Quarto Grado va in vacanza, Giuseppe Feyles : “Un’altra stagione di successi”

Ieri sera su Rete 4 è andata in onda l’ultima puntata di Quarto Grado, il programma di Videonews curato da Siria Magri, condotto da Salvo Sottile con la partecipazione di Sabrina Scampini. In attesa della quarta edizione, prevista per il 7 settembre 2012, è tempo di bilanci: le trentanove puntate hanno raccolto una media di 2.600.000 spettatori (11% di share), risultando per quattro volte il secondo programma più visto del prime-time e per ventidue volte il terzo programma più seguito della prima serata. Il direttore di Rete 4 Giuseppe Feyles ha commentato:

Quarto Grado, Giuseppe Feyles entusiasta degli ascolti: “Rete 4 punta a rafforzare la sua offerta con nuovi programmi di approfondimento”

L’interesse (quasi morboso) verso i casi irrisolti, che hanno coinvolto Sarah Scazzi, Melania Rea e Yara Gambirasio, è stato il principale punto di forza di Quarto Grado, il programma d’inchiesta condotto da Salvo Sottile, che ieri sera si è aggiudicato la sfida del venerdì sera con un ascolto di 3.145.000 telespettatori e una share del 14.79%. Il direttore di rete, Giuseppe Feyles si è congratulato per l’ottimo risultato:

Lo straordinario successo di “Quarto Grado”, che ieri sera ha vinto il prime-time, premia il lavoro di Salvo Sottile e Sabrina Scampini, della curatrice Siria Magri e di tutta la squadra di Videonews. Grazie ai risultati di “Quarto Grado” uniti alla programmazione di cinema e serie di qualità e ad alcuni speciali, la Rete raggiunge anche quest’anno i suoi obiettivi di ascolto nel prime-time. Forti della positiva esperienza di collaborazione tra Rete e strutture giornalistiche, Retequattro punta a rafforzare la sua offerta con nuovi programmi di approfondimento per il prossimo anno.

Bones miglior serie tv 2010 al Telefilm Festival

Bones ha vinto il premio, riservato al pubblico, indetto da Telefilm Festival e Sorrisi e Canzoni Tv, come miglior serie tv dell’anno: la serie trasmessa ogni sabato su Rete 4 ha battuto fiction americane blasonate come Dr. House, Lost e Grey’s Anatomy.

Soddisfatto il direttore di Rete 4 Giuseppe Feyles che, in una nota, commenta:

Non ci stupisce sapere che gli spettatori amano uno dei più bei telefilm in circolazione. Bones è un meraviglioso mix di scienza, detection, romanticismo e ironia.

Rete 4 pensa a nuovi programmi, da Quarto grado ai documentari

Il direttore di rete 4 Giuseppe Feyles sta pensando di cambiare qualcosa nel palinsesto della rete, dato che i risultati, anche a causa dello switch dall’analogico al digitale, la stanno penalizzando. A La stampa Feyles parla del progetto Quarto Grado (programma incentrato sui delitti irrisolti e sulle storie che hanno scosso l’opinione pubblica condotto da Salvo Sottile):

Faremo una quarantina di puntate sulle grandi storie di cronaca condotte da Salvo Sottile. Ci saranno casi come Cogne, Garlasco, Perugia, ma anche l’attualità più stretta.

Salvo Sottile, ex conduttore del Tg5, non è l’unico volto su cui la rete punterà:

Rete 4 cambia look e prepara nuovi contenuti

Da oggi Rete 4 si rinnova nella grafica (curata da Mirko Paje): il colore del logo rimane arancione, ma lo sfondo diventa bianco; il quattro prende vita e diventa protagonista, in 3d di sketch, rimbalzando come se fosse una palla.

Le novità della terza rete Mediaset, garantisce il direttore Giuseppe Feyles, non finiscono con il cambio di look: il formato adottato diventa 16/9 per venire incontro all’alta definizione, e il canale diventa più interattivo, a cominciare dagli spot in cui persone comune interagiranno con il logo a grandi dimensioni.

Feyles assicura (fonte Il Giornale):

Terra di confine, da stasera su Rete 4

Da questa sera, in seconda serata a 00.30 su Rete4 (in replica la domenica mattina alle 09.30), andrà in onda Storie di Confine, un programma prodotto da Videonews, Mediafriend, Onlus e creato da Mediaset, Medusa e Mondadori.

Il programma è un contenitore di sei reportage fatti in varie zone della terra, in paesi come Brasile, Congo, Santo Domingo, Sudan, Thailandia e Uganda, tra la gente comune, tra chi ha bisogno di aiuto, quell’aiuto che grazie all’Onlus viene donato.

Attenti al lupo: l’antitodoto a truffe e raggiri

Da ieri sera e per altri 3 Martedì alle 21.00, Rete 4 trasmette un programma utile al cittadino, come Mi manda Raitre, ma incentrato tutto sulle tecniche di furto, truffa e raggiro, affinché lo spettatore da casa possa imparare a difendersi. Ad imparare a tutelarsi da malintenzionati e ladruncoli, in collaborazione con la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, ci pensa Attenti al lupo.

Il programma, condotto da Edoardo Raspelli, giornalista enogastronomico (conduttore domenicale della Melaverde), prestato alla televisione di servizio, si presenta chiaro ed esaustivo (il presentatore spiega, anche se, a differenza da ciò che ha affermato il direttore di rete Giuseppe Feyles (trasmissione fatta con spirito di servizio, pacatezza e un pizzico d’ironia), di ironico non c’è nulla, forse perché a trionfare è il clima di paura che aleggia nello studio, creato da domande che implicitamente contengono già una risposta (“Hai più paura adesso?”, “Tu che hai dei figli e sei diventata nonna non temi…”) e rafforzato dai commenti di Rita Dalla Chiesa, ospite in studio, che dice esplicitamente di sentirsi meno sicuro rispetto al passato e di essere diventata meno garantista.