Auditel, Andrea Scrosati: “E’ vecchio, serve nuovo approccio culturale”

Andrea Scrosati, vice president responsabile della programmazione cinema e intrattenimento Sky, intervistato da Il Giornale ha parlato dell’auditel, definendolo senza mezzi termini un sistema “vecchio“. Scrosati ha raccontato gli aspetti negativi e arretrati della società che misura gli ascolti televisivi e ha invitato tutti gli interessati, compresi i concorrenti Rai, Mediaset e La7, a discuterne con razionalità:

Appuntamento al buio su Sky Uno dating show e dark room

Da domani sera su Sky Uno andrà in onda Appuntamento al buio, il dating show tratto dal format internazionale Dating in the dark, realizzato per l’Italia da Toro Produzioni. Il programma prevede che tre uomini e tre donne scelgano il proprio partner ideale senza poterlo vedere, affidandosi al proprio istinto e alla possibilità di conquistare e di essere conquistati attraverso gli altri quattro sensi.

Ogni episodio inizia con I’arrivo dei 6 concorrenti in una lussuosa villa, nella quale vivranno separati, osservati dalle telecamere. Le ragazze non sanno nulla dei ragazzi e viceversa, fino al primo “appuntamento”: i concorrenti vengono fatti entrare nella dark room, una stanza totalmente buia ma visibile ai telespettatori grazie alle telecamere ad infrarossi, dove avranno luogo tutti i loro incontri. Affidandosi unicamente ai lineamenti dei volti, all’olfatto e al potere della seduzione della voce e delle parole, potranno conoscersi, parlarsi, svelare la propria personalità e il proprio carattere gli uni agli altri, sempre immersi nel buio. Dopo alcuni giorni di ‘buia convivenza’ e di incontri, ma anche di scontri e rivalità, di illazioni su che aspetto abbiano veramente i concorrenti dell’altro sesso, ciascuno di loro avrà la possibilità di indicare chi vorrebbe vedere per qualche istante e decidere se approfondire la conoscenza con il prescelto, fuori dalla dark room e dalla villa.

Tra i partecipanti (di età media 20 – 35 anni), la maggior parte incuriositi dal format e dalla possibilità di conoscere un nuovo partner senza pregiudizi estetici, ci saranno anche una bella venticinquenne ancora vergine alla ricerca dell’amore per la vita e un ex-chierichetto 25enne che cerca la ragazza di sani principi.

Sky Hd, arrivano i nuovi canali in alta definizione

Sky si è fermata, negli ultimi dati non è cresciuta di un abbonato ed ha un livello di ‘turn’ negativo. Penso che la nostra concorrenza con Premium abbia un peso, anche se la sfida è ancora lunga”. Affermava qualche giorno Pier Silvio Berlusconi a margine della presentazione dei prossimi palinsesti Mediaset, parole che suonano proprio come un guanto di sfida nei confronti della piattaforma satellitare tutt’altro che inerte davanti agli eventi che si succedono.

Non è una novità che il punto debole del digitale terrestre prossima opzione per chi vuole continuare a ricevere i programmi televisi sia l’alta definizione: una banda che assorbe molto spazio e quindi dispendiosa sotto tutti i punti di vista, il discorso cambia per chi si muove in ambiti satellitari: “L’Alta definizione è la nuova rivoluzione. Perché rende molto più intensa l’emozione che si prova assistendo a un evento sportivo, a un film o a un documentario” -ribadisce Andrea Scrosati, vice presidente di Sky Italia“Vivere una partita di calcio in HD vuol dire essere lì, sul campo, vicino al tuo giocatore del cuore. Vedere un film in HD vuol dire gustarne ogni dettaglio e perdersi nella sua trama”.

Alla continua e costante offerta di canali satellitari, tra poco anche Cult (canale 131) diverrà un’icona dell’offerta Cinema, Sky unisce quella della qualità dell’immagine, ovvio che bisognerà dotarsi degli apparecchi necessari a supportare la tecnologia come un decoder e televisore HD e magari anche un’impianto home theater ma da qui alla fine di agosto l’offerta di Sky sarà tale da giustificare un investimento del genere.

Anche Giorgio Panariello approda a Sky Uno inizialmente solo come voce

Sky continua ad ingaggiare star del piccolo schermo per diventare una valida concorrente dei canali generalisti di Rai e Mediaset e, dopo aver convinto Fiorello e Lorella Cuccarini, si è accaparrata anche le prestazioni di Giorgio Panariello, almeno secondo quanto rivela Dagospia.

L’attore e showman toscana inizialmente sarà presente solo in voce: le sue incursioni sonore, accompagnate da barre colorate, interromperanno i programmi del palinsesto di Sky Uno, con dei brevi sketch di trenta secondi circa.

Giorgio Panariello debutterebbe fin dal primo giorno sul nuovo canale di Sky nato dalle ceneri di Sky Vivo (canale 109) e ne diventerebbe una sorta di testimonial, prima di avere, in futuro, un programma tutto suo.

Fiorello Show conferenza stampa del programma di Sky Uno

Si è svolta oggi a Roma, all’auditorium dell’Ara Pacis, la conferenza stampa del Fiorello Show, il nuovo programma che andrà in onda sulla neonata Sky Uno (che vi ricordo prende il posto di Sky Vivo), dal 2 aprile per quattro volte a settimana, dal giovedì al sabato per 20 minuti dalle 21.15 alle 21.35 (anche se potrà allungarsi) e domenica alle 22.30 con una selezione del meglio dello spettacolo (che sarà registrato giornalmente al Teatro Tenda allestito appositamente a Piazzale Clodio).

La conferenza stampa è stato un vero e proprio show con video (quello di presentazione da parte di giornalisti, calciatori e degli attori di Romanzo Criminale la serie) e battute nei confronti della Rai, rea di non avergli mai messo a disposizione le tecnologie adeguate in conferenza stampa, di Fabrizio Del Noce (“Ora bacia Veronica Maya, prima baciava me!) e dell’aumento dell’Iva di Sky (cresciuta perché durante una partita del milan a Berlusconi non è arrivato il segnale video).

I contenuti dello spettacolo: lo show che è nato dall’incontro con Andrea Scrosati (“Eravamo sulla stessa spiaggia e gli confessai di avere voglia di uno show tutto mio, dove potessi fare quello che volevo“) strizzerà l’occhio all’attualità, ospiterà personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, proporrà serate a tema e non rispetterà tassativamente le scalette. Ogni serata sarà un evento unico e irripetibile.