Skins US su MTV

Questa sera alle 23.30 su MTV andrà in onda la prima stagione di Skins la versione USA, della fortunatissima serie teen drama inglese Skins, realizzata, anche per la versione statunitense da Bryan Elsley e Jamie Brittain.

Per chi non l’avesse mai vista, Skins è un teen drama che ha riscosso uno straordinario successo grazie al suo modo di rappresentare, in modo diretto e senza filtri, la realtà di un gruppo di 17enni tutti differenti tra loro. La versione USA è ambientata a Baltimora nel Maryland e ha come protagonisti un gruppo di teenager problematici che utilizzano un linguaggio molto diretto e spesso volgare, lo stesso utilizzato nella realtà dai teen ager di tutto il mondo.

Nel corso delle puntate verranno raccontati, attraverso delle situazioni particolari e del sarcasmo, temi scomodi come la droga, l’amicizia, la sessualità sia etero che omo, l’alcolismo e l’anoressia e bulimia, tutti problemi pesanti e reali della società contemporanea, ma raccontati in questa serie con naturalezza.

Mtv, palinsesto autunno 2010: True Blood, Valemont, Hard Time e tante novità

Il palinsesto dell’autunno 2010 di Mtv, presentato ieri a Milano, proporrà tanta musica, ma anche serie televisive americane e inglesi, produzioni originali, iniziative sociali e informazione connessa alla vita del giovane pubblico della rete.

Serie Televisive. Andranno in onda l’acclamata True Blood, la vampiresca Valemont, la giovanile Hard Time (storia della rivincita di un nerd che da emarginato diventa celebre perché superdotato) e la britannica Dead Set (cosa accadrebbe se fuori dalla casa del Grande Fratello gli zombie si impossessassero del mondo all’insaputa dei concorrenti?). Confermate South Park, Scrubs, Jersey Shore, Skins e The City.

Programmi. Storytellers dedicherà una puntata ad Edoardo Bennato e una Fabri Fibra; Mtv New Generation Contest Hit Weeks cercherà due talentuosi gruppi under 35 da mandare in America per esibirsi in otto concerti; torneranno, in versione riveduta e corretta Loveline, e Trl; sarà proposta una nuova serie dei Soliti Idioti; Pif condurrà un nuovo programma; If you really knew me, docureality che racconta le differenze estetiche tra gli studenti di liceo in America. A questi si aggiungeranno: My Life as Liz, Cattive ragazze, The Buried Life, The inbetweeners, Flight of the conchords, I Dudesons.

Skins 3 su Mya

Da questa sera alle 22.30 su Mya va in onda la terza stagione di Skins, la serie televisiva inglese, composta da dieci episodi, ideata da Jamie Brittain e Bryan Elsley e prodotta da Chris Clough, Company Pictures e Stormdog Films.

La terza stagione ha un cast completamente rinnovato rispetto alle prime due, tanto che tra i vecchi protagonisti sono rimasti Effy (Kaya Scodelario) e Pandora (Lisa Backwell). Confermata invece la formula: in ogni puntata della fiction, come sempre ambientata al college di Britol,  verrà presentato un solo personaggio e un solo argomento (in generale si tratta di amicizia, amore, sesso e omosessualità).

Skins la prima stagione su Mya ogni mercoledì

Da questa sera e per ogni mercoledì a seguire, il canale Mya manderà in onda alle 21.30, l Skins, la serie britannica ideata da Chris Clough e diventata un cult per tutti gli adolescenti inglesi. Skins è un prodotto perfetto per chi vuole capire come sono i teenager di oggi, senza peli sulla lingua, tanto da suscitare scandali e molte polemiche.

Differentemente dagli altri teen drama, Skins, che prende il nome dal gergo inglese che vuole dire cartina, racconta la vita reale, non patinata come quella di Gossip Girl o simili. inoltre tutto ruota intorno a una decina di ragazzi tra i sedici e diciotto anni residenti a Bristol.

La serie ruota attorno ad una decina di ragazzi tra i sedici e i diciotto anni residenti a Bristol, che frequantano lo stesso college: ogni episodio si focalizza sulla storia  di uno di loro, sulle sue paure e sui suoi sogni, mentre si narrano le storie parallele che si sviluppano all’interno della scuola.

