Sabina Guzzanti contro Agorà: “Programma assurdo”

Sabina Guzzanti sbotta su Twitter contro Agorà, il programma di Rai 3 condotto da Gerardo Greco che l’aveva ospitata per promuovere il suo nuovo film, La Trattativa. L’attrice romana, in collegamento con la trasmissione, discute animatamente con l’onorevole di Forza Italia, Osvaldo Napoli, in studio quindi su Twitter dice la sua in merito al programma che l’ha ospitata.

8 marzo: Geppi Cucciari, Sabina Guzzanti, Sconsolata su Comedy Central per una Festa della donna tutta da ridere

8 MARZO su Comedy Central –  Alcune protagoniste della risata all’italiana insieme alla mattatrice più amata di Hollywood accendono lo speciale appuntamento con cui Comedy Central (solo su Sky canale 122) celebra la festa della donna domani, venerdì 8 marzo a partire dalle 18.45. Una vera e propria maratona della comicità in rosa che vede schierate ai blocchi di partenza Anna Maria Barbera, Geppi Cucciari, Sabina Guzzanti, Debora Villa e Meryl Streep.

Draquila – L’Italia che trema su La7

Stasera, alle 21.10 su La7, va in onda Draquila – L’Italia che trema, un film documentario di Sabina Guzzanti sul catastrofico terremoto che colpì duramente l’Abruzzo nel 2009. La pellicola si sofferma, in particolare, sulla gestione dell’emergenza da parte del governo Berlusconi. E’ la stessa regista a raccontare la sua ultima creatura cinematografica:

Personaggi tv più seguiti su facebook e twitter giugno 2012: Giovanni Vernia e Gerry Scotti

Anche per il mese di giugno 2012 il blog Pubblicodelirio.it ha stilato la classifica dei personaggi tv più seguiti su facebook e su twitter. Sono 413 i vip tenuti in considerazione in totale. Dopo il salto vi proponiamo le prime dieci posizioni. In vetta alla classifica facebook mantiene il primato il comico Giovanni Vernia, mentre su twitter si conferma Gerry Scotti.

La7, Giovanni Stella: “The Show must go off va aggiustato. A Dandini e Guzzanti raccomando meno ideologia e più risate”

In una lunga intervista a Repubblica, l’ad di La7 Giovanni Stella ha mosso una pesante critica contro il sistema Auditel:

È da novembre che chiedo chiarimenti e non ho ancora risposte. Dopo tanti sassolini, è arrivata l’ora di tirare una grossa pietra per modificare il ventennale sistema di rilevazione dei dati di ascolto. Bisogna cambiare le regole, così non si va avanti. Così com’è l’Auditel non va. I nostri investitori e la Cairo Pubblicità dimostrano che in termini di ascolto valiamo di più: almeno il 5% di share. E questo share equivale alla effettiva raccolta fatta nel 2011 e all’inizio del 2012. Ecco perché gli inserzionisti continuano a investire su La7: 10 milioni in più rispetto agli importi previsti nei primi tre mesi dell’anno. La 7 viene misurata male dall’Auditel, mentre Rai e Mediaset, in maggioranza nel cda, hanno un vantaggio strutturale. Non a caso anche Sky ha un contenzioso con Auditel.

Striscia la notizia, Antonio Ricci: “Ficarra e Picone sono il futuro”

Al Corriere della Sera, Antonio Ricci ha spiegato come è cambiato il modo di fare satira nel post-Berlusconi:

Per Striscia il problema si è posto in maniera più semplice, perché con Drive in avevo capito che la parodia di un politico dopo un po’ perde efficacia. Ballantini non fa più l’imitazione di un politico, scende sul suo stesso piano fino a confondersi con lui. I politici gli rispondono come fosse uno di loro, è una caricatura tra le caricature. Così possiamo sfruttare sia le battute che facciamo noi sia la loro comicità involontaria […]. Senz’altro Berlusconi dettava la linea sia ai conduttori di talk, sia alla comicità di tutti perché alla domenica si impegnava a dire qualcosa che poi sarebbe diventato il tormentone della settimana. Noi forse perché non abbiamomai vissuto solo di quello, come ascolti non abbiamo patito la mancanza di Berlusconi.