Ris Roma ottava puntata: riassunto

Viene ritrovato il cadavere di una ragazza sudamericana, Federica Sanchez, uccisa con delle coltellate mentre si trovava nel suo studio: viene rinvenuta una lettera inviata da Federica al suo amante, sposato, ed una camicia con ricamate due iniziali. Federica lavorava nell’appartamento di Gioia Molinari, figlia di un noto architetto, trovata morta a poche ore di distanza, a prima vista pare si tratti di un suicidio dato che accanto alla donna viene trovato un biglietto in cui manifesta la volontà di farla finita.

Lucia e i suoi uomini del Ris riescono a mettere una microspia nella borsa di Eleonora, questa quel pomeriggio si incontra con la sorella Giordana, scappata dalla banda con buona parte dei soldi: Giordana chiede alla sorella di aiutarla a scappare in Spagna, teme di essere uccisa dalla banda, Eleonora decide di non aiutarla, vuole che la ragazza si costituisca e racconti tutto alla polizia. I Ris intervengono bloccando Giordana, che viene interrogata da Lucia. La ragazza non è collaborativa e non dice nulla.

Viene interrogato il marito di Gioia Molinari, il giorno della morte delle due donne era a casa di un’altra amante, tal Debora: intanto Lucia scopre che Giordana ha messo in tasca di Eleonora un foglietto. Vi sono rappresentate delle note musicali, Eleonora consegna spontaneamente il foglietto a Lucia Brancato: intanto Lupo pedina Eleonora. Il signor Molinari dice di essere stato molto legato a Federica: Gioia però era mancina, dunque non è stata lei ad uccidere Federica, quindi è evidente che Gioia non si è uccisa.

Ris Roma settima puntata: riassunto

Nella settima puntata della serie tv Ris Roma 2, episodio intitolato Ossa, Lucia sogna di ricevere la visita a casa del Lupo e al risveglio trova al RIS una busta contenente alcune sue fotografie: è preoccupata ma decide di non parlarne con nessuno. Continua la ricerca degli altri membri della banda dopo la cattura del Maiale. all’interno della banda iniziano i primi screzi: Giordana vorrebbe dividersi i soldi e scappare ma gli altri non sono d’accordo.

Vengono trovati dei resti umani nel bosco e il medico legale dice che tutte le ossa del cadavere sono differenti: è una collezione di ossa. Bianca decide di lasciare Emiliano, il loro sarà solo un rapporto di amicizia. Le ossa appartengono a due uomini ed una donna, originariamente seppelliti sottoterra: viene trovato un bracciale nel luogo in cui i cadaveri erano seppelliti, potrebbe trattarsi di occultismo. Vengono trovate anche tracce di saliva e di sangue: appartengono a Teodori, noto scultore locale, era presente sul luogo del delitto e del ritrovamento, è presumibile che questi sia malato.

Al Ris arriva Monica Bellucci, amica di Bianca: Ghirelli non sta più nella pelle. Lucia decide di tornare da uno psicanalista, vuole dimenticare Alex: Lucia scopre che Orlando Serra la segue da giorni, l’uomo è preoccupato per la sua sicurezza, afferma di non essere stato lui a portarle le fotografie. Lucia furiosa accetta la sua richiesta di trasferimento. Si scopre che il Lupo, Mauro Pugliese ha una figlia, alla quale ha affidato un anello molto prezioso, viene ascoltato l’orafo al quale era stato commissionato l’anello il quale dice di aver inciso all’interno il nome Tiziana.

Ris Roma 2 sesta puntata: riassunto

Nella sesta puntata della serie tv Ris Roma 2, intitolata Sulle orme di Stinco, si scopre che Scimmia è Stinco, l’amico di Ghiro esperto di informatica: vengono chieste informazioni alla madre per scoprire qualcosa su di lui. Viene trovato un uomo avvelenato, Fabio Masci, morto per un arresto cardiaco ed emorragia celebrale dovuta a pasticche di droga e anfetamine: prima di morire l’uomo fa riferimento a de Feo, diabetologo che al momento si trova lontano dall’Italia. De Feo chiama Masci al cellulare, risponde il tenente Serra: purtroppo prima che venga ascoltato, il medico viene investito da un’auto. I due omicidi sono collegati.

