L’isola dei segreti, riassunto seconda puntata

di Giulia Tarroni 1

Nella seconda puntata della mini serie TV L’Isola dei segreti, Maria Grimaldi (Romina Mondello) sbanda con la sua auto che va a posizionarsi proprio su un promontorio, ma viene prontamente salvata da Peter O’Hara (Ricky Tognazzi) il guardiano del faro: Maria aveva visto il faro spegnersi e delle persone che scappavano, oltre ad aver visto dei serpenti nella sua auto. Ma Peter le fa notare come nulla di tutto ciò che ha visto in realtà è mai accaduto, le sue sono solamente delle suggestioni.

Il sindaco del paese Ivo Scalia (Bruno Torrisi) viene arrestato, sospettato dell’omicidio di Guido Grimaldi (Domenico Centamore) a causa di una serie di corruzioni che si sarebbero perpetrate all’interno del Consiglio comunale. Tornata a casa Maria trova nella sua stanza una collana con un simbolo, lo stesso segno che era sulle rocce del promontorio dell’isola, le ali di due gabbiani, rosso sangue.

Sul promontorio dell’isola appare il simbolo di un serpente, lo stesso serpente visto la sera precedente da Maria, mentre la collana con il ciondolo di corallo sembra scomparsa. Maria si incontra con il Commissario Vasco Brandi (Adriano Giannini) per andare in commissariato per la fuga di Ivo Scalia, unico indiziato per l’omicidio di Guido. In paese si è sparsa la voce che la moglie del sindaco Kelly Scalia (Randi Ingermann) ha una relazione extraconiugale con Nicola Grimaldi (Tommaso Ramenghi ) nipote di Maria.

Maria a casa Scalia trova una lettera di Nicola indirizzata a Kelly, in cui si dichiara pronto a tutto per lei: decide di andare a parlare con Nicola, ma questi non è in casa nonostante il motorino sia in garage. Nell’armadio di Nicola il padre trova una casacca insanguinata ed un coltello, decide però di non dire nulla a Maria, mentendole. Il ragazzo non è andato neppure al lavoro quel giorno, ma nel frattempo viene rinvenuto il cadavere di Ivo Scalia in una vasca per le anguille.

Sono molti i punti in comune con la morte di Guido: sulla mano di Ivo c’è la scritta per Maria e una busta con il simbolo del serpente. Luigi Grimaldi (Enrico Lo Verso ) padre di Nicola, mostra a Maria la camicia ed il coltello insanguinati, ma chiede a Maria di stare zitta e di non dire nulla a nessuno. Interviene Vasco, a quale vengono consegnate camicia e coltello: Vasco porta Luigi Grimaldi in commissariato.

Dalla pietra del promontorio sgorga il sangue: al porto il commissario Vasco fa controllare tutti coloro che entrano ed escono dall’isola per cercare di catturare Nicola. Vasco fa la sua conoscenza con la signora Ivana d’Aquaro (Giuliana Lojodice), che lo tratta molto freddamente. Vasco si reca alla pietra del serpente che piange sangue, controllato a vista da Peter, al quale chiede informazioni circa gli eventi che stanno accadendo.

All’isola ritorna da un periodo di studio a Londra, Rolando (Niccolò Petitto) figlio di Ginevra e Filippo e fidanzato di Giulia Turrisi (Larissa Volpentesta). Maria e Vasco parlano del caso: il commissario è scettico sui segni che l’isola sta dando mentre Maria è certa che tutti gli eventi non siano capitati per caso. Giovanna Grimaldi (Giovanna Ralli) madre di Maria va da Cristiano Morgese (Salvatore Lazzaro) chiedendogli di portare via Maria dall’isola il più presto possibile. Nel frattempo Vasco si reca da Rolando per chiedere delle informazioni su Nicola, in quanto amici d’infanzia: Rolando dice al commissario di recarsi alla Tonnara.

Dalle analisi effettuate si evince che il sangue sul coltello e sulla camicia è di Ivo ma anche di Guido: Maria non crede che Nicola possa aver ucciso qualcuno. Ivana incontra Saro Turrisi (Franco Sciacca) figlio di Artuno, che le chiede quando si deciderà a vendere i suoi terreni alla famiglia Turrisi: tra le due famiglie c’è astio. Ma Ivana sa qualcosa che altri non sanno, chiamata da Nicola a recarsi nella sua azienda, viene aggredita da un misterioso individuo.

Beniamino (Manlio Dovì) da l’allarme a Maria e subito tutti si recano nell’azienda vinicola dei D’Aquaro: viene rinvenuto il corpo di Ivana D’Aquaro, ancora viva ma estremamente provata per la vicenda. Davanti all’ingresso Maria trova un orecchino da donna, particolare, che la stessa Maria aveva già visto su Kelly.

Maria continua a sentire delle strane voci che la perseguitano: ritrova in sogno il suo abito da sposa insanguinato e sente la voce sia di Guido che di Ivo che le attribuiscono la colpa della loro morte. Confida a Vasco le sue paure riguardo alle allucinazioni che non la lasciano vivere. Peter rivela che gli antichi sceglievano l’isola come campo funerario ed ossario, a causa del forte campo magnetico che la attraversa.

Vasco e Maria si recano al museo che racchiude tutta la storia dell’isola ma quando la luce va via Maria è certa che qualcuno li stesse spiando. A Cristiano viene chiesto nuovamente di portare via Maria dall’isola il prima possibile: tra Vasco e Cristiano non scorre buon sangue, il ragazzo è certo che il commissario voglia mettergli contro Maria mentre Vasco è convinto che sia stato Cristiano ad aggredire Maria alla tonnara.

Quella notte a Maria appare in sogno la vecchia signora già apparsa altre volte, che la porta in un cimitero, mostrandole una tomba recante il suo nome. Il giorno seguente Vasco riconsegna a Maria il suo tesserino, chiedendole di assisterlo nelle indagini e si recano ad interrogare Arturo Turrisi (Ivo Garratani), il quale però afferma di non sapere nulla di ciò che gli chiedono.

Sull’orecchino di Kelly sono rivenute delle tracce di tufo con tracce vegetali: c’è un’unica cava con tracce vegetali e Maria è decisa ad andarci. Scopre così due cadaveri sepolti dalla sabbia: quello di Nicola e Kelly, scomparsi ormai da giorni. Maria seguendo la voce della vecchia che le appare in una visione viene colpita da un proiettile alla spalla.

Per scoprire cosa accadrà a Maria e quali altri misteri nasconde l’isola dovremo aspettare martedì prossimo ore 21.15 sempre su Canale5 per la terza puntata de L’Isola dei Segreti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>