Mauro Masi parla di Annozero, Serena Dandini, Sky, il Festival di Sanremo 2011 e il Tg1

di Diego Odello Commenta

Ieri Mauro Masi a Cortinaincontra è stato intervistato da Giovanni Minoli: il direttore generale della Rai ha parlato di numerosi argomenti tra i quali Sanremo, Annozero, Serena Dandini, il Tg1 e il rapporto Sky-Rai (fonte Apcom).

Annozero
La stima per la persona e per il professionista è fuori discussione, Ma è un caso molto specifico e peculiare, il suo rapporto con l’azienda è determinato da una doppia sentenza del giudice del lavoro che fissa anche gli orari per andare in onda. La sentenza dice che Santoro deve fare un programma, non quale programma. Ci vedremo nei prossimi giorni. Ho firmato le carte che servono per avere un incontro costruttivo (che si terrà domani N.D.R.)

Serena Dandini
Ci siamo incontrati, io ero perplesso sul programma ma lei mi ha convinto che farà un programma un po’ diverso, sempre quattro serate a settimana.

Il rapporto Sky – Rai
Sky mi aveva offerto per l’intero bouquet Rai, per 7 anni, 50 milioni di euro l’anno, ma una valutazione fatta da una commissione ha stimato, prudentemente, che il bouquet Rai vale almeno 200 milioni di euro l’anno.

Sanremo 2011 e Bruno Vespa
Il toto Sanremo è sport nazionale. Ma ancora non c’è nulla, stiamo valutando la cosa. Stiamo cercando di approfondire le ipotesi, le migliori possibili. Comunque Vespa ha condotto più di un “dopo festival” e del resto sul palco di Sanremo sono saliti anche Fabio Fazio con Renato Dulbecco…

Il Tg1
Non è vero che il Tg1 sia di parte Minzolini è un innovatore che ha i pregi e i difetti degli innovatori. Ha portato importanti innovazioni nel linguaggio del giornalismo televisivo.

Su quest’ultimo punto il segretario Usigrai Carlo Verna ha replicato:

Altro che innovatore, le scelte di Minzolini al TG1 sono imbarazzanti per tutti i giornalisti del servizio pubblico che ritengono l’autonomia e l’indipendenza essenziali perché l’informazione sia potere di controllo vero in grado di dare qualità alla democrazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>