Home » Game show in my head: una candid camera da 50.000 dollari

Game show in my head: una candid camera da 50.000 dollari

Spirito d’iniziativa e una buona dose di faccia tosta contraddistinguono i concorrenti del nuovo programma della CBS in onda dallo scorso 3 gennaio, Game Show in My Head importato dal Regno Unito. Da quando nacque nel lontano 1960, proprio negli Usa per poi essere ripresa nel 1965 nel mitico Specchio Segreto di Nanni Loy, la formula della candid camera ha costituito sempre una garanzia di successo, proponendo le situazioni più assurde e divertenti, nell’intento sempre raggiunto di far sorridere il pubblico a crepapelle, esempio lampante l’attuale Scherzi a parte su Canale 5.

Condotto dal comico Joe Rogan già protagonista dello show Fear Factor e prodotto da Ashton Kutcher che oltre ad essere attore si diletta nella pratica di executive producer televisivo, Game Show in My Head, prevede la partecipazione di un singolo protagonista per situazione che di volta in volta, adeguatamente imbeccato via auricolare, deve entro un tempo limite che varia dai cinque ai dieci minuti, superare cinque prove coinvolgendo l’ignaro pubblico che ha attorno, seguito ovviamente da una telecamera nascosta.

Per ogni situazione superata il concorrente vince 5000 dollari che grazie a un bonus possono anche raddoppiare, per cui il montepremi massimo può arrivare anche a 50.000 dollari, tanto, vale la faccia tosta di coloro che si sottopongono alle prove, sotto lo sguardo divertito del pubblico in sala e le battute sarcastiche di Joe Rogan, solleticato dal gusto un po’ sadico di dettare le condizioni sempre più assurde di ogni singola fase.

Particolare non trascurabile del programma, la messa in onda in diretta, per cui le reazioni dei partecipanti, ma ancor più della gente suo malgrado coinvolta nelle prove, sono genuine e esenti da tagli con tutto ciò che ne consegue, va da se che lo show ci guadagna in fatto di spettacolarità. Può quindi capitare di seguire il concorrente in slip per le strade della città, il quale deve convincere entro un tempo limite i passanti a vestirlo da capo a piedi prestandogli gli abiti che hanno addosso, oppure una bella ragazza vestita da sposa che deve convincere in dieci minuti un uomo a seguirla all’altare con tanto di dichiarazione d’amore. Tra il pubblico vi sono i parenti ed amici dei partecipanti al gioco, vi lascio immaginare le espressioni dei visi e le sonore risate a cui si abbandonano vedendo il proprio consanguineo impelagato nelle situazioni più incredibili.

Game Show in My Head, in onda ogni sabato sera, viaggia con una media non altissima di 4 milioni di telespettatori, in una fascia oraria di non facile attenzione da parte del pubblico, facendo avanzare l’ipotesi della stampa di settore che la CBS non creda molto nel progetto.

Lascia un commento