BBC: orgoglio britannico nel mondo

di Redazione 8

La BBC ovvero British Broadcating Corporation, è la più importante struttura radiotelevisiva del Regno Unito e la più grande del mondo con i suoi 28.500 dipendenti solo in patria ed un fatturato annuo che sfiora gli 8 miliardi di euro.

Ufficialmente è un ente pubblico semiautonomo, libero da qualsiasi influenza politica e commerciale, sottoposto al giudizio insindacabile del proprio pubblico. La BBC è nota per la sua ampia struttura giornalistica che le consente di avere corrispondenti in più di 200 Paesi, raggiungendo 274 milioni di famiglie con notiziari diffusi in 33 lingue, di recente è stata creata una struttura che trasmette in lingua araba, BBC Arabic, disponibile anche in Italia sul canale 562 di Sky.

La BBC è stata il primo organismo di radiodiffusione nazionale, venne fondato il 18 ottobre 1922 come British Broadcasting Company Ltd, sotto l’egida di alcune compagnie di telecomunicazioni tra cui General Electric, Western Electric e Thomson- Houston. La prima trasmissione radiofonica risale al 14 novembre dello stesso anno. La Società, con John Reith come direttore generale, divenne la British Broadcasting Corporation nel 1927, anno in cui nacque il motto aziendale “Nation Shall Speak Peace Unto Nation” (La Nazione parli di pace alla Nazione).

Le trasmissioni televisive sperimentali iniziarono nel 1932 mentre le regolari partirono il 2 novembre 1936, facendo della BBC la prima struttura televisiva con una programmazione quotidiana, sospesa poi a causa della guerra dal 3 settembre 1939 al 7 giugno 1946, in quella data la prima a comparire in video fu l’annunciatrice Jasmine Bligh, con la frase:“ Buon pomeriggio! Come State? Vi ricordate di me? Sono Jasmine Bligh!“, entrata poi nel mito.

Nel 1964 al canale BBC One tutt’ora finanziato da un canone e privo di pubblicità, si unì il BBC Two che nel 1967 divenne il primo a colori nel Regno Unito, sempre nel 1964 venne riorganizzata la rete radiofonica in Radio 1 e Radio 2 con diffusioni musicali del momento, Radio 3 che offriva musica classica e Radio 4, dedicata all’informazione e priva di contenuti musicali, oltre ad una serie di emittenti locali. Il 1974 è l’anno in cui la BBC si dota del primo teletext chiamato Ceefax, a seguito di uno sciopero indetto dai dipendenti nel 1978 i canali radio vengono ridotti a uno solo.

Negli anni ’80 inizia la grande sfida con le tv commerciali a seguito della riforma del sistema radiotelevisivo, mentre nel 1995 nasce BBC World News, diffuso in tutto il mondo via satellite, cavo e digitale, caratteristica che lo ha reso fra i canali all news più seguiti al mondo. A partire dal 2004 a seguito di una serie di scandali viene messo seriamente in discussione il ruolo imparziale dell’Azienda televisiva britannica, il direttore generale Greg Dyke si dimette.

Il 18 ottobre 2007, il nuovo direttore generale Mark Thompson, annuncia un controverso piano, osteggiato dai sindacati, di ridimensionamento che comprende la riduzione di organico di 2500 unità e 1800 licenziamenti. I britannici chiamano simpaticamente la BBC “Beeb” e prima ancora la definivano “auntie” ovvero zietta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>