Sotto Copertura – La Cattura di Zagaria, il riassunto della prima puntata su Rai 1

La seconda stagione di Sotto Copertura è sottotitolata La Cattura di Zagaria: questo avviene perché è esplicita volontà della produzione (Lux Vide con Rai Fiction) di porre un diverso accento sui fatti raccontati e solo in parte rielaborati per romanzare poco e niente di questa vicenda che ha segnato il nostro Paese. Di seguito, il riassunto del primo appuntamento andato in onda lunedì 16 ottobre in prima serata su Rai 1.

Purché Finisca Bene, 5 film tv su Rai 1 | Trame

Per cinque settimane Rai 1 propone Purché Finisca Bene, una collana di cinque film tv per raccontare, con i toni leggeri della commedia sentimentale, l’Italia dei nostri giorni con i suoi problemi e i suoi paradossi: un viaggio all’insegna dell’ironia e del divertimento attraverso cinque storie appassionanti, interpretate da cast d’eccezione, per indagare sui sentimenti e per conoscere meglio i nostri limiti e nostri difetti. Dopo il salto, gli appuntamenti e le trame.

Ascolti tv lunedì 27 febbraio 2012: Walter Chiari batte il Grande Fratello 12 con quasi 6.500.000 spettatori

La seconda ed ultima parte di Walter Chiari – Fino all’ultima risata batte il Grande Fratello 12. La fiction di Raiuno con Alessio Boni e Bianca Guaccero ha totalizzato 6.452.000 telespettatori ed uno share pari al 22,66%. La diciannovesima puntata del reality show di Canale 5 (con l’eliminazione di Ferdinando Giordano e l’ingresso di Ascanio Pacelli in qualità di vendicatore) ha portato a casa una media di 4.053.000 telespettatori, share 17,94%.

Walter Chiari Fino all’ultima risata su Raiuno

Dal ring al palcoscenico. Dalle sfavillanti luci della ribalta alla solitudine del carcere. Quella di Walter Chiari è la storia di un uomo fuori dal comune che ha conquistato, con le sue grandi qualità artistiche, tutto ciò che il mondo del jet set aveva da offrire e che, proprio all’apice della sua carriera, ha perso tutto: lavoro, famiglia, amici e libertà. Gli anni del dopo carcere raccontano un uomo che comunque non si è arreso, che ha continuato a lottare per riconquistare il suo pubblico e la notorietà. Nonostante quel mondo dorato, che prima era stata la sua casa, gli avesse perentoriamente e definitivamente girato le spalle. Sono gli anni difficili, preludio alla sua fine artistica e umana, in cui il rumore della sconfitta diventa assordante.

Centocinquanta: nemmeno la ciurma di Ballando e i nudi storici di Gloria Guida per combattere la noia del mercoledì sera di Raiuno

Per chi non si fosse ancora addormentato dal tour de force in salsa commemorativa della premiata ditta Baudo/Vespa, sarebbe utile sottolineare quanto il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, faccia solo del bene a chiudere anticipatamente l’avventura patriottica (per non dire impresa eroica) di Centocinquanta. Dopo la prima puntata, il varietà sulla storia d’Italia ha perso colpi fino a cadere nella noia più letale (che avrà costretto i vecchi aficionados della prima rete pubblica ad andare a dormire prima per evitare di crollare nel letto con il telecomando in mano e la televisione ancora accesa).

A nulla sono valsi i vari tentativi di rianimare un corpo ormai senza vita. Nemmeno i travolgenti balli dei campioni di Ballando con le stelle o le scollacciate mise di Gloria Guida ai tempi della commedia sexy o il seducente bagno nella vasca piena di sapone di Serena Autieri avranno fatto sobbalzare dalle proprie poltrone, gli ignari telespettatori che, optando per una serata tranquilla lontano da omicidi, bestemmie e volgarità di ogni genere, si sono ritrovati ad assistere ad uno spettacolo vecchio e ormai passato di moda dopo la sentitissima festa del 17 marzo.

