Sky compra Mtv: la notizia è ufficiale

Dopo giorni di voci mai confermate arriva la notizia ufficiale: Sky ha comprato Mtv Italia per cui il canale numero 8 diventa tra quelli che faranno capo alla tv di Murdoch. Anche se il nome rimarrà invariato, con il canale che continuerà a chiamarsi Mtv ma che inevitabilmente, complice l’acquisto da parte di Sky, cambierà un po’ nella sua offerta.

Read more

Twitter in Borsa, Class CNBC segue la diretta del lancio

Class Cnbc (canale 507 di Sky) nel giorno del debutto della Borsa su Twitter, è l’unico canale televisivo italiano che ci racconterà tutti i segreti della #Twitterrevolution. Questa sera, a partire dalle 23:00 andrà in onda un documentario firmato dalla Cnbc, che andrà in onda anche domani venerdì 8 novembre alle 10:00 in replica. Ma non è finita qui.

Read more

Champions League, Antitrust contro Sky. La reazione: “Decisione ingiustificata”

L’Antitrust, con delibera del 27 luglio pubblicata oggi sul bollettino, ha esteso al torneo di Champions League l’istruttoria contro Sky Italia per abuso di posizione dominante. Nel novembre 2010 era stato aperto il fascicolo sull’assegnazione dei diritti tv per i campionati mondiali di calcio. L’istruttoria nasce da un ricorso di Rti, del gruppo Mediaset.

Read more

Sky chiude Fx e Nat Geo Music e riorganizza l’offerta

News per quanto riguarda Sky Italia e Fox Channels Italy, che hanno annunciato una riorganizzazione dell’offerta di alcuni canali tematici della Fox Channels Italy distribuiti sulla piattaforma Sky. La riforma verrà attuata dal 1 luglio, ed ha l’obiettivo di ottimizzare la fruizione dei prodotti di qualità della piattaforma.

Dal primo luglio si spegne FX e prenderà il via la riorganizzazione dei palinsesti dei canali editi dal gruppo Fox, che successivamente porterà ad una collocazione del tutto nuova dei programmi di punta attualmente in onda sul canale 131.

La riorganizzazione verrà attuata per valorizzare il patrimonio di prodotti di qualità che formano il palinsesto del canale, e ottimizzare i budget e costi di gestione, garantendo agli appassionati di serie tv la continuità di visione delle serie tv più amate e di guardare serie cult come “Dexter“, “Mad Men“, “Duro a morire“, vincitrici di numerosi premi.

Read more

Jimmy ha cessato le trasmissioni su Sky

Dopo 14 anni di messa in onda (fonte Digital-Sat), il canale Jimmy (canale 140 di Sky), nato nel 1997 (in quel periodo faceva parte di Telepiù D+) e approdato nel 2003 su Sky Italia ha cessato le trasmissioni sulla piattaforma Sky dal 1 gennaio 2011.

Jimmy, che dal 2006 era gestito per quanto riguarda il palinsesto da Digicast e RCS, era un canale giovane, innovativo, che tra l’altro ha mandato in onda produzioni indipendenti sia del passato che nuove come Nip/Tuck, Californiacation e Primeval.

Read more

Anteprima Cinetivu: Sky Italia cambia grafica dal 28 giugno

Da lunedì 28 giugno Sky Italia cambierà veste grafica: la società satellitare si uniformerà alla sorella inglese, la blasonata BskyB, di cui in questi giorni la New Corporation Limited sta cercando di acquisire tutte le quote di cui non è proprietaria.

Ciò significa che i loghi di tutti i canali Sky cambieranno (la scritta sarà minuscola e cambierà il font) e con loro saranno totalmente rinnovati, ovviamente, anche i bumper e la grafica.

