Le grandi voci del doppiaggio: intervista a Chiara Colizzi – esclusiva Cinetivù

di Redazione 1

Chiara Colizzi, è una delle voci più rappresentative del doppiaggio italiano, figlia d’arte: papà Pino e e mamma Manuela sono veri maestri del settore, è nota per aver doppiato Kate Winslet in Titanic di James Cameron, ma anche Nicole Kidman in The Others, Uma Thurman in Kill Bill di Quentin Tarantino e Emily Watson ne Le Onde del Destino di Lars Von Trier e l’elenco sarebbe ancora lungo. Nel 2007 ha ricevuto il premio come miglior voce dell’anno al Gran Galà del doppiaggio.

Chiara a quale personaggio sei rimasta più affezionata tra tutti quelli che hai doppiato?

Sono molto legata e Bess delle onde del destino,ma anche alla Kidman in The Others e poi Kill Bill….tendenzialmente rimango legata a film belli, ma credo più come spettatrice che come interprete. Nel mio caso , è chiaro, ci sono dei coinvolgimenti emotivi diversi, però realmente credo di non essere legata particolarmente a un personaggio o a un ruolo o a un’attrice di qualche film. Diverso invece è per quanto riguarda una serie televisiva che ti lega a un personaggio per più anni…ecco in quel caso io mi sento un tutt’uno con l’attrice.

Anche nel doppiaggio esiste l’emozione della “prima volta”? Ce la puoi raccontare?

L’emozione della prima volta dura diversi anni e poi quando credi che sia passata, capita spesso che ti investa quando meno te lo aspetti….è un’emozione diversa, al mio servizio, della quale non sono più schiava ma padrona.

A noi ha divertito molto la tua performance nel doppiare Christina Applegate di Samantha Chi?, davi l’idea d’essere molto “presa” dal personaggio e così?

Personaggi come Elliot, (Scrubs) o Samantha (Samantha who?) o Lilly Rush (Cold Case) dopo diversi anni che li doppio, mi sembra che facciano parte di me.

Hai mai pensato di recitare ruoli in prima persona come il tuo papà?

Non ho mai pensato veramente di fare l’attrice e sempre meno più passano gli anni.

Conosci e hai conosciuto alcuni tra i più importanti doppiatori tra cui i mitici Peppino Rinaldi e Ferruccio Amendola, quale ricordo ti resta di loro, hai qualche aneddoto da raccontarci?

Peppino e Ferruccio sono un ricordo tenero e maestoso…ho dei ricordi privati di loro, ma per l’appunto…sono privati.

Se ti dico Ilaria Stagni invece cosa mi rispondi?

Ilaria…che devo dire? E’ un’attrice fuoriclasse e una donna generosa e divertente.

Tra le tante attrici esistenti ce n’è una che vorresti ma non hai mai doppiato?

Non ci sono attrici che vorrei doppiare e che non ho doppiato, almeno non credo, non c’ho mai pensato.

Puoi darci qualche anticipazione sui tuoi lavori attuali?

In questo momento non sto lavorando a grandi progetti, qualche serie più o meno bella.

Cosa si aspetta dal futuro Chiara Colizzi?

Dal futuro non aspetto niente. Meglio concentrarsi sul presente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>