Rai, Raidue in vendita?

Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi starebbero pensando, al fine di racimolare qualche milione di euro per risanare la Rai, di vendere una rete e diverse sedi. Italia Oggi scrive in particolare di Raidue e di Palazzo Labia a Venezia, dimora regionale della tv di stato. L’idea di cedere una rete è la stessa praticata dalla tv francese, operazione che le ha permesso di sanare tutti i debiti. Dopo il salto i nomi dei possibili acquirenti.

Roberto Benigni torna in Rai la prossima stagione?

Anna Maria Tarantola, Luigi Gubitosi, Giancarlo Leone tutti in prima fila a Firenze a gustarsi TuttoDante di Roberto Benigni, lo spettacolo estivo dell’attore toscano dedicato alla Divina Commedia. Così le presenze del Presidente, direttore generale e responsabile dell’Intrattenimento Rai hanno fatto ipotizzare a Il Giornale il possibile interessamento da parte di Viale Mazzini alle perfomance satiriche di Benigni. In prospettiva della prossima stagione tv.

Rai, consiglieri rinunciano a spese di rappresentanza

Il Cda della Rai che si è tenuto ieri ha deciso all’unanimità che tutti i consiglieri rinunceranno alle spese di rappresentanza. Inoltre è stato dato il via libero ai palinsesti dal 2 dicembre al 5 gennaio. Approvata anche l’offerta per le partite di qualificazione ai Mondiali 2014 della Nazionale di calcio.

Rai: super deleghe al presidente Tarantola

Con un comunicato ufficiale, la Rai fa sapere che “il Consiglio di Amministrazione della Rai, nella prosecuzione della riunione avviata ieri, ha approvato il conferimento di deleghe al Presidente Anna Maria Tarantola. Il Consiglio ha votato per parti separate le deleghe concernenti i limiti di spesa (6 voti favorevoli e 2 astenuti) e quelle riguardanti le nomine dei dirigenti di primo e secondo livello dei settori non editoriali (5 voti favorevoli e 3 astenuti)”.

Rai, Luigi Gubitosi, stipendio da 650mila euro: polemica

E’ già polemica intorno a Luigi Gubitosi, il nuovo direttore generale della Rai. Subito dopo il CDA della Rai che ha deliberato il nome di Gubitosi infatti l’attenzione è stata posta sul compenso che percepirà il nuovo manager. La cifra di cui si parla in queste ore ammonta a 650mila euro all’anno (in verità è lo stesso stipendio di chi lo ha preceduto, Lorenza Lei). Su questa cifra è stata espressa dal rappresentante della corte dei conti, presente alle sedute del CDA Rai, la riserva.

Rai, Tarantola presidente: ok della Vigilanza

Anna Maria Tarantola è il nuovo presidente della Rai. La commissione di Vigilanza, infatti, ha espresso il parere favorevole necessario (maggioranza di due terzi). I voti favorevoli sono stati 31: per eleggere la dirigente di Bankitalia presidente Rai ne sarebbero bastati anche 27.

Categorie Rai

Massimo Giletti: “Rai specchio del Paese”

A Famiglia Cristiana, Massimo Giletti ha illustrato il proprio punto di vista sulla nuova (si fa per dire) Rai che, di fronte al nomadismo del pubblico, si difende puntando sull‘usato garantito per la prossima stagione tv:

E’ chiaro che in un momento di difficoltà si tende a puntare su prodotti che già funzionano. Pero’ c’è il rischio di entrare in una spirale di scarsa creatività da cui poi è difficile uscire. La Rai è come sempre specchio del Paese, dove abbiamo una classe politica che non si rinnova da decenni.

Rai, Monti risponde a Freccero

Al termine del Consiglio dei Ministri che ha deciso le nomine di Anna Maria Tarantola e di Luigi Gubitosi come, rispettivamente, Presidente e Direttore Generale della Rai, il presidente del Consiglio Mario Monti ha risposto alle critiche avanzate da Carlo Freccero, secondo il quale “ è una cosa incredibile. Ha scelto due alieni che secondo me vedono poco la tv, e leggeranno solo giornali economici”:

RAI: Anna Maria Tarantola presidente, Luigi Gubitosi Direttore Generale

Anna Maria Tarantola, attuale vice direttore generale della Banca d’Italia, è il nuovo presidente della Rai. La sessantasettenne di Casalpusterlengo, terza presidente Rai donna dopo Letizia Moratti e Lucia Annunziata, dopo una vita passata in Bankitalia (dal 1971 ad oggi ricoprendo diversi ruoli), prenderà il posto di Paolo Garimberti. L’indicazione è giunta dal presidente del Consiglio, Mario Monti, nel corso del Consiglio dei ministri.