Manuela Arcuri, Laura Torrisi o Francesca Neri per interpretare Laura Antonelli, Giulia Bevilacqua in due fiction, il cast del biopic Walter Chiari

La vita di Laura Antonelli diventerà una miniserie televisiva in sei parti prodotta dalla Ares Film di Teo Losito e Patrizia Marrocco, che andrà in onda su Mediaset. Per interpretare l’attrice si fanno i nomi di Francesca Neri, Manuela Arcuri e Laura Torrisi. (fonte Il Mattino)

Giulia Bevilacqua reciterà in due nuove serie una per Mediaset e una per la Rai: su Canale 5 affiancherà Claudio Amendola nel thriller in quattro puntate Dov’è mia figlia, mentre per la Rai pare stia trattando per un ruolo in Nero Wolfe. (fonte Asca)

Ascolti Tv martedì 16 novembre 2010: Mia madre batte i Cesaroni 4 con quasi 7 milioni di spettatori. Bene Ballarò ed X Factor 4

Chiude con un successo insperato la miniserie di Raiuno con Bianca Guaccero, Primo Reggiani, Marco Cocci e Rosa Diletti Rossi: la seconda puntata di Mia madre ottiene un ascolto medio di 6.867.000 telespettatori ed un riguardevole 23,55% di share. Vacillano i Cesaroni 4 su Canale 5 che nell’episodio Il sorriso di Marta sfiorano i 4.969.000 telespettatori, ottenendo il 16,98% di share.

La semifinale di X Factor 4 che ha sancito l’eliminazione dei Kymera (e l’approdo in finale di Davide, Nevruz e Nathalie) e la partecipazione di mostri sacri della musica leggera italiana come Gianni Morandi, Carmen Consoli e i Pooh è stata vista da 2.658.000 telespettatori, share 11,46%.Su Italia 1, il film storico 300 con Gerard Buttler si attesta sui 2.690.000 telespettatori, share 9,65%.

Mia madre, riassunto seconda puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata di Mia madre. E’ trascorso un pò di tempo da quando è morto Uccio (Marco Cocci). Siamo, infatti, nel 1980. Nunzia (Bianca Guaccero) continua a lavorare in fabbrica per il futuro dei suoi tre figli. Si festeggia il compleanno di Giacomo (Primo Reggiani) e del suo primo lavoro. Il ragazzo riceve dei doni dalla madre e dai fratelli Lucia (Rosa Diletta Rossi) e Giuseppe (Marco Iermanò).

Giacomo si rende conto che la penna regalatagli da Giuseppe è troppo costosa. Esorta, quindi, il fratello a non frequentare brutte compagnie, ma non sortisce l’effetto sperato. Durante una giornata di lavoro, Nunzia e Giacomo, al suo primo giorno di lavoro in Fiat come ragioniere, incontrano Mario, vecchio amico e collega di Uccio, che continua a scioperare per i diritti degli operai.

Mia madre, riassunto prima puntata

Nel 1958 Nunzia (Bianca Guaccero) e Uccio (Marco Cocci) sono una giovane coppia e piena di speranze che si sposa a Cisternino. Nel 1969, i due hanno già tre figli: Lucia (Carlotta Cherflis), Giacomo (Christian Campagna) e Giuseppe (Mattia De Vito). L’uomo ha problemi a lavoro. Ha litigato con il suo titolare per il salario che non gli è stato dato e dopo aver reclamato quanto gli spetta, subisce da lui un’aggressione. Uccio viene visitato dal medico che gli consiglia di non andare più nei campi, dal momento che questo tipo di lavoro lo destabilizza fisicamente.

Parlando con alcuni suoi amici, ma soprattutto con la moglie Nunzia, Uccio si convince a trasferirsi a Torino, città che potrebbe offrire a lui ed alla sua famiglia una vita migliore. La vita senza Uccio è difficile. Nunzia lavora all’interno di un locale e subisce un tentativo di violenza sessuale da parte di alcuni contadini che lavoravano nei campi. Fortunatamente, interviene in tempo un suo familiare. Nunzia vuole fare i conti con l’uomo che la stava quasi stuprando e dopo averlo minacciato ed esortato a non farsi più vedere, apprende dal figlio che il padre, venuto in suo soccorso, è morto a causa di un infarto.

Mia madre, foto conferenza stampa

Foto: AP/LaPresse

Mercoledì si è tenuta al Cinema Adriano di Roma la conferenza stampa di Mia madre, la fiction Rai in due puntate diretta da Ricky Tognazzi, scritta da Andrea Purgatori e Laura Ippoliti, coprodotta da Rai Fiction – Elle Emme Group, con Bianca Guaccero, Primo Reggiani, Stella Egitto, Corrado Fortuna, Eros Galbiati, Rosa Diletta Rossi, Alessandro Bertolucci, Francesco Venditti, Marco Iermano (assente Marco Cocci perché impegnato nelle riprese di un altro film).

Dopo il salto potete vedere una ricca galleria fotografica dell’incontro con la stampa.

Vi ricordo che le due puntate di Mia Madre andranno in onda su Raiuno Domenica 14 novembre alle 21.30 e Martedì 16 novembre alle 21.10.