Paura di amare, riassunto sesta puntata

Ieri sera è andata in onda la sesta puntata di Paura di amare. Asia (Erica Bianchi) si confida con la madre Cecilia sulla reazione che Stefano (Giorgio Lupano) ha avuto dopo aver appreso che è sua madre. Elide (Ida Di Benedetto), parla con Manuel (Misa Beric) e gli chiede di uccidere Paride (Marco Falaguasta), reo di averla minacciata di risolvere la sua situazione al più presto. Stefano ed Asia si chiariscono. L’imprenditore vuole che Asia ritorni a stare da lui, ma la studentessa non ha intenzione di abbandonare sua madre. Inoltre, non gli dice di essere incinta.

Stefano non crede nell’innocenza di Cecilia (Brigitte Christensen). Elide continua a fare analisi da uno psichiatra. L’avvocato Gironi (Paolo Lanza) è alla ricerca di Sofia Calone, donna nominata da un testimone durante la sera dell’omicidio di Tommaso e del marito di Cecilia, che rappresenta la probabile assassina dei due uomini. In realtà, la donna è proprio Elide, ma ancora nessuno ha scoperto la sua vera identità. Un altro testimone ribadisce di aver visto Cecilia Colombo uccidere Tommaso e suo marito. L’uomo è stato pagato da Elide per dire queste falsità.

Paura di amare, riassunto quinta puntata

Ieri sera è andata in onda la quinta puntata di Paura di amare. Stefano (Giorgio Lupano) viene portato in carcere. Giuliana (Clotilde Sabatino) non si scaglia contro di lui attraverso i suoi articoli, ma il suo editore è contrario e vuole che si schieri a vantaggio dell’imprenditore. Carlo (Benjamin Sadler) raggiunge Paride (Marco Falaguasta) per capire i motivi del suo atteggiamento e  per trovare un accordo con lui.

Paride non ha, invece, alcuna intenzione di avere a che fare con lui. In compagnia di Paride c’è anche Elide (Ida Di Benedetto). La signora dice chiaramente a Carlo di voler vedere “la famiglia Loi in ginocchio”. Inoltre, ricatta l’uomo di dire la verità sulla sua relazione con Emma, la moglie di Stefano (Ana Bretschneider). Carlo, nonostante tutto, non ha alcuna voglia di cedere ai suoi ricatti e va via sdegnato dalla sua situazione.

Paura di amare, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Paura di amare. Carlotta (Rosabell Laurenti Sellers) parla al padre Stefano (Giorgio Lupano) di quanto le manchi sua madre. Gli chiede di accompagnarla al cimitero dalla madre, ma il padre si rifiuta. Chiede ad Asia (Erica Bianchi) di accompagnarla, che dopo aver rifiutato, decide di farlo.

In cimitero, Carlotta incontra lo zio Carlo. L’uomo racconta che Stefano era molto preso dal lavoro, al punto tale da trascurare Emma. Anche la notte in cui è morta, sarebbe dovuto uscire con lei, ma si era trattenuto in ufficio. Era per questo motivo che Stefano se ne dava una colpa.

Paura di Amare su Raiuno

Da questa sera su Raiuno andrà in onda Paura d’amare, la fiction in sei puntate diretta da Vincenzo Terracciano, che racconta la storia d’amore bella e cristallina, quanto difficile e tormentata, che nasce tra il ricco Stefano e la ragazza di umili origini Asia.

La storia. Stefano Loi, imprenditore di successo (è il presidente della società farmaceutica Loipharma), rimane vedovo a causa della tragica morte, in un incidente stradale della moglie. All’uomo, lacerato dal dolore, non rimane che crescere i suoi due figli e provare a dare un senso alla propria esistenza. Un giorno entra nella sua vita Asia, la babysitter dei suoi bambini, una ragazza più giovane di lui, orfana e di umili origini, che riesce a far breccia nel suo cuore. In poco tempo l’amore prende il sopravvento, ma viene contrastato dalla famiglia di lui, classista, che non vuole una donna squattrinata a fianco di Stefano.

I problemi per il manager non sono solo di natura amorosa: alcuni membri della sua famiglia, in particolar modo la moglie di Tommaso, il defunto fratello di Stefano, stanno cercando di scalare la Loipharma, per estrometterlo dalla presidenza; la presunta assassina di Tommaso, Cecilia Colombo, viene scarcerata di prigione.

