Sabato domenica e lunedì su Raiuno

Stasera, in prima serata, Massimo Ranieri propone una nuova commedia di Eduardo De Filippo, Sabato, domenica e lunedì in qualità di protagonista e regista. Accanto al poliedrico artista, Monica Guerritore che veste i panni di Rosa.

Aveva un cuore che ti amava tanto: su Raiuno la serata dedicata a Mino Reitano

Stasera, su Raiuno, in prima serata, andrà in onda Avevo un cuore che ti amava tanto, un programma condotto da Massimo Giletti e dedicato a Mino Reitano, a tre anni dalla scomparsa. Oltre alla moglie Patrizia e alle due figlie, alla festa per l’amico Mino parteciperanno Gianni Morandi e Massimo Ranieri. Varie le testimonianze di chi ha conosciuto Reitano nel campo musicale e televisivo: Mara Venier, Franco Battiato, Piero Chiambretti, Gigliola Cinquetti.

Questi fantasmi su Raiuno

Stasera, alle 21.10 su Raiuno, andrà in onda un nuovo appuntamento con il teatro del grande Eduardo De Filippo. Dopo l’ottimo riscontro di Filumena Marturano e Napoli Milionaria, Massimo Ranieri si cala nei panni di Pasquale Lojacono, protagonista di Questi Fantasmi (Fonte Il Tempo).

Sanremo 2012, Massimo Ranieri: “Avrei dovuto condurre Sanremo con Morandi, ma lui non ha voluto”

Al settimanale Tv Sorrisi & Canzoni, Massimo Ranieri ha rivelato il sogno sfumato (per ben due volte) legato ad una sua possibile conduzione del Festival di Sanremo:

Avrei dovuto condurre Sanremo con Morandi, ma lui non ha voluto. Il Festival di Sanremo del 2011 in teoria avremmo dovuto condurlo insieme. Poi sai come fa lui. Mi ha detto ‘Mah, non so, boh, forse non è il caso’.

Mea Puglia Festival, Al Bano omaggia la sua terra su Rete4

Tv Sorrisi & Canzoni ha anticipato gli ospiti che prenderanno parte a Mea Puglia Festival, due serate condotte da Al Bano su Rete 4 a fine settembre per omaggiare la sua terra. Un nome su tutti, Gianni Morandi che, lo scorso anno, lo volle in gara a Sanremo:

Non dovranno cantare le nostre voci, ma le nostre storie di figli del proletariato del Nord e del profondo Sud. Pare che vogliano affidargli ancora Sanremo, e mi auguro che succeda. Gianni ha sempre dimostrato di valere.

Napoli Milionaria: su Raiuno il teatro di Eduardo con Massimo Ranieri

Dopo il successo di Filumena Marturano Raiuno prova a portare un’altra commedia di Eduardo De Filippo in tv: questa sera alle 21.10 andrà in onda Napoli Milionaria.

Nella commedia in tre atti prodotta con tecnologia digitale e in alta definizione nello Studio 2 del Centro di Produzione tv di Napoli, diretta da Massimo Ranieri (che ha curato l’adattamento del testo in italiano insieme a Gualtiero Peirce) vedremo Barbara De Rossi nei panni di Amalia Jovine, Enzo De Caro in quelli di Errico Settebellizze e Massimo Ranieri in quelli di Gennaro Jovine. Completano il cast: Luigi Petrucci (Ragioniere Riccardo Spasiano), Fabrizio Nevola (Amedeo Jovine), Ester Botta (Maria Rosaria Jovine), Clara Bindi (Adelaide Schiano), Piero Pepe (Brigadiere Ciappa), Tommaso Bianco (Peppe O’ Cricco), Antonia Turppo (Assunta), Stefania Di Nardo (Donna Peppeniella), Diego Venditti (Federico), Luigi Pisani (Il dottore), Enzo Garramone (Miezo Prevete), Pasquale Russo (Pascalino O’Pittore), Francesca Colapietro (Teresa), Daniela Rapisarda (Margherita).

Centocinquanta: nemmeno la ciurma di Ballando e i nudi storici di Gloria Guida per combattere la noia del mercoledì sera di Raiuno

Per chi non si fosse ancora addormentato dal tour de force in salsa commemorativa della premiata ditta Baudo/Vespa, sarebbe utile sottolineare quanto il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, faccia solo del bene a chiudere anticipatamente l’avventura patriottica (per non dire impresa eroica) di Centocinquanta. Dopo la prima puntata, il varietà sulla storia d’Italia ha perso colpi fino a cadere nella noia più letale (che avrà costretto i vecchi aficionados della prima rete pubblica ad andare a dormire prima per evitare di crollare nel letto con il telecomando in mano e la televisione ancora accesa).

