Justice Tv, il canale giuridico di Conto Tv

Conto Tv, piattaforma pay satellitare, ha aggiunto un nuovo canale alla sua offerta. Si tratta di Justice Tv, il primo canale televisivo italiano interamente dedicato all’informazione e alla formazione nelle materie giuridiche, che offre giornalmente news, convegni, corsi, documentari e trasmissioni di approfondimento, gestiti da uno staff di professionisti del settore, integralmente dedicato al mondo giuridico.

Justice Tv, canale totalmente indipendente slegato dal mondo della politica, è pensato sia per agli addetti ai lavori che vogliono restare sempre informati su tutte le novità del sistema giuridico italiano e internazionale, che per i cittadini (studenti di diritto, imprenditori e curiosi) che vogliono approfondire la loro conoscenza sull’argomento.

Categorie Sky

Calcio, diritti Tv: i satellitari tornano a Sky

Dopo alcuni mesi di stallo, i diritti di trasmissione del campionato di Serie A di calcio, relativi alle stagioni 2010-2012, possono essere ufficialmente assegnati dalla Lega Calcio a Sky: la corte d’appello di Milano, accogliendo il ricorso proposto dalla Lega Calcio, ha annullato l’ordinanza del Tribunale di Milano che, nella causa proposta da Conto Tv, aveva bloccato l’assegnazione.

Conto Tv, che dovrà pagare le spese processuali, fa sapere attraverso un commento di Marco Crispino che non si fermerà:

Se è vero che abbiamo perso non nel merito, ma nella competenza, visto che la questione non riguarda il mercato comunitario, ma quello italiano, siamo pronti a riproporre le nostre ragioni davanti al tribunale. Inoltre non è vero che abbiamo rinunciato alla sospensione della delibera con cui l’Antitrust ha accettato gli impegni della Lega. E’ stato il presidente della prima sezione del Tar che ha proposto il rinvio sul merito al 14 aprile.

Diritti Tv Serie A, respinta istanza Lega Calcio

Rimangono ancora congelati i 1149 milioni che Sky ha versato per i diritti delle partite del campionato di Serie A delle stagioni 2010-2012: il tribunale ha respinto l’istanza della Lega Calcio sull’inefficacia del provvedimento della Corte d’Appello in merito al ricorso di Conto Tv (fonte Ansa).

L’istanza si riferiva alla decisione della Corte d’Appello che aveva accolto parzialmente il ricorso di Conto Tv per bloccare l’assegnazione a Sky dei diritti Tv satellitari.

Soddisfatto Marco Crispino, responsabile di Conto Tv:

Decreto Tv: stop ai film vietati ai minori e a quelli per adulti dalle 7 alle 23. E’ bufera!

Il decreto Tv stoppa la trasmissione dei film vietati ai minori di diciotto anni dalle 7 alle 23: l’articolo 9 del decreto, in vigore dal 27 gennaio vieta a qualsiasi piattaforma (digitale, analogica, satellitare, iptv):

La trasmissione, anche a pagamento dei film ai quali sia stato negato il nulla osta per la proiezione o la rappresentazione in pubblico o che siano stati vietati ai minori di anni diciotto, nonché dei programmi classificati a visione per soli adulti.

Questa norma prevede anche che film vietati ai minori di 14 anni, non siano trasmessi prima delle 22.30 (ad esempio La febbre del sabato sera o Dirty Dancing). Così non ci rimettono solo gli amanti di cinema, che non potranno vedere film violenti o d’autore (ad esempio i film di Almodovar o I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee o Full Metal Jacket di Stanley Kubrick), ma il cinema in generale.  Economicamente, invece, ci perdono coloro che, come Sky e Conto Tv, propongono canali pornografici a pagamento pay per view 24 ore su 24.

Diritti Tv, Lega Calcio multata per Campionato di Serie B 2007-2008. E’ solo l’inizio?

L’Antitrust ha sanzionato con una multa di 102mila euro la Lega Calcio per comportamenti restrittivi della concorrenza, dato che ha ostacolato l’acquisizione dei diritti per le gare del campionato di Serie B 2007/2008, limitando fortemente la trasmissione in diretta televisiva degli incontri a danno delle emittenti e dei consumatori.

In una nota si legge:

L’Antitrust ha stabilito che la Lega Calcio ha utilizzato il proprio ruolo e la propria reputazione per assicurare l’attuazione delle decisioni concordate in sede assembleare, a favore della vendita collettiva dei diritti trasmessivi, intervenendo con richiami e diffide nei confronti delle società sportive e delle emittenti che non intendevano rispettare l’accordo. La Lega Calcio ha inoltre fatto leva sulla propria funzione di gestore delle risorse destinate alla mutualità per influire sulle decisioni delle singole società sportive. Infine, ha sfruttato il potere di negare l’autorizzazione alla vendita individuale, conferitole dalla normativa transitoria, per sostenere l’intesa sulla vendita collettiva, svuotando così di contenuto un’esplicita previsione normativa mirata a preservare l’autonomia negoziale dei club nel periodo transitorio. Su un totale di 462 partite che componevano il Campionato, soltanto 16 (corrispondenti al 3%) sono state trasmesse in diretta. Peraltro, buona parte della cessione dei diritti da parte dei club è avvenuta soltanto dopo l’avvio del procedimento istruttorio dell’Antitrust.

