Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia: “Le veline non esistono nella vita reale”

di Elide Messineo 1

Antonio Ricci con Striscia la notizia ha lanciato le Veline nel mondo dello spettacolo e da allora ha cambiato il modo di fare televisione ed anche il modo di vedere la donna sul piccolo schermo.

Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia hanno conquistato la copertina di Sette, in qualità delle Veline più amate dagli italiani. Loro, infatti, sono state apprezzatissime, correva l’anno 1999 e da allora di acqua sotto i ponti ne è passata. Forse entrambe non amano nemmeno più il fatto di essere ricordate sempre e solo come le Veline di Striscia la Notizia ma è proprio grazie al celebre bancone di Canale 5 che devono il loro successo. Nell’intervista rilasciata a Sette le due showgirl ci tengono a specificare che essere Velina in tv non equivale a quello che si è nella vita reale, come ha detto Maddalena Corvaglia:

E’ un ruolo legato alla trasmissione, niente di più. Nella vita reale le veline non esistono.

Nonostante il tempo passato, le due ragazze sono rimaste molto legate, la Canalis è stata testimone di nozze per l’amica quando si è sposata con Stef Burns. Proprio la Corvaglia ha dichiarato:

Dire che questo lavoro possa ledere l’immagine della donna è una cavolata. E’ un mestiere televisivo, un ruolo legato alla trasmissione, niente di più.  Nella vita reale non esiste la velina. Si spegne la telecamera e la ragazza torna ad essere quello che è.

Elisabetta Canalis, che fa la spola tra l’Italia e gli USA e che fa chiacchierare per i suoi flirt, ha dichiarato:

La mercificazione della donna non esiste. Siamo persone adulte, ognuno fa ciò che ritiene di fare. Se poi ad un certo punto non le sta più bene dice basta e va via. Nessuno mi ha costretta a fare qualcosa contro la mia volontà.

Le ex Veline sono più unite che mai, anche nel pensiero. Convinceranno gli italiani?

Photo Credits | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>