Paura di amare: foto conferenza stampa

Foto: AP/LaPresse

Da domani sera su Raiuno andrà in onda Paura d’amare, la fiction prodotta dalla Titania, diretta da Vincenzo Terracciano su sceneggiatura di Maria Venturi. Nel cast ci sono: Giorgio Lupano, Erica Banchi, Dario Fiorica, Marco Falaguasta, Rosalba Laurenti Sellers, Clotilde Sabatino, Ivana Lotito, Marta Bifano e Barbara Livi.

Dopo il salto potete vedere una ricca galleria fotografica della conferenza stampa di presentazione della fiction. La produttrice Ida Di Benedetto in tale occasione ha detto:

Al giorno d’oggi hanno tutti paura d’amare perché siamo troppo razionali, mentre l’amore è un sentimento irrazionale.

Un caso di coscienza: a Cinetivù Barbara Livi confessa, ho seguito vere autopsie

L’abbiamo vista di recente ricoprire ancora il ruolo dell’anatomopatologa Erica Lacerba moglie dell’avvocato Rocco Tasca (Sebastiano Somma) in Un caso di coscienza 4 su Raiuno purtroppo scomparsa durante la prima puntata: è Barbara Livi attrice di cinema, televisione e teatro, ma anche modella agli inizi della sua carriera come recitano le note biografiche quando vince nel 1989 il concorso Miss Cinema- Volto per Fotomodella. Dopo una prima fase teatrale dove risalta la collaborazione con Arnoldo Foà e Orso Maria Guerrini in un allestimento dell’ Aulularia di Plauto e lo spettacolo Volevamo essere gli U2 diretto da Umberto Marino, Barbara si dedica al cinema dove recita sotto la regia di Franco Zeffirelli in Storia di una capinera a cui va ad aggiungersi L’anno prossimo… vado a letto alle dieci di Angelo Orlando e Cuore cattivo, di nuovo diretta da Umberto Marino.

Negli anni successivi ottiene ruoli più consistenti in film come Jack Frusciante è uscito dal gruppo con Stefano Accorsi, La classe non è acqua con Valerio Mastandrea e in Io, tu e tua sorella con Leo Gullotta, senza dimenticare Una milanese a Roma assieme a Nino Manfredi, pellicola grazie alla quale vince il premio Nanni Loy. Con la tv l’attrice raggiunge una ulteriore fama in particolare per i ruoli in Incantesimo, Un medico in Famiglia 4, Crimini, Operazione Odissea, la miniserie diretta da Claudio Fragasso per Canale 5 e la già citata Un caso di coscienza.

Barbara sappiamo che coltivi diversi hobby tra cui la danza, il nuoto, il paracadutismo ma anche la pittura, quale tra questi è il tuo preferito?

Sicuramente la pittura, dipingere mi rilassa molto e mi diverte, generalmente lo faccio di notte…ho dipinto anche le pareti del mio appartamento.

Puoi parlarci dei tuoi esordi? Da quando hai cominciato a coltivare il sogno poi realizzatosi di diventare attrice?

Da piccola amavo fare le imitazioni di attori e cantanti, mi piaceva mascherarmi e ripetere le scene di un film, imparavo poesie a memoria e le raccontavo a scuola, mi divertiva usare il trucco sin da bambina in tutte le sue forme, poi ho conosciuto il teatro e li ho deciso che sarebbe stato il mio lavoro per sempre.

Un caso di coscienza 4, riassunto sesta e ultima puntata

Nell’ultima puntata della serie tv Un caso di coscienza 4, intitolata Game Over, l’avvocato Rocco Tasca (Sebastiano Somma), sempre sotto scorta, incontra l’enologa Lea chiedendole delle altre prove sull’esistenza di uranio sotto al terreno della tenuta Ranieri: Lea e Rocco sanno che la colpa di tutto quello che è accaduto è della Melros ma occorre fugare ogni dubbio. Alice (Loredana Cannata) intanto affronta Luca Canevari sui dubbi sussistenti su sua madre: Luca dopo l’incontro si reca in banca e preleva una cassetta di sicurezza che scopre però essere vuota.