Intanto il Ris è impegnato in un doppio omicidio, due sorelle anziane morte durante una rapina: unico indizio, una scatola. Serra scopre dei messaggi tra De Feo e Masci, relativi ad una ricerca sul diabete: emerge una terza persona, Stefania, una veterinaria utilizzata come cavia umana. Stefania tenta di scappare mentre viene ascoltato il dottor Nibbi, anche lui implicato nella vicenda e senza un alibi valido.

Per l’omicidio delle sorelle, nell’abitazione vengono trovate impronte digitali: appartengono al cristallo terapeuta di fiducia delle anziane. Ghiro continua a cercare Stinco: scopre che frequenta una chat dove chiacchiera con un amico chiamato Piggy. Maiale viene ascoltato in qualità di nipote delle anziane uccise, entra nella sede dei Ris come spia, fotografando e cercando informazioni. Intanto viene chiesto a Christian, il bambino rapito dalla banda, di riconoscere tra alcune persone quale sia il vero Maiale: non è tra quelli catturati ma il bambino lo riconosce ugualmente quando questi esce dall’ufficio dove era stato interrogato.

Ris Roma 2, riassunto prima puntata

Nella prima puntata della fiction Ris Roma 2, intitolata La quiete della vostra casa, al Decimo Tuscolano si festeggia la promozione di Daniele Ghirelli (Fabio Troiano) divenuto capitano, ma i festeggiamenti durano ben poco: infatti giunge una richiesta di aiuto da parte di un bambino, spaventato perchè nella sua casa si sta consumando una aggressione. Nella famiglia De Michele fa irruzione una banda di malviventi con maschere da animali indosso: un lupo, un maiale, una tigre ed una scimmia.

Il capitano Lucia Brancato (Euridice Axen) interroga la figlia e scopre che questa ha graffiato uno dei malviventi durante uno scontro: Lucia teme che si tratti di una vendetta personale, la banda infatti ha messo sotto sopra tutta la casa. Al Ris arriva il sostituto del tenente Moro, il tenente Orlando Serra (Simone Gandolfo). In un centro commerciale viene rapito un bambino di pochi mesi, Angelo, sul posto giungono il tenente Serra e Flavia Ayroldi, si teme sia stata una zingara a compiere il furto.

In commissariato viene interrogata la zingara sorpresa al momento del rapimento di Angelo, dice di non sapere nulla e nega ogni cosa, Serra è convinto dell’innocenza della ragazza mentre non è certo dell’estraneità del padre del bambino. Flavia analizza un orecchino trovato accanto al luogo del rapimento, il DNA è quello di tale Oksana originaria di Kiev, ecco chi è la rapitrice. Lucia traccia le personalità dei membri della banda e visiona insieme a Ghiro il video di Maiale, che balla in camera dei De Michele e che ha mandato quella stessa sera online.

Ris Roma 2 su Canale 5

Canale 5 da questa sera trasmetterà Ris Roma 2 – Delitti impefetti, la nuova serie prodotta da Taodue per Mediaset, diretta da Francesco Miccichè. Nei venti nuovi episodi, che terranno compagnia agli spettatori per 10 serate, ci sarà sempre tanta azione e un alto tasso di tensione, ma si darà maggior spazio ai sentimenti e alle storie dei protagonisti.

La storia riprende da dove l’abbiamo lasciata, con la squadra dei Ris che si è stabilita definitivamente a Roma, sempre capitanata da Lucia Brancato (Euridice Axen), affiancata dal neopromosso capitano Daniele “Ghiro” Ghirelli (Fabio Troiano) e dagli insostituibili Emiliano Cecchi (Primo Reggiani), e Bartolomeo Dossena (Marco Rossetti) e Flavia Ayroldi (Jun Ichikawa). Con la partenza di Costanza Moro, che ha deciso di lasciare l’Arma per accettare l’allettante offerta di un laboratorio di genetica in America, la squadra si arricchisce di due nuovi elementi il tenente Orlando Serra (Simone Gandolfo) e la sottotenente Bianca Proietti (Lucia Rossi).

