Channel 4, scandali e sex show in nome dell’audience

di Redazione 3

Il 2 novembre 1982, l’annunciatore Paul Coia inaugura le trasmissioni del quarto canale più importante in Gran Bretagna, dopo i tre della BBC e la ITV, non a caso denominato Channel 4, il primo programma trasmesso è il gameshow Countdown tutt’ora in onda.

Nato come alternativa ai canali esistenti Channel 4 si distingue col tempo per la sua programmazione smaliziata, volta a coinvolgere il maggior numero di telespettatori, in più di un’occasione motivo di scandalo per la stampa e l’opinione pubblica britannica.

L’emittente, controllata in un primo momento dalla IBA (Independent Broadcasting Authority) poi dalla Channel Four Television Corporation, ente pubblico istituito nel 1990 ed entrato in esercizio nel 1993, è di fatto pubblica ma completamente finanziata dagli spot commerciali. In onda sia sul satellite che in analogico Channel 4, ha dato vita a una serie di nuove emittenti digitali: Film 4, At the Races, E4, More4, 4Music,4oD .

Nel 2007 a causa di gravi problemi finanziari, l’azienda televisiva ha chiesto aiuto al governo, disposto a concedere sovvenzioni derivanti dal canone televisivo, utilizzato solo per la BBC, incontrando l’opposizione del Ministro per la cultura e i media Andy Burnham.

Dicevamo di come in più di un’occasione il canale britannico abbia fatto parlare di se per la messa in onda di programmi “arditi”, ad esempio quando trasmise l’insolita roulette russa di un giovane illusionista col rischio che terminasse in tragedia, nonostante le proteste del pubblico. Channel 4 è anche il canale del Big Brother inglese, balzato di recente agli onori della cronache per la tragedia della concorrente Jade Goody.

La storia di Channel 4 è segnata da tutta una serie di scandali: nel 2004 si decide di trasmettere le immagini di un aborto, nel 2007 va in onda il reality Born Survivor, sui sistemi di sopravvivenza adottati da un uomo lasciato solo su un’isola deserta, peccato che nonostante l’interesse del pubblico, alla fine dovesse rivelarsi un gigantesco bluff e il protagonista tutt’altro che abbandonato a se stesso.

Proprio ieri Lei (canale 125 di Sky) ha trasmesso The Sex Blog Girls, un documentario di Channel 4 che documenta il fenomeno sessuale via internet e analizza la crescente diffusione dei blog, che sempre più donne iniziano ad utilizzare per raccontare apertamente i propri desideri sessuali. Fra I telefilm di punta trasmessi da Channel 4, Shameless programmato in Italia da Jimmy (Sky 140), così come Skins poi proposto anche da MTV Italia e lo show Ten Years Younger, dove un gruppo di esperti cerca di far ringiovanire i partecipanti attraverso il look e il make up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>