L’ispettore Coliandro, riassunto terza puntata

di Redazione 2

Ieri sera è andata in onda la  terza puntata de L’ispettore Coliandro, dal titolo Doppia rapina. Un ragionere viene ucciso a colpi di pistola dopo essere stato torturato da un gruppo di mafiosi che chiedeva notizie di un uomo. L’ispettore si ritrova all’interno del bagno di una banca, nella quale si sta verificando una rapina da parte di uomini con il volto coperto da una maschera.

Tutto sembra concludersi all’arrivo di alcune pattuglie di polizia che hanno circondato la banca, quando alcuni clienti si ribellano loro e prendono il sopravvento, ma a sorpresa l’incubo continua, perchè quest’ultimi da vittime diventano carnefici e prendono in ostaggio chiunque sia all’interno per rubare un oggetto importante di immenso valore, rappresentato da un album di figurine di calciatori. Coliandro (Giampaolo Morelli) riesce ad entrare in uno degli uffici dellla banca, e  provando a telefonare alla polizia, innesta un sistema d’allarme che rende i rapinatori a conoscenza della sua presenza.

La Dottoressa Longhi (Veronica Logan), con la squadra raggiunge il luogo e scopre che all’interno della banca c’è proprio Coliandro. Quest’ultimo riesce quasi a catturare uno dei malviventi, ma tra i due c’è una colluttazione in cui l’ispettore ha la meglio e riesce a fuggire, ma perde la pistola e cerca di trovare una via d’uscita attraverso gli impianti di aerazione.  Una complice del rapinatore va alla sua ricerca per potersi sbarazzare di lui.

L’ispettore Gamberini (Paolo  Sassanelli) chiama al cellulare di Coliandro per sapere come procede la situazione, ma a rispondere è il capo dei rapinatori il quale esige patti che se non verranno rispettati lo costringeranno ad uccidere un ostaggio ogni 30 minuti. L’ispettore Balboni (Enrica Ajò)propone di entrare nella banca attraverso la rete fognaria.

La Balboni insieme ad una collega riesce ad introdursi dentro la banca e a ritrovare Coliandro,il quale appena in tempo, la avverte della presenza di una bomba che esplode. Il piano non va a buon fine e il capo dei rapinatori decide di far uccidere un ostaggio per far prendere sul serio le loro richieste. La sfortunata che potrebbe perdere la vita è proprio un’amica dell’ispettore, ma riesce a fuggire dopo essersi ribellata alla donna che voleva ucciderla. In questo frangente riesce a trovare Coliandro,  e i due si rifugiano in uno degli impianti di aerazione.Coliandro e l’amica vengono trovati dai rapinatori e riportati tra gli ostaggi.

Gargiulo (Giuseppe Soleri)  viene fermato dagli uomini che erano alla ricerca del sagrestano e torturato per sapere cosa stia succedendo all’interno della banca.  I tre mafiosi si travestono da poliziotti ed entrano all’interno della banca tramite la rete fognaria introducendo delle bombe per farla esplodere, perchè all’interno c’è l’uomo che cercano, che è proprio colui che ha preso i clienti in ostaggio . Gargiulo riesce a liberarsi dalle grinfie di uno dei rapinatori che avrebbe dovuto ucciderlo e avverte la Balboni in tempo per fermare i falsi poliziotti che provano a scappare, ma si trovano davanti ai rapinatori. Si ha una sparatoria tra questi ed i rapinatori, in cui esce a fuggire il capo dei rapinatori, il quale prende come ostaggio l’amica di Coliandro, ma viene fermato da quest’ultimo e ucciso. L’album che tanto il capo dei rapinatori agognava in realtà conteneva dietro ogni figurina la storia della cosca mafiosa di Gela, che gli avrebbe potuuto permettere di ricattare i mafiosi, ed era proprio per questo motivo che l’uomo andava fermato.

Commenti (2)

  1. Perchè il riassunto non comprende la dozzina di calci nelle palle, che ci sono, e come, nell’episodio? Guardate che lo abbiamo visto! Un Tenpo, c’era la rassegna di film “Donne al bivio”, con dibattito, dopo la messa in onda. In caso si vedano donne criminali, come in “Doppia rapina”, Miriam Mafai, Dacia Maraini, Mara Carfagna, Rita dalla Chiesa… hanno niente da dire Che si vergognino!

  2. e fortissimo speriamo faccino pure la terza stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>