L’avvocato Rocco Tasca decide di collaborare con un anziano magistrato in pensione per indagare sui precedenti del medico legale Alberto Serra: scopre che De Marchi era stato indagato per falsi rapporti di incidenti stradali mai avvenuti, grazie all’ausilio del dottor Serra, con cui truffavano le assicurazioni. Entrambi all’epoca erano difesi dall’avvocato Francesca Canevari che fece condannare al minimo il primo ed assolvere il secondo.

De Marchi intanto viene chiamato in procura e sottoposto ad interrogatorio per rispondere di detenzione illecita di documenti privati e di microspie, sempre accompagnato da Francesca: il procuratore riceve minacce esplicite da Francesca ma questo è risoluto nel portare a termine il suo lavoro di indagine. Luca e sua madre Francesca si scontrano: la donna rivela che i soci della Melros sono proprio loro due, madre e figlio, quindi se la società è la mandante d un omicidio anche lui sarà chiamati a risponderne. Luca si rende conto che a tradirlo è stata proprio la madre.

Un caso di coscienza 4, riassunto terza puntata

Ieri sera è andata in onda la terza puntata di Un caso di coscienza 4 dal titolo Nessun responsabile, Rocco Testa (Sebastiano Somma), continua a ribadire al PM Francesco Trapani (Bruno Torrisi) che la morte della moglie Erica (Barbara Livi), sia collegata a quella del conte Ranieri. Rocco si confida anche con Alice (Loredana Cannata), consigliandole di stare lontano dall’avvocato Luca Canevari (Giorgio Lupano), disposto a qualsiasi cosa pur di raggiungeri i propri obiettivi.

Durante la navigazione in mare, un aliscafo (per motivi ancora da chiarire) si schianta su una banchina, provocando un incendio in cui numerosi passeggeri rimangono feriti o perdono la vita. Lea Graner (Vanessa Gravina) cerca di convincere i dipendenti della tenuta a non accettare le condizioni di contratto della nuova azienda, ma inutilmente.

Un caso di coscienza 4, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Un caso di coscienza 4 dal titolo Merry Christmas. Si indaga sulla morte della dottoressa Erica Serra (Barbara Livi), moglie di Rocco (Sebastiano Somma). L’avvocato è disperato per la morte della sua congiunta. Un bambino di nome Edoardo viene portato in ospedale per un presunto choc anafilattico. Il bambino entra in coma, per questo motivo la madre ed il padre decidono di fare causa ai medici per negligenza.

L’avvocato crede che la moglie non sia morta per una tentata rapina, ma che il tutto sia da condurre alla morte del conte Ranieri. Momentaneamente è stata chiusa l’indagine contro i medici che hanno curato il piccolo Edoardo Fontanesi, ma i genitori del bambino sono visibilmente dispiaciuti ed arrabbiati. Rocco va a parlare in maniera informale con il dottor Luxardo, che dopo aver conosciuto i sintomi del malessere di Edoardo, ha disposto l’analisi tossicologica.

Un caso di coscienza 4, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Un caso di coscienza 4, durante una festa di Halloween, un ragazzo che cammina sul cornicione di un palazzo, perde l’equilibrio e cade, morendo sul colpo. L’agente Randazzo (Francesco Pannofino)  ed il Pm Francesco Trapani (Bruno Torrisi), indagano sulla sua morte. Francesco Trapani nota che sul corpo non ci sono segni di colluttazione.

Viene interrogata la madre del ragazzo  (il cui nome è Giorgio). La donna spiega che il figlio non andava d’accordo con un professore. Il nome del professore in questione con cui Giorgio aveva avuto vari diverbi è Grosso. Si festeggia il compleanno di Roberto Tasca (Sebastiano Somma). La madre di Giorgio va a parlare con lui e con Erica (Barbara Livi), sostenendo che il figlio negli ultimi tempi era diventato molto nervoso.

Un caso di coscienza 4 Raiuno, foto e video

Questa sera su Raiuno alle 21.30 tornano le storie dell’avvocato penalista Rocco Tasca, ogni domenica (e questa settimana eccezionalmente anche lunedì) sulla rete ammiraglia Rai va in onda Un caso di coscienza 4. Della quarta stagione della fiction, vi avevamo già anticipato molto sei mesi fa, ma forse è utile fare un breve riepilogo dei personaggi che vedremo e della storia che ci terrà compagnia per sei puntate.

