Stasera che sera, mille trasmissioni in una: Barbara D’Urso “magnifica” l’Italia… a modo suo!

di Redazione 1

Chi ha goduto della visione della prima puntata del nuovo contenitore domenicale di Barbara D’Urso, Stasera che sera, costellata da interviste e talk a mò di Cronache Marziane, sarà rimasto totalmente spiazzato dal sostanzioso restyling, curato della sapiente mano di Mario Giordano, che ha subito il nuovo programma di Canale5, una modifica in corso d’opera necessaria per innalzare i non esorbitanti ascolti.

Silurato Aldo Busi senza troppi complimenti, come magicamente predetto da noi domenica scorsa, troppo irruento per gli standard di Barbara D’Urso, il programma appare letteralmente trasformato e i cambiamenti sono tangibili già dai primi secondi. Le sublimi quanto spassosissime imitazioni di Barbara D’Urso lasciano spazio ai sermoni, prima di un operaio Fiat di Mirafiori e poi, di una medaglia d’oro alle Olimpiadi.

Il talk è il minimo che ci si aspetti e, invece, dopo aver introdotto il trio canoro de Il Volo, Barbara D’Urso mette in atto l’idea televisiva più originale degli ultimi 150 anni: Nord vs. Sud. Per rappresentare il nord, Barbara lancia un collegamento da Varallo Sesia, di cui il primo cittadino è l’onnipresente leghista Gianluca Buonanno, mentre Ceppaloni è la cittadina chiamata a rappresentare il sud e tutto ad un tratto, Stasera che sera si trasforma in una qualunque puntata di Fornelli d’Italia, con lo spettatore che teme l’avvento di Davide Mengacci mentre assaggia la Bagna Cauda.

A dare un ulteriore calcio nel deretano ad Aldo Busi, i primi ospiti della puntata di stasera sono ben 5 scrittori: Antonio Pennacchi, Chiara Gamberale, Giorgio Forattini, Mauro Corona e Fulvio Abbate. Presenti anche il precitato Buonanno e Clemente Mastella, tutt’uno con Ceppaloni.

Molto probabilmente, uno dei nuovi autori del programma è l’odiatissimo e appena querelato Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, visto che, quello che ne segue, è un retoricissimo filmato sulle bellezze e sui successi del Belpaese, sul quale le note di Italia Amore Mio, avrebbero calzato a pennello. Il magazzino di luoghi comuni, però, è ancora bello traboccante.

I due paesi iniziano a sfidarsi a colpi di magistrali esibizioni artistiche e, magicamente, Stasera che sera subisce un’altra incantevole trasformazione: ora sembra di sostare su Canale Italia e, nella fattispecie, in una puntata di Cantando, Ballando. Varallo Sesia inizia a schierare i propri talenti: due copie fuori fuoco delle veline che ballano e cantano Waka waka, con Buonanno, da studio, che non riesce a resistere al mefistofelico richiamo delle note di Shakira, per la gioia degli occhi delle casalinghe di Voghera.

Ceppaloni risponde con la Tammurriata e, piano piano, i magazzini di luoghi comuni lentamente si svuotano. Antonio Pennacchi, premio Strega con Canale Mussolini, e Gianluca Buonanno, iniziano a litigare a tempo di record. Buonanno riesce a sfoderare il meglio del repertorio celoduristico, utilizzando come pretesto… la Waka Waka. Pennacchi celebra la Tammurriata, schifando “la canzoncina americana” sottofondo degli ultimi Mondiali. Buonanno inizia a fare campagna elettorale:

Noi al nord siamo nel 2011! Voi siete rimasti nel ‘600! Il sud è il peso morto dell’Italia! Andate a lavorare!

Il programma più variegato dell’anno subisce l’ennesima trasformazione miracolosa: ora siamo su Ciao Darwin. Barbara D’Urso lancia un raccapricciante servizio su come viene descritto il Sud da alcuni cittadini settentrionali. Ecco, alcune delle espressioni utilizzate:

I meridionali sono socialmente sottosviluppati, sono inferiori, sono barboni. Napoli m****, Napoli colera!

E questi erano i complimenti.

Di tutta risposta, i cittadini meridionali descrivono il nord come un popolo troppo attaccato ai soldi e, sostanzialmente, tutto di origine meridionale.

Ecco, ora il magazzino di luoghi comuni è vuoto.

Da Ciao Darwin, Stasera che sera si trasforma in La Corrida: Ceppaloni sforna il mago Donato Principe, un illusionista pettinato con la maionese che strabilia il pubblico con giochi di prestigio, studiati (male) dal Piccolo Mago della Ravensburger. Varallo risponde con un trasformista: scordatevi Arturo Brachetti, tra una trasformazione e l’altra, c’è il tempo per una minzione.

Mauro Corona invita il presidente Napolitano a interrompere i festeggiamenti per l’unità d’Italia perchè, fino ad ora, di unito, non s’è visto nulla. Antonio Pennacchi e Gianluca Buonanno, come volevasi dimostrare, si stimano nello stesso modo in cui un marocchino stima un membro del Ku Klux Klan.

Pennacchi, dinanzi alle continue interruzioni demagogiche del sindaco leghista, dà del “somaro” a Buonanno. Il primo cittadino di Varallo non ci sta, si alza in piedi con la stessa foga di Willy il Coyote e si sfiora la rissa.

Occorre sottolineare che l’Italia è stata “magnificata”, come Barbara D’Urso ha asserito, in maniera esemplare.

Dopo aver visto tutto ciò, l’annunciato talk sull’educazione sessuale ci appare come una camomilla.

Commenti (1)

  1. ciao a tutti …. credo di vero cuore che la signora BARBARA in prima serata non è il suo forte. Ha fatto una figuraccia sia in studio sia fuori ai due comuni collgati
    PER ESEMPIO A CEPPALONI HA FATTO VEDERE UNO CHE HA PRESO IN GIRO LUI STESSO E IL PUBBLICO , SINCERAMENTE NON SAPEVA COSA FARE….. CEPPALONI è UN OPAESE DI ARTISTI, SI RICORDA CARMINE AMBRUSCO, LA POESTESSA FRANCESCA BARONE ( NASTRO NASCENTE DELLA LETTERATURA ITALIANA ) , CERAMICA DI MARCELLA, PRODOTTI TIPICI …DOLCIUMI CAMELIA…. E TANTISIME ALTREE… E DA NON DIMENTICARE IL CARO ING. DI DONATO PER LA SUA ARTE DEL CARNEVALESCO…… CARA D’URSO HAI SBAGLIATO TUTTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>