A nulla sono valsi i vari tentativi di rianimare un corpo ormai senza vita. Nemmeno i travolgenti balli dei campioni di Ballando con le stelle o le scollacciate mise di Gloria Guida ai tempi della commedia sexy o il seducente bagno nella vasca piena di sapone di Serena Autieri avranno fatto sobbalzare dalle proprie poltrone, gli ignari telespettatori che, optando per una serata tranquilla lontano da omicidi, bestemmie e volgarità di ogni genere, si sono ritrovati ad assistere ad uno spettacolo vecchio e ormai passato di moda dopo la sentitissima festa del 17 marzo.

Sanremo: per il 2012 Morandi candida Massimo Ranieri, Lucio Presta abbandona? Rai fuori budget? Belen Rodriguez torna a Mediaset?

Foto: AP/LaPresse

Sanremo 2011 due giorni dopo. Andiamo a leggere le (presumibilmente) ultime riflessioni dei protagonisti del Festival.

Gianni Morandi candida Massimo Ranieri per Sanremo 2012 (fonte La Repubblica):

Non è il momento di prendere decisioni adesso. Non sono un presentatore, funziono col telecomando. Difficile riuscire a ripetere un successo così. Sono convinto che si debba continuare a portare sul palco l’eccellenza della musica. Massimo Ranieri potrebbe fare un bel Festival perché ha le mie stesse caratteristiche: conosce la musica e l’ambiente. Proseguirebbe sulla scia della qualità delle canzoni in gara. E’ la vera svolta: far diventare l’Ariston un palco dove ospitare la musica migliore. Avevamo pensato di condurlo insieme, io e Massimo, ma ci siamo resi conto che non ne valeva la pena, per certi versi siamo simili.

Sanremo 2011 quinta puntata: Gianni Morandi telecomandato, Massimo Ranieri toccante, Avril Lavigne smarrita, Roberto Vecchioni trionfatore

Foto: AP/LaPresse

Alla quinta ed ultima serata di Sanremo 2011, è tempo di bilanci. Gianni Morandi, capitano di una squadra portentosa, può appendere temporaneamente le scarpette al chiodo per ricaricare le batterie per i prossimi impegni televisivi. Il “telecomandato” conduttore è il vero vincitore della kermesse festivaliera, riuscendo ad imporre uno stile familiare e gradevole e rompere una certa ritualità snobbista, non particolarmente apprezzata dai telespettatori. Scrollatosi di dosso, le tensioni (e le responsabilità) dei primi giorni, il cantautore emiliano ha la possibilità di muoversi con più scioltezza senza pensare alle conseguenze dei suoi gesti.

Morandi ha trovato in Luca e Paolo, due autentici mattatori, irritanti guastafeste bipartisan che, della satira politica hanno fatto il proprio cavallo di battaglia. In occasione del gran finale, i due attori genovesi hanno cantato in napoletano, sbeffeggiato destra e sinistra senza mezzi termini, si sono improvvisati presentatori canonici senza mai prendersi troppo sul serio ed onorato con estremo rispetto le grandi coppie comiche del passato. Promosse senza alcun riserva, anche, Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis, non tanto per le capacità attoriali o danzereccie ma per essersi messe in gioco con una buona dose di autoironia che non guasta mai.

Tv di qualità: una sorpresa sotto l’albero?

Inebriati dall’atmosfera festiva che si comincia a respirare in questi giorni in vista del santo Natale, proviamo ad essere un minimo più ottimisti nei confronti del mezzo televisivo e dei suoi contenuti. Col passare degli anni la tv ha assunto sempre più le fattezze di un supermercato dove la gente si ritrova ad acquistare la medesima merce scadente in mancanza di qualcosa di alternativo, anzi con il rischio che alcuni prodotti disponibili fino al giorno prima, divengano introvabili dal successivo.

La tv della propaganda vorrebbe propinare al suo pubblico, “regali” ben confezionati, infiocchettati e profumati proprio come le strenne natalizie ma dai contenuti discutibili, partendo dal presupposto che lo spettatore vive alla giornata accontentandosi dei pietosi spettacoli a cui è costretto, in mancanza di altro, ad assistere. Cosi può capitare che una fiction di infima qualità ma dai protagonisti bellocci, stile Gabriel Garko per intenderci, riscuota un successo oltre le aspettative e il protagonista in una recente intervista dichiari senza mezzi termini d’essere subissato dalle proposte di lavoro: speriamo che sappia selezionare meglio i copioni che si accatastano sulla scrivania.