Nella nuova stagione Rocco Tasca (Sebastiano Somma) sarà impegnato a difendere vittime di ingiustizie sociali che sono state coinvolte in casi di cronaca di cui sentiamo parlare molto spesso nei telegiornali : c’è il caso di malasanità, quello di bullismo, quello di giocattoli contraffatti, quello di morte sul lavoro e quello che coinvolge i grandi gruppi bancari e assicurativi. La linea che collega tutte le puntate è il giallo della morte del Conte Ranieri (Alfredo Piano), trovato in fondo a un precipizio totalmente sfigurato.

Tra gli attori che interagiranno con Sebastiano Somma ci sono quelli che abbiamo imparato ad amare nelle precedenti stagioni, come Stephan Danailov (il detective Virgilio), Loredana Cannata (Alice, la socia dello studio), Barbara Livi (Erica, medico legale e moglie dell’avvocato Rocco) e Karen Ciaurro (la piccola Eva), e le new entry come Bruno Torrisi (il Pm Francesco Trapani), Vanessa Gravina (la sindacalista Lea Graner), Imma Piro (l’avvocato cinico e senza scrupoli Francesca Canevari), Giorgio Lupano (Luca Canevari avvocato figlio di Francesca) e Francesco Pannofino (l’agente Randazzo).

RFF2009 terza giornata: presentati Tutti per Bruno, Un caso di coscienza 4 e Sensualità a corte

La terza giornata del Romafictionfest 2009 è andata in archivio e la quarta è già alle porte. Mentre tutti aspettano l’arrivo di Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti che presenteranno Occhio a quei due, ricapitoliamo cosa è successo ieri oltre all’incontro con Eric Dane e Justin Chambers due dei protagonisti di Grey’s Anatomy. Ecco cosa è successo:

è stata presentata la serie di Canale 5 in dodici puntate Tutti  per Bruno. Il cast era al completo: Claudio Amendola:”E’ un poliziesco che farà sorridere. Mediaset punta molto su questa fiction perché sa di aver qualcosa di veramente innovativo tra le mani. In questa serie c’è tutto: commedia, famiglia, ma anche azione”; il regista Stefano Vicario:”L’atmosfera è la stessa di quando a scuola manca il professore della prima ora”; Antonio Catania:”Siamo tre poliziotti pasticcioni, ma ci vogliamo bene e alla fine riusciamo anche a risolvere i casi”; Valeria Fabrizi:”Il mio personaggio è quello di una donna forte e molto buona con il figlio”; Lorenza Indovina”Il mio personaggio è la moglie di Bruno, una donna forte e molto passionale”; Tosca D’Aquino:”Il mio è quello di una donna combina guai dal grande cuore”; Gabriele Mainetti:”Sul set abbiamo costruito un ottimo rapporto”.

si è tenuta la masterclass con Giancarlo De Cataldo (“Nonostante tutte le fiction girate sui santi e su Padre Pio non mi sembra che il tasso di moralità in Italia sia aumentato”)

Un caso di coscienza 4, tutte le novità in anteprima

Tornerà quest’autunno su Raidue, probabilmente non a settembre, ma ad ottobre, Un caso di Coscienza, con altri sei episodi che compongono una quarta serie che si preannuncia ricca di colpi di scena.

Nei martedì autunnali di Raidue rivedremo Sebastiano Somma vestire i panni dell’avvocato Rocco Tasca, pronto a difendere i diritti di tutti coloro che sono stati vittime di ingiustizie sociali: i casi riguarderanno giocattoli cinesi contraffatti, malasanità, bullismo e morti bianche, mentre quello che legherà tutti gli episodi tra di loro sarà strettamente collegato al protagonista.

Il cast della fiction, girata da Luigi Perelli tra Trieste e la Bulgaria (gli interni, in paricolar modo le aule del tribunale), è formato da Loredana Cannata (Alice, il braccio destro di Rocco), Stefan Dainalov (Virgilio, il suo investigatore privato), Barbara Livi (Erica, la moglie di Rocco), Bruno Torrisi (il procuratore Trapani), Vanessa Gravina (Lea, moglie della vittima del filo conduttore della serie), Imma Piro (l’avvocato Francesca Canevari), Giorgio Lupano (il collaboratore dell’avvocato Camevari) e Francesco Pannofino (l’agente di Polizia Randazzo, braccio del procuratore).

Dopo il salto alcuni succulenti spoiler sulla storia principale (che ci ha rivelato la nostra fonte).