Nella nuova stagione il nemico dei Ris è la Banda del Lupo, un gruppo di criminali mascherati, meticolosi e inarrestabili, formato da spietati rapinatori di ville e altri luoghi vip, che agisce seminando il terrore, irrompendo nelle ville delle vittime, devastandole e, da un certo punto in poi, uccidendo senza pietà, perché mosse da un movente, dalla vendetta al riscatto personale, dall’avidità al gusto della folle trasgressione. I principali esponenti del team sono Stinco/Scimmia (Marco Mario De Notaris), Mario Pugiese/Lupo (Marco Basile), Giordana Ravelli/Coniglio (Greta Scarano) e Gerry Pugliese/Tigre (Antonio Grosso).

La leggenda del bandito e del campione, riassunto seconda puntata

Nella seconda e ultima parte de La leggenda del bandito e del campione: Maciste (Giuseppe Lo Console) si mette d’accordo con Costante (Simone Gandolfo) per vendicarsi di Sante per il suo comportamento. Dopo aver smesso di correre, Costante chiede al suo allenatore di ricominciare. Inizia a vincere le gare di ciclismo e con i soldi della vincita acquista una casa grandissima. Sante decide di fuggire fingendo di essere un ciclista. Nel far questo, incontra Costante non vuole più avere a che fare con lui.

Agostina (Sarah Maestri) si è avvicinata molto a Costante, che adesso sembra ricambiare l’interesse. Sante Pollastri (Beppe Fiorello) chiede a Mela (Raffaella Rea) di fuggire in Francia con lei, ma viene raggiunto dai carabinieri. Sante si incontra nuovamente con la sua amata Mela. Costante decide di dichiararsi ad Agostina, ma si ammala di spagnola nella sua forma più grave.

La leggenda del bandito e del campione, riassunto prima puntata

Ieri sera è andata in onda la prima puntata de La leggenda del bandito e del campione. Sante Pollastri (Beppe Fiorello) è ricercato dalla polizia francese. L’uomo incontra la compagna Mela (Raffaella Mea) e dopo essere fuggito, narra di come sia nata la leggenda del bandito e del campione. Sante Pollastri e Costante Girardendo si sono conosciuti da quando erano piccoli. Vengono notati da Biagio Cavanna, agente di una squadra da corsa. Stringono una bella amicizia anche con Mela.

Il padre di Sante (Aflredo Pea) ha seri problemi economici. Chiede ad un direttore di banca di poter avere un prestito, ma costui non ha intenzione di dargli alcun aiuto. E’ questo il motivo che spinge Sante ad affrontare l’imprenditore ed a finire in carcere dopo averlo minacciato per non aver dato il prestito al padre.

La leggenda del bandito e del campione su Raiuno

Questa sera su Raiuno andrà in onda La leggenda del Bandito e del campione, la fiction tv in due puntate della red film diretta da Lodovico Gasparini, con Beppe Fiorello, Simone Gandolfo, Raffaella Rea, Sarah Maestri, Giuseppe Lo Console, Anna Ferruzzo, Alfredo Pea, Gaetano Aronica, Ettore D’Alessandro Paolo Pierobon, Antonio Delle Mura e Leonardo Caneva, che racconta la storia (inventata?!) e la leggenda di due giovani di Novi Ligure, il campione di ciclismo Costante Girardengo e il pericoloso fuorilegge Sante Pollastri.

La storia. Nell’italia dei primi del novecento, a Novi Ligure, in provincia di Alessandria, vivono due ragazzi dal destino straordinario, nel bene e nel male, Sante Pollastri (Beppe Fiorello) e Costante Girardengo (Simone Gandolfo), costretti a crescere fin troppo in fretta, che condividevano la passione per la bicicletta. I due per riscattarsi scelgono due strade differente: Sante la clandestinità e la malavita (ruba a chi ha di più per dare a chi non ha nulla), Costante lo sport, il ciclismo, la fatica dell’agonismo. Entrambi finiranno per essere inseguiti, solo che uno avrà alle calcagna la polizia, l’altro gli avversari.

