Giancarlo Scheri a Cinetivù: “Quest’anno 115 prime serate di fiction su Canale 5”

Il direttore della fiction Mediaset Giancarlo Scheri ha rilasciato a Cinetivù, in occasione della presentazione alla stampa della terza stagione de I liceali, una breve intervista. Eccola:

Proviamo a fare un bilancio della fiction quasi a fine stagione…

In realtà siamo a metà della stagione, perché essa finisce a dicembre. Quest’anno manderemo in onda 110-115 serate di fiction nel palinsesto di Canale 5; il bilancio è positivo, abbiamo consolidato tante serie, tanti brand di successo. Squadra antimafia, Ris, abbiamo creato nuovi brand come Non smettere di sognare, abbiamo fatto delle operazioni evento meravigliose con Come un delfino con Raoul Bova. Stiamo preparando per l’autunno tante serate con titoli importanti. Pertanto siamo assolutamente soddisfatti.

Ris Roma, Euridice Axen a Cinetivù:”Non voglio essere prevedibile!”


Questa settimana Cinetivù ha incontrato Euridice Axen, figlia d’arte della coppia d’attori Eva Axen e Adalberto Maria Merli, che il pubblico televisivo sta apprezzando su Canale 5 nel ruolo del capitano Lucia Brancato della sesta stagione di Ris Delitti Imperfetti diretta da Fabio Tagliavia, da questa edizione spostata da Parma a Roma. Alle sue spalle esperienze come doppiatrice, attrice teatrale, nelle soap Centovetrine, Vivere e nelle fiction Medicina Generale 2 (Rai), Carabinieri 7, Distretto di Polizia 9 (Mediaset).

Euridice immaginiamo non sia stato facile sostituire nel cuore del pubblico televisivo il capitano Riccardo Venturi (Lorenzo Flaherty) vero?

Io non ho mai sentito il peso di questo ruolo perchè in realtà è cambiata tutta la squadra dei Ris eccetto Fabio Troiano (tenente Daniele Ghirelli) e Jun Ichikawa (tenente Flavia Ayroldi), è cambiata ambientazione… è cambiato tutto! E’ che io di solito penso a me e non faccio mai paragoni! In ogni caso la nota positiva è che ricevo solo complimenti per il personaggio di Lucia Brancato e questo naturalmente mi riempie di gioia.

Gli ascolti stanno dando ragione alla scelta di inserire ruoli inediti nel cast tra cui il tuo: come ti sei preparata a questa nuova appassionante sfida?

Non è stato facile perchè il ruolo è delicato! Non volevo cadere nel cliché! Non volevo farla troppo maschile ma neanche ostentare femminilità! Volevo fosse un personaggio forte, deciso ma anche fragile e perché no anche un po’ ambiguo.. lasciare sempre un alone di mistero.. lasciare che lo spettatore si fidi ma non fino in fondo.. non fare un personaggio prevedibile!

RIS 5: intervista a Massimo Martella seconda parte – esclusiva Cinetivù

Seconda parte dell’intervista a Massimo Martella, sceneggiatore di Ris- Delitti Imperfetti, una delle fiction più seguite del momento in onda su Canale 5, che vede al centro di ogni episodio la prestigiosa sezione dell’Arma dei Carabinieri. Andiamo a scoprire assieme a lui, ulteriori risvolti sconosciuti al grande pubblico, riguardo il mestiere di “creatore di storie” per la tv e anche qualche anticipazione.

Presentiamo Massimo Martella nei ruoli che lo hanno visto crescere in campo artistico, puoi parlarci dei tuoi trascorsi da regista e sceneggiatore?

Uhm, la storia della mia vita… in estrema sintesi, diciamo che mi sono avvicinato al mondo del cinema per caso, grazie a un regista di nome Paolo Benvenuti, che quando ero studente universitario a Pisa mi fece scoprire il fascino delle immagini in movimento. Dopo le prime esperienze con lui vinsi il concorso per entrare al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, nel corso di regia. Da lì i primi cortometraggi, il lavoro in televisione come regista di Un giorno in Pretura, quindi il primo lungometraggio prodotto a bassissimo costo, che si chiamava Il tuffo. L’esordio vinse il premio opera prima a Venezia e mi incoraggiò a proseguire su quella strada. Dopo un secondo film prodotto dai fratelli Avati, sono approdato alla scrittura televisiva, e in pratica mi sono specializzato in polizieschi: 6 anni a La squadra, come editor e sceneggiatore, quindi il lavoro alla Taodue, con Distretto di Polizia 6 e le varie edizioni di Ris. Da Ris 4 ho condiviso il ruolo di capo scrittura con Luca Monesi.

Tornando alla sceneggiatura: come viene decisa la stesura finale e quanto la regia può influire su di essa?

Il miglior metodo di lavoro è quello che prevede di fare, durante la fase di pre-produzione che precede le riprese, una riunione con il reparto di regia su ogni singola puntata, in modo da sviscerare dubbi, obiezioni, punti di forza e di debolezza del copione; è in questa fase che si dà l’ultima ripulita ai dialoghi, che si cerca di venire incontro alle idee della regia, che si valuta la possibilità di ambientare le scene in luoghi diversi da quelli immaginati in un primo momento.

Ris 5 Delitti Imperfetti, riassunto ottava puntata

Il primo episodio della serie tv Ris 5 Delitti Imperfetti, intitolato L’essenziale è invisibile agli occhi, si apre con l’omicidio di una donna di circa 30 anni, bruciata viva, ma il Medico Legale Claudia (Gea Lionello) scopre che la donna assassinata aveva una capsula in oro in un molare ed aveva anche sostituito un incisivo con capsula in titanio sulla quale è riportato un codice, ancora leggibile.

