Colpo Grosso

Direttamente da Italia 7, oggi per la rubrica programmi tv del passato, parleremo di Colpo Grosso, andato in onda dal 1987 al 1992 e condotto da Umberto Smaila, sostituito nell’ultima edizione da Maurizia Paradiso, Massimo Guelfi e Gabriella Lunghi. Registi del programma erano Pino Calà e Celeste Laudisio, la produzione era della GEIT e l’autore era Tullio Ortolani.

Colpo grosso un programma spicy, con dei sexy giochi, una base di spogliarelli, battute piccanti, ammiccamenti e immagini sexy, era uno di quelli più amati da tutti i teenager dell’epoca, ed il perché è evidente:  fu il primo ad offrire lo spogliarello in diretta.

La prima edizione aveva uno studio simile ad una casinò ed i due concorrenti in gara dovevano superare delle prove gareggiando in giochi e scommesse, a soldi guadagnati, si potevano togliere i vestiti alle mascherine, ed il vincitore, per essere definito tale, doveva togliere tutti i vestiti alle mascherine compresa la mascherina che andava tolta alla fine, riuscendo a fare il sognato Colpo Grosso. La cosa divertente era che non solo i concorrenti potevano svestire le mascherine, ma che pure chi partecipava al gioco, per guadagnare soldi potevano spogliarsi.

TV7 Lombardia, vizi privati e pubbliche virtù di un’emittente del nord

Questa settimana ci dedichiamo a un’emittente televisiva “giovane” rispetto alle decine “storiche” di cui abbiamo parlato in precedenza, si tratta di Tv7 Lombardia nata nel 1990 con il nome di Lombardia7, frutto della fusione tra Canale 55 Lombardia e Lombardia Tv, anima del progetto l’attuale viceministro allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, Paolo Romani, particolarmente attivo nel settore e già fondatore di Telelivorno.

Tv7 Lombardia si distingue per la programazione a carattere sportivo (Diretta Calcio con Marco Meletti, Helenio Herrera, Niels Liedhom), la “prima” nazionale di Dragon Ball cartone animato destinato a raccogliere consensi e per la trasmissione Vizi Privati, Pubbliche Virtù, condotta da Maurizia Paradiso in onda per un paio di stagioni.

Dall’editore Romani l’emittente passa sotto la gestione di Gianni Alvisini e Mauro Ferraris, con la direzione di Alessandro Piccoli, programma di punta diviene Wilma e contorni con Wilma De Angelis, dedicato alla cucina a cui va ad aggiungersi Fm solo musica italiana, condotto da Carla Liotto e Diagnosi, rubrica di medicina che vede protagonista il professor Fabrizio Trecca.

Maurizia Paradiso sviene, Giucas Casella ipnotizza Victoria Cabello, Blob compie 20 anni video

Cosa succede in televisione? Maurizia Paradiso sviene nella trasmissione di Piero Chiambretti, Victoria Cabello si è fatta ipnotizzare da Giucas Casella e Blob compie 20 anni. In tutti e tre i casi, corrediamo la notizia con il video.

Ieri sera, duranta la puntata del Chiambretti Night, a causa delle drammatiche rivelazioni del marito segreto di Moana Pozzi, Antonio Di Cesco (“Io ce l’ho messa tutta per farla morire Per questo sarò processato in quanto indagato per omicidio. Pare tuttavia che secondo alcuni medici il mio gesto non sia stato sufficiente”),Maurizia Paradiso è svenuta. La pornostar fortunatamente si è ripresa poco dopo e l’intervista di Piero Chiambretti all’uomo è potuta continuare. “Sono felice che l’Italia voglia che sia viva, ma se non era morta io non sarei qui. Moana, come pornostar, non poteva avere un marito. La nostra storia era una cosa nostra. Per lei sono stato l’unico per 3 anni. E’ stata una persona splendida. Il nostro amore è stato una cosa lenta, non proprio un colpo di fulmine.”

Quello che le donne non dicono, Enrico Ruggeri scruta l’universo femminile su Italia 1

Da stasera, per otto mercoledì (in seconda serata tra le 23 e le 24), Enrico Ruggeri esplorerà l’universo femminile e scaverà nel passato della sua ospite a Quello che le donne non dicono, il nuovo talk show di Italia 1: all’interno di un cubo all’interno di un grande cubo trasparente nel centro di Milano, in Galleria del Corso (“Una scenografia bellissima, una specie di metafora della vita delle persone famose, che stanno sotto gli occhi dei passanti, ma un po’ separati dal mondo circostante”), il cantante presentatore intervisterà una donna famosa ponendola di fronte a sette schermi, che trasmettono altrettanti “files” della propria vita.

Attraverso queste sette cartelle personali, fatte di fotografie, filmati, documenti, oggetti, momenti pubblici e privati, le protagoniste del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport e della moda, si racconteranno in modo autentico e il più possibile completo, per ore, seppur noi in televisione ne vedremo solo 45 minuti (Loredana Bertè, racconta Ruggeri, a Il giornale, ha parlato per tre ore).