Canale 5 è crisi nera: perdono tutte le novità e pure Gerry Scotti e Matrix

di Redazione 5

Ne avevamo già parlato cinque giorni fa: Canale 5 ha perso tutte le prime serate, tranne quella del sabato con C’è posta per te, a prescindere da ciò che ha proposto e il risultato di ieri sera di Crimini Bianchi, appena sotto il 14%, contro l’oltre 22% di Carramba, conferma il trend negativo.

Ad allarmare la rete ammiraglia di Mediaset, non c’è solo la prima serata, ma anche il resto della giornata, che non va proprio come si sperava: Gerry Scotti perde sonoramente ogni sera da Carlo Conti, tanto che L’eredità di Raiuno è seguito mediamente da un milione in più di spettatori di Chi vuol essere milionario; Matrix in seconda serata prende sette punti di distacco da Porta a porta; il nuovo PomeriggioCinque fa acqua da tutte le parti.



PomeriggioCinque
, che doveva essere l’idea più geniale creata in casa Mediaset, gli altri sono format importati dall’estero e fiction acquistate, non supera il 14% e su Dagospia si vocifera di una chiusura anticipata a Novembre. In realtà è più probabile, visto che non ci sono momentaneamente alternative valide, che si cerchi di tirare avanti la carretta ancora per un po’ preparando un nuovo programma pomeridiano per Cristina Parodi, che si dice tornerà ad essere presenza fissa del pomeriggio degli italiani da Gennaio.

Mediaset, per rialzare gli ascolti, sta aspettando con ansia il ritorno della corazzata Amici, perché per ora a parte i programmi di Maria De Filippi, solo Striscia la notizia e Verissimo riescono a battere la concorrenza.

Forse, invece, dovrebbe preoccuparsi di proporre programmi più convincenti e innovativi, perché Raiuno, ha fatto dell’amarcord la sua arma vincente e con questa programmazione sono tutte partite perse.

Commenti (5)

  1. forse al pomeriggio sarebbe bello portare una trasmissione come fu verissimo condotto dalla perego…con pubblico in studio e anche un pò di cronaca

  2. la trasmissione di scotti, chi vuol essere milionario, non esiste più, tre spot pubblicitari, anticipazioni tg ecc, di trasmissione ne è rimasta ben poco.
    Inoltre la grafica è scadente e le opzioni, soprattutto con un piccolo televisore, come spesso accade in cucina, sono praticamente illeggibili, sopratutto dagli anziani, a cui Scotti piace molto.

    l’eccesso di pubblicità comunque pemalizza anche le altre trasmissioni ed ultimamente è aumentata anche su SKY, peggio ancora perchè è a pagamento.

  3. Gerry Scotti lo si vede praticamente dappertutto, quindi alla fine stufa !! Vuol sembrare un tuttologo, quando invece non lo è. Vengono date poche spiegazioni sulle risposte esatte, come se si trattasse di una rottura di scatole, quando invece è il vero aggancio per il pubblico che spera di apprendere o ricordare qualcosa, mentre è indaffarato con le cose casalinghe. La suspence del concorrente non è un grande appeal. Il pubblico è cambiato, di “ignoranti” ( inteso nel senso di persone con una bassa scolarità) come negli scorsi decenni, ce ne sono rimasti pochi. Mi sembrava che 1 contro 100 di Amadeus agganciasse di più. L’eccessivo carico di pubblicità va a danno dell’ascolto effettivo, per cui si cambia canale spessissimo.

  4. ma bastaa la tv ha stufato sia sky che nazionale, film stravisti (sembra quasi che se li passano) programmi lobotomizzanti privi di interesse culturale e x niente divertenti con troppa pubblicità e poi tirate fuori volti nuovi cristo!! e sempre lo stesso minestrone che gira ma quando vanno in pensione?????ma mettete gente giovane e fate programmi non claustrofobici con nuove idee ma sopratutto divertenti c’è già troppa tristezza in giro almeno in tv non trasmettetela,deve essere un mezzo di divertimento ed informazione ma ultimamente che ne è rimasto?!???

  5. spero che fallisca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>