Read more

Calcio Diritti Tv, in lizza Rtl 102.500, Dahlia Tv, RTI, Theblogtv e Sky Italia, la Rai punta a trattativa privata

Per i diritti televisivi dei campionati di Calcio 2010/11 e 2011/12 cinque emittenti hanno presentato un’offerta alla Lega calcio per i sei pacchetti audiovisivi in vendita. Ieri, all’apertura delle buste, si è scoperto che c’erano Rtl 102.500, Dahlia Tv, RTI (Mediaset), Theblogtv e Sky Italia (non è stato specificato per quale pacchetto hanno fatto l’offerta e nemmeno l’importo economico), ma non la RAI. Il presidente della tv pubblica, Paolo Garimberti spiega così l’assenza alle buste:

La Rai non ha fatto l’offerta per i diritti del calcio perche’ la base d’asta era troppo alta rispetto ai veri valori di mercato. Intendiamo proseguire il rapporto: nei settori che ci interessano si potra’ andare a trattativa privata perche’ non c’e’ nessuna offerta superiore alla base d’asta.

Read more

In tempo di crisi Mediaset aumenta il fatturato

Crisi si, ma no nper tutti. A rivelarcelo Nielsen Media, che ha posto uno sguardo attento sul mercato pubblicitario, ponendo una certa attenzione sui dati Rai e Mediaset, neanche a dirlo. Sapete cosa ne è venuto fuori?

Publitalia rappresenta per se stessa e per la famiglia che la gestisce un robusto salvagente a cui appigliarsi nel mare della crisi, mentre ad accusare il colpo in maniera più consistente è la Sipra, concessionaria delle reti Rai.

Non solo, l’analisi effettuata parrebbe indicare una certa tendenza all’inasprirsi della situazione Rai. I grossi investitori, e coloro che con la pubblicità non ci fanno giochetti, ma ci fanno i miliardi, puntano tutto, o quasi, su Mediaset.

Read more

Sky si scontra con i consumatori e la tv Svizzera. Lo sapevate?

Tutti vi hanno detto che Sky Italia si è assicurata i giochi olimpici invernali di Vancouver 2010, Londra 2012, Sochi 2014 e pure quelli del 2016 (di Rio De Janeiro, o di Tokyo, o di Madrid o di Chicago) o del futuro (2010), sorpasso di Sky ai danni di Mediaset e Rai (il 32% per la piattaforma satellitare, contro il 31% degli altri due poli televisivi), ma pochi o nessuno hanno parlato delle spinose questioni, che ha in ballo con i consumatori e con la Televisione Svizzera (TSI). Per questo ve le raccontiamo noi.

Movimento Consumatori contro Sky
Domani al tribunale di Roma ci sarà la prima udienza del procedimento d’urgenza proposta dal Movimento Consumatori contro Sky per l’eliminazione delle penali previste in caso di recesso del cliente. Secondo il comunicato stampa dell’associazione oggi chi vuole recedere deve pagare 270 euro per il servizio base, più 180 euro per il servizio HD e 225 per MySky e Multivision.

Read more

Sky: grande scelta di canali e di cause… a quanto pare!

Sky, non offre soltanto una vasta scelta di canali, ma anche un gran numero di cause: questo sembrerebbe risultare, dall’ondata di notizie, uscite in questi giorni (fonte Digital-Sat), di carattere giudiziario.

La prima: da Napoli, il giudice di Pace ha condannato Sky, per inadempimento contrattuale e danni contrattuali e personali, perché non può imporre ai suoi abbonati l’utilizzo di un proprio decoder. Ricorda l’avvocato Pisani, presidente dell’associazione Noiconsumatori:

Dal 2005 Sky Italia modifica il proprio accesso condizionato, fornendo agli utenti un proprio decoder adatto per la ricezione del nuovo segnale altrimenti irricevibile da tutti gli altri tipi di decoder. Questo decoder Sky, di fatto, non è in grado di ricevere tutti i programmi diffusi da altre emittenti in chiaro e ha, inoltre, ridotte capacità di memorizzazione.

Read more