Parodia di Che Confusione, ma i fan di Moreno non ci stanno

di Salvatore Salamone Commenta

Succede sempre più spesso che sul Web vengano prodotte parodie e caricature dei personaggi televisivi. Video divertenti – a volte satirici, altre volte ironici – ma pur sempre parodie degli originali. Spesso vengono presi bene (anche dai diretti interessati), altre volte fanno scatenare il Web. E’ successo, per esempio, con l’ultimo video degli Hmatt, che hanno creato una parodia del singolo di Moreno, Che Confusione.

Gli Hmatt sono un duo torinese che ha realizzato parodie divertenti dei principali successi musicali, riuscendo ad ottenere visualizzazioni record su YouTube. Hanno preso in giro, tra i tanti, i successi di Shakira, Tiziano Ferro, Pink, Fedez e Fabri Fibra. Ma sono proprio i fan di uno degli ultimi talenti del rap a non aver preso bene l’ultima parodia: si tratta dei fan di Moreno, fresco vincitore dell’ultima edizione di Amici Di Maria De Filippi.

 

Nella parodia ufficiale, gli Hmatt imitano simpaticamente il video del singolo “Che Confusione” e hanno rifatto il testo, prendendo in giro il giovane rap. L’ironia è sempre ben accetta? Tendenzialmente si, ma non per chi è cresciuto con pane, Nutella e programmi di Maria De Filippi. Tanti fan inferociti hanno manifestato il loro disappunto (con la classica “educazione” che caratterizza gli haters dei social network) in diversi siti. Peccato che gli Hmatt abbiano realizzato tante altre parodie in passato, suscitando anche l’approvazione dei diretti interessati (come è successo con Fedez, che ha addirittura condiviso il loro video ironico).

 

C’è da dire che gli Hmatt hanno sicuramente trovato giovamento da questa situazione (il video sta per diventare virale in tutto il Web) e non sono certamente delle vittime da difendere. Il discorso è molto più ampio e richiede un cambiamento culturale nella mentalità del fan medio. E’ giusto seguire un personaggio pubblico, apprezzarlo e magari difenderlo dai commenti negativi. Ma in Italia non si sta forse esagerando? E’ sufficiente guardare i commenti su Youtube o su Facebook per notare l’enorme quantità di offese rivolte a chiunque. Ma è proprio necessario ridursi a questi livelli per persone che, di fatto, sono dei perfetti sconosciuti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>