Recorder – My names is Earl

Oggi per la rubrica Recorder parleremo della serie tv americana My names is Earl, ideata da Greg Garcia, prodotta dalla 20th Century Fox dal 2005 al 2009 e conclusa dopo solamente 4 stagioni e 96 episodi.

Protagonista indiscusso della serie è il ladruncolo Earl J. Hickey (Jason Lee) , che dopo essersi salvato da un terribile incidente avvenuto mentre festeggiava per la vincita ad una lotteria, decide di cambiare vita diventando seguace della filosofia zen, rimediando ai torti commessi in passato verso le altre persone.

Proprio per rimediare ai crimini commessi nei confronti di altre persone, Earl stila una lista delle persone che ha fregato, cercando di rimediare ed aiutarli tutti.

Ora andiamo a conoscere per bene Earl e la sua famiglia. Earl è sposato con la sregolata e ladruncola Joey dalla quale ha avuto due figli (che scoprirà non suoi) Earl Jr e Dodge. Come detto in precedenza, dopo la vincita di 100 mila dollari, Earl viene investito da un auto pirata e finisce in ospedale, ma non fa in tempo ad uscire dall’ospedale, che Joey (Jaime Pressly) lo lascia facendogli firmare le carte del divorzio con l’inganno, e gli porta via anche la casa oramai occupata da Darnell “Gamberone” Turner (Eddie Steeples) gestore del bar di ritrovo e futuro marito di Joey, nonché padre dei figli di Earl.

Un giorno, dopo aver visto un programma in tv che parlava di karma, Earl decide di rimediare ai suoi errori e stila una lista di 260 punti, a cui ne verranno aggiunti altri, di tutte le cose negative che ha commesso nella sua esistenza.

Insieme al fratello Randy (Ethan Suplee), va a vivere in un motel, dove per caso incontra Catalina (Nadine Velazquez), una ragazza messicana immigrata clandestinamente in America, che fa la cameriera nel Motel. Tra i due fratelli e la bella messicana si instaura una stupenda amicizia, tanto che spesso li aiuterà nel risolvere e cancellare uno dei punti della lunga lista.

Per quattro stagione la serie è un continuo vai e vieni di situazioni divertenti, fuori dal comune, in cui Earl si ritroverà ad agire, spesso e volentieri cercando di salvare la reputazione di Joey, che costantemente commetterà qualche disastro e qualche illegalità (come quella del televisore), mettendo in difficoltà Earl, Randy e Gamberone.

La serie ha vinto 1 Casting Society of America, 1 Directors Guild of America, 2 Emmy Awards, 1 GLAAD Media Award, 1 Humanitas Prize, 1 People’s Choice Award ed un 1 TCA Award.

Lascia un commento