Channel 4, scandali e sex show in nome dell’audience

Il 2 novembre 1982, l’annunciatore Paul Coia inaugura le trasmissioni del quarto canale più importante in Gran Bretagna, dopo i tre della BBC e la ITV, non a caso denominato Channel 4, il primo programma trasmesso è il gameshow Countdown tutt’ora in onda.

Nato come alternativa ai canali esistenti Channel 4 si distingue col tempo per la sua programmazione smaliziata, volta a coinvolgere il maggior numero di telespettatori, in più di un’occasione motivo di scandalo per la stampa e l’opinione pubblica britannica.

L’emittente, controllata in un primo momento dalla IBA (Independent Broadcasting Authority) poi dalla Channel Four Television Corporation, ente pubblico istituito nel 1990 ed entrato in esercizio nel 1993, è di fatto pubblica ma completamente finanziata dagli spot commerciali. In onda sia sul satellite che in analogico Channel 4, ha dato vita a una serie di nuove emittenti digitali: Film 4, At the Races, E4, More4, 4Music,4oD .

Skins: la seconda stagione in onda su Jimmy

Sono tornati su Jimmy (Sky, canale 140) i ragazzi di Skins (in gergo inglese, spinelli), la fortunata serie britannica trasmessa dal canale E4, di cui avevamo già parlato in occasione della prima stagione. Ogni giovedì alle 21.50 in esclusiva sulla tv satellitare, vanno in onda i dieci nuovi episodi che compongono la seconda serie, destinati ad essere programmati in autunno da Mtv.

Che fine hanno fatto Tony, Sid, Cassie, Michelle, Chris, Jal, Anwar, Maxxie, Abigail e Effy, il gruppo di amici di Bristol protagonisti di una delle serie più apprezzate d’oltre manica? E’ quello che si propone di svelarci questo secondo ciclo d’episodi, destinato ad essere l’ultimo per l’attuale cast sostituito quasi del tutto nella terza stagione prevista per il 2009. Il motivo di una così drastica decisione è presto detto: i ragazzi stanno crescendo ed è giunto il momento di fare posto a nuove figure di quell’universo adolescenziale da cui gli attuali protagonisti cominciano a defilarsi.

Avevamo già individuato nella crudezza e autenticità delle storie e degli interpreti uno dei punti di forza di Skins. I numerosi autori tra cui citiamo il creatore Bryan Elsley, Jack Thorne (Shameless), Simon Amstell (Never Mind the Buzzcocks), The Dawson Brothers (Balls of Steel), si sono avvalsi della consulenza di di numerosi teen agers, consentendo allo spettatore di calarsi in una realtà vera e non artefatta, come spesso accade in prodotti di provenienza americana, riconoscendosi nelle vicende e nei personaggi proposti.

Su Mtv i ragazzi di Skins

La serata domenicale tutta british di Mtv inizia alle 22.30 con gli irresistibili sketch di David Walliams e Matt Lucas, la strana coppia di Little Britain, di cui avremo modo di parlare prossimamente in un apposito post, per poi proseguire alle 23 con un’altra autentica perla d’oltre Manica, la serie tv Skins. Composta da soli nove episodi, Skins parla del mondo degli adolescenti visto attraverso gli occhi degli stessi protagonisti, niente ambientazioni patinate o ragazze da sogno tipiche di tanti telefilm americani , qui la realtà descritta è nuda e cruda.

Trasmessa e prodotta da Channel 4, la serie è già un caso in madrepatria, dove sta per partire la seconda stagione con dieci nuovi episodi, mentre in Italia coloro a cui dovesse sfuggire la messa in onda su Mtv della prima serie, hanno la possibilità di seguire la replica il mercoledì alle 21.55, della puntata domenicale, su Jimmy, canale 140 di Sky, in versione doppio audio, per gustarsela in lingua originale.

Ambientata a Bristol, Skins parla di un gruppo di giovani ragazzi tra i 16 e i 17 anni studenti del medesimo college. Ognuna delle nove puntate parla delle vicende di ciascuno dei protagonisti, entrando nel loro intimo e mettendo a nudo i dubbi, le incertezze ma anche le ingenuità tipiche di un’età dove si pensa di poter dominare gli eventi senza che essi possano scalfirci.