The Voice of Italy, Raffaella Carrà: “Sarò l’Antonio Conte della situazione”

di Redazione Commenta

THE VOICE OF ITALY –  Raffaella Carrà scalda i motori in attesa della prima puntata di The Voice of Italy e conferma la presenza di Gianni Morandi che si va ad aggiungere alla lista di special coach che conta Mario Biondi, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz e Kekko dei Modà. Altri giudici sono invece Riccardo Cocciante, Piero Pelù, Noemi.

Raffaella Carrà sarà una dei quattro coach assieme a Riccardo Cocciante, Piero Pelù e Noemi per il prossimo show musicale targato Rai2 The Voice of Italy. Dopo le tante indiscrezioni sul programma che inizierà giovedì 7 marzo , Raffaella Carrà è intervenuta in collegamento durante la trasmissione “L’Arena” di Rai Uno con Massimo Giletti che si è speso in complimenti per il format e soprattutto per la coach Raffaella. La grande e immensa artista ha raccontato che la sua partecipazione, a quello che ci tiene a sottolineare costituirà un vero show e non un talent in senso stretto, è frutto del destino e di splendide coincidenze:

Ero a Madrid e ho visto una puntata di The Voice, mi sono emozionata tantissimo e dopo pochi giorni sono tornata in Italia e mi hanno proposto di fare The Voice. Era destino, è una cosa che non ho mai fatto. E’ la ricerca e la voglia di fare qualcosa di nuovo che nuove le persone che lavorano nel mondo dello spettacolo. Noi siamo 4 coach, allenatori, e io cercherò di essere l’Antonio Conte della situazione. Quando arriverà il momento di eliminare qualcuno lo faremo in maniera positiva. I ragazzi sanno che noi stiamo cercando “La” voce.

Insomma, la signora Pelloni vuole rivelarsi una vincente sin dalle prime battute, a meno che per “Antonio Conte della situazione” non si intenda per colei che griderà sempre al complotto, ma questa seconda interpretazioni non si addice per nulla alla compostezza della showgirl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>