Diritti Tv Serie A 2010, Sky stoppata. Conto Tv torna in corsa con un finanziatore?

La Corte d’Appello di Milano ha accolto parzialmente la richiesta di Conto Tv inibendo alla Lega Calcio l’esecuzione dell’assegnazione a Sky Italia del pacchetto A paltinum live, relativo ai diritti di trasmissione delle partite di calcio di serie A per il 2010-11 e 2011-12.

La notizia viene data dall’Ad di Conto Tv Marco Crispino, che ai microfoni di CNRmedia ha aggiunto:

La Lega Calcio ha sempre agito nell’interesse di Sky perché, come ha detto il presidente del Palermo Maurizio Zamparini, la pay tv di Rupert Murdoch dà tanti soldi all’associazione di serie A e B … Conto Tv questa estate, quando e’ uscito il bando per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A, ha fatto subito un ricorso cautelare al Tribunale di Milano e un esposto all’Antitrust, perché sulla piattaforma digitale terrestre erano stati predisposti due pacchetti di assegnazioni delle partite mentre per il satellite solamente uno, quello denominato Platinum Live, che di fatto permetteva solo alla pay tv Sky Italia di partecipare al bando escludendo le emittenti più piccole. In questo modo il marchio di Rupert Murdoch diventa ancora più dominante nella piattaforma satellitare in Italia.

Programmi tv giovedì 27 agosto, Superquark o In Her Shoes?

Buongiorno,
andiamo a scoprire insieme cosa potremo vedere questa sera sui principali canali televisivi.

Raiuno – Superquark: ultima puntata. Argomenti: il capodoglio, le frodi alimentari, Charles Darwin, il fiume sotterraneo di Roma.

Raidue – Hidalgo – Oceano di fuoco: avventura, diretta da Joe Johnston, con Viggo Mortensen e Omar Sharif.

Raitre –  La seconda notte di nozze: commedia, diretta da Pupi Avati con Katia Ricciarelli, Neri Marcorè e Antonio Albanese.

Canale 5 – In her shoes: commedia, diretta da Curtis Hanson, con Cameron Diaz e Toni Collette.

Canali a luci rosse, la nuova offerta targata Penthouse

Le mille strade del porno percorrono anche i circuiti televisivi, è di questi giorni la notizia che il giornale Pentahouse si prepara a sbarcare in Europa con una serie di canali a luci rosse, dai contenuti in alta definizione per gli amanti delle emozioni forti. Il mini bouquet composto da due canali (Penthouse HD 1 e 2), sarà disponibile da settembre per il mercato olandese, spagnolo, francese e probabilmente anche quello italiano, su cui verranno convogliati i contenuti hard core grazie alla legislazione più permissiva vigente nei rispettivi Paesi. In Gran Bretagna e Germania dove la legge è meno tollerante, prenderà il via Penthouse Hd un unico canale dai contenuti soft. L’offerta di Penthouse, ovviamente criptata, verrà trasmessa dal satellite Eurobird 9A.

Quello del porno in tv continua ad essere un mercato florido, lo dimostra la nascita sul digitale terrestre a fine giugno di Nitegate, il poker di canali a luci rosse gestiti dalla Profit, disponibili al pubblico grazie a tessere prepagate ricaricabili di diverso taglio.

L’offerta televisiva più consistente (vincolata dal parental control) in Italia arriva dal satellite, ovvero Sky che offre in abbonamento 20 canali di Hot club con pellicole di repertorio più Hot première con un’anteprima al giorno, che secondo alcune stime registrerebbero oltre 200 mila acquisti quotidiani da parte di altrettanti abbonati con una spesa media comprensiva del costo di sottoscrizione di 10 euro a visione, per un totale annuo di 730 milioni di euro, il giro d’affari coprirebbe quindi il 29,2% dell’intero monte ricavi, secondo altre stime gli introiti ammonterebbero invece a soli 100-120 milioni l’anno circa due a settimana, guadagni presunti visto che i diretti interessati si guardano bene dal comunicare le cifre esatte.

