FOX Tv: da X Files a Dr House

di Enzo Mauri 2

La FOX Broadcasting Company, giovane e rampante sorella maggiore dei canali attualmente presenti su Sky, nacque il 9 ottobre del 1986, il nome prende spunto dalla 20th Century Fox, celebre marchio cinematografico americano, che nel 1985 decise di fondare un canale che potesse sfidare lo strapotere di ABC, CBS e NBC. Sempre lo stesso anno Rupert Murdoch, il tycoon della News Corporation acquista per 325 milioni di dollari la 20th Century Fox e con essa tutte le stazioni televisive acquisite per fondare il network omonimo: WNEW-TV di New York City, WTTG di Washington, D.C., KTTV di Los Angeles, KRIV-TV di Houston, WFLD-TV di Chicago e KRLD-TV di Dallas e WCWB di Boston affiliata alla ABC, il lancio del nuovo canale può avere inizio.

Fra i primi successi della FOX la commedia Married… with Children, in onda la domenica e il reality Cops su i turni di lavoro della polizia, ma è negli anni ’90 che il gruppo televisivo compì il grande salto facendo dello sport uno dei suoi punti di forza con la messa in onda degli incontri della National Football League, motivo di dissapori con la rivale CBS che trasmetteva i medesimi eventi. Nel 1994, forte dei diritti sportivi acquisiti, la FOX da vita alla divisione sportiva FOX Sports in un periodo successivo impegnata a fornire materiale al neonato canale giornalistico FOX News, che prese ufficialmente il via nel 1996.

Negli anni ’90 la FOX si distinse per avere trasmesso una serie di telefilm divenuti famosi anche in Italia come X-Files, Beverly Hills 90210, Melrose Place, New York Undercover a cui si unirono poi I Simpson, celebre sitcom animata creata da Matt Groenig, vero culto anche cui da noi seguita poi nel 2005 da American Dad sempre dello stesso autore e la serie Ally McBeal che contribuì al successo personale della protagonista, l’attrice Calista Flockhart. Da sottolineare anche la comedy In Living Color che lanciò personaggi come Jim Carrey, Jamie Foxx e l’allora ballerina Jennifer Lopez.

Dal 2000 la FOX per arginare un calo del gradimento, si dedicò alla realizzazione di reality di notevole successo come Who Wants to Marry a Multi-Millionaire?, Temptation Island, e Married by America a cui va ad aggiungersi lo show Joe Millionaire la cui prima stagione venne seguita da oltre 40 milioni di telespettatori. Nel 2002 da un’idea di Simon Fuller il manager delle Spice Gilrs, prese il via il talent show American Idol, gara canora tra concorrenti scelti da tre giudici la cui vittoria finale viene però sancita dal televoto, attualmente tra i programmi più seguiti negli Stati Uniti, unito al successo di serie tv come Dr House, The OC, 24, Bones, Prison Break e Terminator: The Sarah Connor Chronicles, in onda prossimamente su Italia 1.

Nel 2004 sono iniziate le trasmissioni in HD. I posti chiave dell’Azienda sono occupati dai manager Peter Liguori e Kevin Reilly, le sedi sono a Los Angeles e New York. Il marchio FOX di proprietà sempre della News Corp è presente in molti altri Paesi fra cui Australia, Canada, Italia, Turchia, Portogallo, Spagna, Messico, Sud America, Serbia, Giappone, Germania, Corea del Sud, Bulgaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>