De Biase (Ugo Dighiero) interroga tutti coloro che abitano nelle vicinanze, tra i quali un ragazzo cieco che ha sentito per primo le urla della donna e le ha registrate con il suo cellulare: il traduttore ascolta la registrazione e conferma che tutti i presenti erano di origine rumena e parlavano di una bambina, prima di uccidere brutalmente la ragazza.

Anche un’altra teste ha visto il gruppo di uomini e una donna che veniva picchiata: riferisce che il mezzo utilizzato dagli uomini era un pick up rosso. Gli elementi a disposizione del RIS iniziano ad essere consistenti, le indagini possono iniziare.

RIS 5 Delitti Imperfetti – Riassunto settima puntata

Il primo episodio della settimana puntata di RIS5 Delitti Imperfetti, intitolato Giustizia privata, si apre con il rapimento da parte del capitano Riccardo Venturi (Lorenzo Flaherty), sorpreso alle spalle mentre sta per salire sulla sua auto e rinchiuso in una cantina. Il rapimento è stato organizzato da Raffaele Altieri, boss latitante della malavita organizzata, il cui figlio Gualtiero era stato rinvenuto cadavere il giorno prima dagli uomini del RIS all’interno di un’auto ed ucciso con un colpo di pistola in testa.

Insieme a Venturi viene rapito anche un altro ragazzo di 19 anni, Diego figlio di una famiglia malavitosa rivale, che Raffaele Altieri crede sia l’assassino del figlio: Altieri vuole sapere chi ha ucciso il figlio e a che punto sono le indagini, altrimenti minaccia di uccidere l’altro ragazzo. Al RIS le indagini proseguono, Daniele Ghirelli (Fabio Troiano) scopre le impronte del battistrada dell’auto in cui il cadavere è stato rinvenuto: ma l’assenza del Capitano fa insospettire i suoi uomini e temono possa essere successo qualcosa.

Giancarlo Scheri annuncia le future Fiction Mediaset: molte conferme poche novità

Le fiction di Mediaset saranno più giovani, meno costose e girate in alta definizione: questo è il progetto annunciato dal direttore Giancarlo Scheri che, a Il Messaggero, anticipa i futuri progetti del gruppo.

Premesso che non ci sono prodotti ansiogeni per la felicità di alcuni, scopriamoli insieme: i film 4 padri single e Due mamme di troppo saranno trasformati in prodotti seriali così come Piper di Vanzina e Io ti assolvo; Amiche mie, Ris, I liceali, L’onore e il rispetto e Distretto di polizia sono stati riconfermati (e già si sapeva).

Vento di bonaccia per Canale 5

Mentre Mediaset festeggia i numeri da record della raccolta pubblicitaria, nell’ultima parte del 2007, con più di tre miliardi di ricavi, Massimo Donelli , direttore di Canale 5, non deve essere troppo soddisfatto della sua rete, in questo primo scorcio del 2008. L’anno nuovo non ha ancora portato molta fortuna all’ammiraglia del Biscione, che pare navigare in acque basse con il rischio di rimanere incagliata.

La nota dolente è rappresentata proprio dalla fascia oraria che dovrebbe dare le maggiori soddisfazioni, quella del prime time. Se possiamo definire tranquilli gli orari del preserale con Gerry Scotti e Chi vuol essere milionario, che segna un sostanziale pareggio di audience rispetto a L’eredità di Carlo Conti su Rai Uno e Striscia la notizia che domina imperterrita l’access prime time, nonostante lo “scossone” dato di recente dal ciclone Fiorello, ecco che con l’arrivo della prima serata e dell’inesorabile slittamento verso le 21.30, il bilancio con la concorrenza si fa pesante.

Attualmente Canale 5 può fare affidamento su due serate mentre le altre sono in balia dell’incertezza. Facciamo un’analisi (per i dati in cifre vi rimando alla rubrica quotidiana curata dall’ottimo Diego Odello): alla domenica Amici di Maria de Filippi, supera abbondantemente i cinque milioni di telespettatori, lo show a marzo verrà spostato al mercoledì, mentre l’altro porto sicuro della rete Mediaset è senz’altro il venerdì con lo strapotere de I Cesaroni.

Genesis: dopo CSI e RIS arriva la serie spagnola. Risultato: promossa!

Da giovedì 7 Febbraio alle 21.50, va in onda su Fox Crime, Genesis, una nuova serie investigativa spagnola che si dimostra più valida della nostrana Ris e indiscutibilmente interessante.

La storia: una squadra speciale madrilena, composta dall’antropologa Lola Casado (Veronica Sanchez), l’ispettore capo Gustavo (Alvaro Bàguena), il medico legale Laura (Sonia Almarcha), i poliziotti della scientifica Laura (Marìa Almudévar) e Daniel (Quim Guitiérrez) e soprattutto suo fratello, nonché capo della polizia Mateo (Pep Munné), indaga su crimini inspiegabili basandosi sulle prove trovate sulle scene del crimine e lo studio del serial killer.

Non solo indagini, ma anche antropologia e psicologia, quindi per Genesis (nome dato proprio perché in ogni puntata si tenta di individuare la genesi del male) che in Spagna ha ottenuto grandi ascolti e la certezza della produzione di una seconda serie.