L’ispettore Coliandro, da stasera su Raidue, galleria fotografica

di Redazione 10

Da questa sera e per i prossimi quattro martedì, il personaggio interpretato da Giampaolo Morelli, creato dalla penna di Carlo Lucarelli e diretto dai Manetti Bros. torna a farci compagnia: su Raidue alle 21.05 va in onda L’ispettore Coliandro.

L’ispettore Coliandro è un investigatore ironico, introverso e pasticcione, che in ogni puntata, a causa delle sue indagini non esattamente autorizzate, si mette nei guai. Ad aiutarlo a risolvere i gialli, tutti ambientati a Bologna, c’è sempre il fedele Gargiulo (Giuseppe Soleri), oltre a Trombetti (Enrico Silvestrin), la Dottoressa Longhi (Veronica Logan) e due nuovi poliziotti, la Balboni (Enrica Ajò) e l’ispettore Gamberini (Paolo Sassanelli), con il quale è spesso in conflitto per la metodologia da utilizzare, l’uno analito e cerebrale, l’altro fisico e intuitivo.

Siccome Coliandro non ha un legame affettivo solido, cambia a seconda delle storie la protagonista femminile della serie: nella prima puntata c’è Gloria Bellicchi, nella seconda Gilda Lapardaja, nella terza Valentina Lodovini, mentre nella quarta torna Cecilia Dazzi, già vista nella prima stagione della fiction.
Nel cast della serie, tra l’altro, compaiono anche in ruoli più o meno ampi: Philippe Leroy, Luca Carboni, Lamberto Bava, G Max, Roberto Citran, Gigio Alberti e Giorgio Comaschi.

Giampaolo Morelli riguardo la serie ha detto:

E’ da vietare ai genitori non accompagnati. Il mio personaggio è un disastro: dice parolacce, è razzista e anche un po’ ignrante, ma attraverso l’esperienza cambierà.

Carlo Lucarelli ha aggiunto:

L’ispettore parla ai giovani come raramente accade nelle fiction, ha un linguaggio contemporaneo e atteggiamenti in cui ci si può ritrovare.

Antonio Marano, direttore di rete, si sbilancia:

Coliandro è un personaggio identitario per la rete. E’ un poliziesco, un prodotto di genere, ma divertente e di grande soddisfazione, non solo per gli ascolti, ma perché con il suo target giovane si è avvicinato molto a quella che è la mission della Rete, la contemporaneità.

Concoludono i Manetti Bros:

Coliandro è sempre lo stesso amabile ed introverso, un figlio di buona donna si potrebbe dire, immutabile nel tempo. Con Giampaolo Morelli abbiamo cercato di approfondire il suo lato malinconico che era molto presente nel primo episodio.

Se siete alla ricerca di storie differenti, raccontate in maniera diversa, per i prossimi quattro martedì non lasciatevi sfuggire L’ispettore Coliandro.

Riassunti puntate
L’ispettore Coliandro prima puntata
L’ispettore Coliandro seconda puntata
L’ispettore Coliandro terza puntata
L’ispettore Coliandro quarta puntata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>