Simone Corrente lascia Distretto di Polizia, Elena Sofia Ricci in Che Dio ci aiuti, si gira Ris Roma 2, Micaela Ramazzotti rinuncia a Gabriella Ferri

Sono cominciate le riprese della seconda stagione di Ris Roma – Delitti imperfetti, la serie prodotta dalla Taodue di Pietro Valsecchi, diretta da Francesco Miccichè. Nel cast sono stati confermati Euridice Axen (Lucia Brancato), Fabio Troiano (Daniele Ghirelli), Marco Rossetti (Bartolomeo Dossena), Mary Petruolo (Costanza Moro), e si sono aggiunti Greta Scarano, Marco Basile e Francesca Valtorta, Lucia Rossi e Simone Gandolfo.

Micaela Ramazzotti ha deciso di non interpretare più Gabriella Ferri nella miniserie tv Rai diretta da Fabrizio Costa dedicata alla cantante, che si girerà a partire da dicembre: l’attrice ha preferito rinunciare per dedicarsi al figlioletto Jacopo che ha avuto da poco dal marito Paolo Virzì.

Il campione e il bandito: foto, sinossi e polemiche

Quest’autunno su Raiuno andrà in onda Il campione e il bandito, la miniserie tv in due puntate, scritta da Andrea Purgatori e Debora Alessi, diretta da Ludovico Gasparini, con Beppe Fiorello (Pollastri), Simone Gandolfo (Girardengo), Raffaella Rea (Mela), Sarah Maestri (Agostina), Giuseppe Lo Console (Maciste), Anna Ferruzzo (Madre Sante), Aflredo Pea (Padre Sante), Gaetano Aronica (padre Costante) e Daniela De Pellegrin (Madre Costante).

La fiction, ispirata a fatti e personaggi realmente accaduti, racconta l’amicizia tra Costante Girardengo e Sante Pollastri, due personaggi famosi nell’Italia degli anni venti, il primo affermato campione di ciclismo, il secondo fuorilegge.

La storia (fonte RomaFictionFest): Parigi, 1925. Alla vigilia della Sei giorni, la corsa che lo vedrà contrapposto al rivale di sempre – il francese Pelissier – il campionissimo italiano Costante Girardengo si trova a dover chiudere i conti col proprio passato. Tutti si aspettano che Sante Pollastri sarà tra gli spettatori della certa vittoria dell’italiano sul francese. E un agguerrito ispettore italiano detto Maciste si è già messo sulle sue tracce. Costante e Sante. Il campione e il bandito. Il destino li spinge a incontrarsi di nuovo e a riaffermare il valore di un’amicizia mai dimenticata …

E-Talenta: ecco i 10 volti nuovi della fiction Europea

Christiane Filangieri e Simone Gandolfo per l’Italia, Zoé Felix e Nicolas Gob per la Francia, Anna Maria Muehe e Franz Dinda per la Germania, Ana Polvorosa e Yon Gonzalez per la Spagna, Shelley Conn e Andrew Buchan per il Regno Unito: segnatevi questi nomi, perché secondo quanto è stato detto oggi al RomaFictionFest, li sentirete nominare molto spesso.

E-Talenta (European Actors & Artists Connection), oggi ha presentato alla stampa i 10 nuovi talenti della fiction europea. Cercherò brevemente di farli conoscere anche a voi:

Christiane Filangeri: ha partecipato a Miss Italia 1997, ma il pubblico la inizia a conoscere nel 1999 quando è testimonial per la pubblicità di Telecom Italia Mobile. Nello stesso anno esordisce al cinema con Non lo sappiamo ancora. In televisione comincia ne La squadra (2000). L’affermazione arriva quest’anno quando recita accanto a Flavio Insinna in Ho sposato uno sbirro.