Mediaset potrebbe “sparire” su Sky?

Mediaset abbandona Sky? L’ipotesi tutt’altro che peregrina viene ventilata da Giorgio Scorsone su Digital-Sat Magazine. Nell’articolo viene evidenziato come in questa settimana Canale 5 abbia criptato sulla piattaforma satellitare quasi tutti i programmi di prima serata, mentre fino ad oggi si era limitato a quelli del mattino o del primo pomeriggio, il tutto nell’ottica di una sperimentazione volta a verificare quanto l’audience di Sky vada ad influire su quella più generale del canale in vista di un criptaggio pressocè totale in un futuro prossimo.

Al posto delle regolari trasmissioni l’ammiraglia Mediaset manda in onda uno spot che invita il telespettatore a passare su TivùSat, un’evidente ritorsione nei confronti di Sky rea di non aver voluto concedere al biscione i diritti delle partite del prossimo mondiale di calcio sul dtt, al contempo il marchio di Rupert Murdoch propone l’attivazione sui propri decoder in hd della digital key che consente la visione dei canali sul digitale terrestre, i prodromi per una nuova battaglia (in parte già in atto) senza esclusione di colpi tra i due colossi televisivi ci sono tutti.

Mentre la Rai almeno per ora è vincolata dal contratto di servizio (il nuovo è in via di approvazione) a garantire “all’universalità dell’utenza un’ampia gamma di programmazione“, il che includerebbe tutte le piattaforme satellitari, nulla vieta alle reti Mediaset di emigrare verso lidi più favorevoli o quanto meno di eclissarsi su Sky. Al momento sono più di 300 mila le famiglie che hanno scelto TivùSat il progetto in chiaro sul satellite nato dall’alleanza Rai, Mediaset, Telecom Italia Media (La7, Mtv), non abbastanza da garantire ai canali dell’azienda di Cologno Monzese quel fabbisogno di audience che andrebbe a compensare la dipartita da Sky, allo stesso tempo il colosso satellitare dati alla mano avrebbe poco da perdere da un eventuale prossimo oscuramento dei canali Mediaset.

Secondo gli ultimi resoconti sono 7.462.921 gli spettatori unici che seguono i canali della piattaforma Sky che nell’intera giornata raccolgono uno share medio del 9,3% (12,5% se si considera il target commerciale 15-54 anni). Se si aggiungono i canali satellitari ricevibili attraverso il decoder Sky – esclusi tutti i principali canali gratuiti generalisti, come Raiuno, Raidue, Raitre, Canale 5, Retequattro, Italia 1 e La7 – lo share sale al 10,7% (14,1% se si considera il target commerciale 15-54 anni). Lo sport naturalmente la fa da padrone. A oggi Mediaset possiede su Sky oltre alle reti generaliste Mediaset Plus (123) che propone il meglio della programmazione di Canale 5, Italia 1 e Retequattro e da qualche giorno è ricomparsa sul 928 Mediashopping il canale di televendite, poca roba insomma, che la cui visione presto potrebbe essere negata agli utenti Sky.

7 commenti su “Mediaset potrebbe “sparire” su Sky?”

  1. C’è molta confusione circa la TV in Italia: se hai Sky vedi tutto anche in HD,spaghi il canone Rai e devi dotarti di vari aggeggi supplementari. Inoltre se hai a casa un decoder Sky senza abbonamento, non puoi più vedere la Rai pur pagando il canone. E i mondiali? Come la mettiamo??

    Rispondi
  2. Cosa c’è di strano? TivùSat è nata proprio per far vedere via satellite i canali terrestri gratuiti (e forse anche a pagamento) senza che si debba pagare un operatore satellitare come Sky, ma solo tramite una tessera richiedibile da tutti gli abbonati al canone TV con un decoder satellitare qualsiasi.
    Era ovvio che Mediaset, come la Rai e probailmente La7, pensassero di lasciare Sky non appena il sistema andava a regime.Anche la RAi probailmente lo farà, quando sarà obbligata Sky a rendere i propri decoder compatibili con il sistema TivùSat (come impone la legge sul decoder unico).

    Rispondi
  3. Ma certo, altri soldi per vedere quello che prima si vedeva gratis! Incredibile come vadano le cose in questo Paese. Davvero eccellente, la controrivoluzione del digitale terrestre, che fra l’altro in altri Paesi è considerata già roba vecchia!

    Rispondi
  4. @ Ake:
    Scusa, altri soldi per cosa? I programmi su TivùSat sono gratuiti, forse arriverannno a pagamento solo quelli che sono già a pagamento sul digitale terrestre.
    TivùSat serve sopratuto in quelle parti d’Italia dove il segnale terrestre non ariva od arriva male (e ce ne sono non solo sulle montagne, ma in molti coni d’ombra).

    Rispondi
  5. perchè avete tolto i canali più guardati come mediaset plus e fx io li guardavo se mi perdevo il gf11 o altro guardavo le repliche io vi consiglio di rimetterli se cambio

    Rispondi
  6. perchè avete tolto i canali più guardati come mediaset plus e fx io li guardavo se mi perdevo il gf11 o altro guardavo le repliche io vi consiglio di rimetterli se no cambio

    Rispondi

Lascia un commento