Home » Videozine di Foxtv: intervista a Francesca Fialdini

Videozine di Foxtv: intervista a Francesca Fialdini

Gli amanti dei canali Fox, avranno notato dallo scorso novembre sul sito Foxtv.it, Videozine una “finestra” settimanale di circa 5 minuti dedicata alla programmazione televisiva, un vero format di successo interamente dedicato al mondo delle serie tv e dell’intrattenimento, condotto dalla bella e brava Francesca Fialdini.

Francesca come è nata l’idea di Videozine?

Bè, Fox voleva uno spazio su internet dove esprimersi con quello che sa fare meglio: creare e trasmettere video; al tempo stesso c’era la voglia e l’esigenza di realizzare un luogo virtuale divertente e accattivante, dove cucire insieme il meglio di ciò che viene trasmesso sui propri canali. Così è nato Videozine, un luogo virtuale e interattivo dove poter incontrare gli appassionati delle serie tv offrendogli le pillole migliori sui loro beniamini, le produzioni, gli attori che li interpretano.

Videozine è un prodotto nato per internet, secondo te l’idea potrebbe funzionare in tv?

In parte si e in parte no. Videozine nasce per il web e sarà sempre più orientato verso il web, per sfruttare al meglio tutte le potenzialità della rete e della tecnologia disponibile. Allo stato attuale sarebbe esportabile in tv, ma nella nuova versione, a cui stiamo lavorando, si potrà navigare i contenuti di Videozine per tag. Gli episodi saranno divisi in segmenti, (es: cinema, news sulle serie, Lost, Dexter) e l’utente potrà vedere la puntata nella sua interezza oppure aggregare tutti i segmenti che riguardano l’argomento che più gli interessa, creandosi la sua “puntata”. Questo è un modo di fruire il contenuto che si può avere solo nel web.

Che impegno comporta la preparazione di una puntata di Videozine?

C’è una squadra che settimanalmente lavora alla puntata da realizzare, come in ogni redazione: si tratta di scegliere gli argomenti in base al nostro pubblico e in base alle novità che riguardano ciò che ruota intorno allo show business. Poi gli si da una forma e uno stile specifico: quello cioè di chi lavora con “la fiction” senza dimenticare l’ approccio informale offerto dall’interattività del web. Infine, il momento della registrazione (per me il più divertente) e quello del montaggio. E dopo la messa on-line, ci sono le reazioni del pubblico che ci scrive.. Insomma..Videozine è una creatura che richiede attenzioni!

Ci sono serie tv da te commentate che segui con assiduità?

Oh si! E quando non posso guardarle le registro e preparo una seratina giusta giusta per recuperare gli arretrati…ci sono tre serie a cui non so proprio rinunciare.

Noi stravediamo per Mad Men e Dexter…cosa ne pensi?

Ottima scelta! Entrambe hanno portato un valore aggiunto alle serie tv, uscendo da una sceneggiatura e, nel caso di Mad Men anche da una scenografia, che spesso rischia di reiterare i soliti clichè narrativi e riprodurre se stessa.

Secondo te..qual’è lo stato di salute della tv cosiddetta generalista?

Ci stiamo dimenticando il motivo per cui doveva essere “generalista”, ma in realtà credo che vada ripensato il concetto stesso di televisione. Il pubblico di oggi ha esigenze specifiche, particolari, sempre più di nicchia; è un pubblico abituato ormai a scegliersi i prodotti, a ricrearli. Insomma: più che interrogarsi sulla tv generalista, dovremmo prendere atto della fine di un’era e proporre una tv inevitabilmente rivisitata in base ai linguaggi degli altri mezzi di comunicazione.

Quanta importanza riveste ormai internet di fronte a un panorama televisivo uniforme?

Come dicevo: fondamentale. Il panorama televisivo di oggi è superato perché pensato ancora incolume dagli effetti del web. Appartiene ad un altro momento storico. Invece, internet ha determinato la nascita di una nuova società mediatica e i programmi offerti dalla televisione di oggi ricalcano vecchi modelli.

Questa non è la tua prima esperienza televisiva, hai già lavorato in Rai: ce ne vuoi parlare?

L’esperienza in Rai è stata e continua ad essere molto formativa. Da inviata sono stata a contatto con mondi molto diversi, suggestivi e difficili da raccontare. Da conduttrice, ho imparato quanto è importante cercare di essere se stessi; naturalezza e semplicità sono le caratteristiche più apprezzate da chi ti guarda e ti sceglie come interlocutore credibile.

Ora cosa ti aspetti dal tuo futuro professionale?

Videozine mi ha fatto riscoprire la voglia di divertirmi, di osare e di ridere. L’ironia delle sit com americane mi ha contagiata e se dovessi, sceglierei di continuare in questa direzione. Intanto, mi piace giocare con i nostri affezionati.

Puoi anticiparci qualcosa sulla prossima puntata di Videozine?

Guarda, siete ancora in tempo per vedere la puntata dedicata a San Valentino e alle scene d’amore che hanno lasciato un segno. Lunedì, invece, sarà on-line, una puntata speciale, dedicata a Floptv! Una nuova produzione di Fox, all’insegna della comicità. Da non perdere!

Grazie Francesca! Da tutti noi di Cinetivù!

Lascia un commento