onorevole amante della droga e dei  festini a luci rosse. Coliandro e Gargiulo si rendono conto che Catena è nei guai, ma fortunatamente riescono a ritrovarla e ad arrestare i due malfattori Paolo e Beppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>