Chiara Galiazzo: “Pazza di Mika. Sono sempre stata innamorata di ragazzi gay”

di Marcello Filograsso Commenta

Whitney Houston, abbiamo un problema. La vincitrice della scorsa edizione di X Factor, l’onnipresente Chiara Galiazzo, ha dichiarato di essere pazza del neogiudice Mika, aggiungendo: “Sono sempre stata innamorata di ragazzi gay“.

GENTE COME LEI – Intervistata manco a dirlo sul set dell’ultimo spot della Tim, la giovane cantante ha rilasciato una confessione cuore a cuore a “Gente” e tra rossori e qualche lacrima ha confessato:

Quando mi attaccano sul fisico e scrivono che sono grassa, che ho il doppio mento, ci rimango male“.

Timida, un po’ insicura, per niente grassa e… bella, di “una femminilità antica”,  la definisce Mauro Mortaroli, autore dello spot che ci stalkera da qualche mese a questa parte con sorella e nonna al seguito. Ma innanzitutto con un indiscutibile talento e una voce da restare a bocca e orecchie aperte. Se dovesse arrivarle una proposta per una fiction, come si mormora che sia già in programma, di certo non rifiuterebbe.

CERCASI RAGAZZO (ETERO) – Per quanto concerne il capitolo amore, un uomo che l’apprezzi la vincitrice di X Factor Chiara non l’ha ancora trovato ma Mika farebbe proprio al caso suo e che sia gay non pare interessarle affatto. “Io mi sono sempre innamorata di ragazzi gay. E poi” aggiunge: “Esistono anche gli amori platonici e possono essere intensi e stimolanti”.

IL SANREMO DI CHIARA – Sballottata dopo pochissimi giorni dalla sua vittoria al talent show di Sky Uno direttamente al Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. La ragazza ha preso parte alla massima kermesse canora italiana con L’esperienza dell’amore (scritta da Federico Zampaglione) e Il futuro che sarà, scritta da Francesco Bianconi, leader dei Baustelle. In gara è approdato il secondo brano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>