Categorie Sky

Diritti Tv Calcio: Conto Tv presenta ricorso alla Corte d’appello di Milano

Non si placano le polemiche intorno ai Diritti Tv delle partite della serie A 2010-2012. Ieri vi abbiamo riportato la notizia dell’apertura di un’istruttoria da parte dell’Antitrust per verificare se la Lega Calcio abbia fatto abuso di posizione dominante, oggi vi riportiamo le dichiarazioni di Marco Crispino, l’amministratore delegato di Conto Tv, che ha annunciato di aver presentato un ricorso alla Corte d’appello di Milano per bloccare la gara per l’assegnazione dei diritti:

Ho letto con stupore sui quotidiani di oggi che, nonostante la richiesta di chiarimenti dell’Agcom e l’apertura procedimento da parte dell’Antitrust, la Lega non avrebbe nessuna intenzione di modificare i pacchetti per il satellite. Nonostante l’estrema fiducia nel lavoro e nel potere delle Autorità, abbiamo per fortuna percorso altre strade e la settimana scorsa abbiamo depositato presso la Corte d’appello di Milano un ricorso per provvedimenti cautelari, ex articolo 33 della legge 287/1990, per bloccare la gara o cancellarla, nel caso in cui il pacchetto per il satellite venisse assegnato.

Serie A, l’antitrust apre un’istruttoria sulla vendita dei diritti tv

L’Antitrust ha dei dubbi sulla correttezza dell’asta per i diritti tv della Serie A: l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aperto un’istruttoria per verificare se la Lega non ha abusato della sua posizione dominante nella commercializzazione in via centralizzata dei diritti stessi.

In altre parole: la Lega Calcio, per essere sicura di poter ricevere i soldi pensati, avrebbe confezionato le offerte su misura per Sky Italia, Dahlia Tv e Mediaset Premium. In questo modo non ci sarebbe una reale competizione per accaparrarsi i diritti e altri possibili soggetti sarebbero ostacolati.

Nella nota si legge:

La Supercoppa Italiana rischia di non essere trasmessa in televisione

La supercoppa italiana, classico evento sportivo che apre la stagione ufficiale per le nostre squadre di calcio rischia di non essere trasmessa in televisione, perché l’incontro tra Inter e Lazio del prossimo 8 agosto a Pechino non interessa a nessuna emittente a causa dell’orario del calcio d’inizio, le 14.00 ora italiana (fonte Corriere dello sport).

Massimo De Luca, direttore di Raisport, ha spiegato che un evento simile, trasmesso in un sabato pomeriggio di agosto ha meno rilevanza che trasmesso in prima serata e ha assicurato che, comunque, la Rai un’offerta l’ha fatta, certo non i seicentomila euro richiesti come base d’asta dalla Lega Calcio (che ha portato la manifestazione in Cina per motivi economici), ma è stata rifiutata.

Mediaset fa sapere di non essere interessata ad una gara trasmessa alle 14.00 di un sabato pomeriggio di agosto, perché non ha un appeal televisvo adeguato e non porterebbe un ritorno economico sufficiente per il network. Quindi: non parteciperà all’asta e non farà offerte.

Pragrammi tv giovedì 19 febbraio, Scherzi a parte o la terza serata del Festival di Sanremo?

Buongiorno,
scopriamo insieme quali programmi potremo vedere questa sera sulle principali reti televisive.

Raiuno – 59° Festival della canzone italiana: terza serata. Ospiti: Gabriella Pession, Thyago Alves, Giovanni Allevi, Kevin Spacey, Giorgio Pasotti, Alain e Dane Clark e gli Easy Star All Stars.

Raidue – Asterix e Obelix operazione Cleopatra: commedia di Alain Chabat, con Gérard Depardieu, Monica Bellucci, Christian Clavier, Jamel Debbouze, Alain Chabat.

Raitre – Medium: serie tv. Quarta stagione. Episodi tredici e quattordici: Una cura per ciò che ti affligge, La macchina della morte.

Canale 5 – Scherzi a parte: quarta puntata, condotta da Claudio Amendola, Teo Mammucari e Belen Rodriguez.

Champions League sulla Rai fino al 2012, ma intanto scoppia la polemica

La Rai continuerà fino al 2012 ad avere i diritti per gli highlights di tutte le partite della Champions League, più una partita in diretta al mercoledì: la tv di stato, non avendo più concorrenti (Mediaset si è buttata sul digitale per far concorrenza a Sky), avrà ancora tutto lo sport in chiaro della tv (escluso il moto mondiale).

Festeggia il Direttore Genereale Cappon, che dice (attenzione alle parole, che vi segnalo in grassetto, perché meriteranno una riflessione alla fine):

Con questa operazione abbiamo completato il nostro bouquet di calcio in chiaro che è ricchissimo, il più ricco che la Rai abbia mai avuto negli ultimi anni. Sicuramente è il più ricco d’Italia. La soddisfazione è doppia perché quest’anno la Rai sul calcio ha fatto l’en plein: oltre alla Champions abbiamo ripreso i diritti per Serie A e B e confermato quelli per la Coppa Italia. Con quest’offerta così completa la Rai riafferma il proprio ruolo di servizio pubblico, un servizio pubblico capace di offrire a tutti i cittadini i migliori eventi sportivi a disposizione. Voglio sottolineare un ultimo, non piccolo, particolare: abbiamo riportato il calcio in chiaro in Rai risparmiando decine di milioni di euro e spendendo circa la metà rispetto a quanto era stato fatto in passato. Questo dimostra che si possono e si devono coniugare qualità e rigore gestionale.