Messaggio di Fine Anno dal Presidente della Repubblica a reti unificate, diretta tv dell’ultimo discorso di Giorgio Napolitano (VIDEO)

Le ultime ore del 2014 hanno come di consueto lasciato spazio in tv a reti unificate al Messaggio di Fine Anno da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: non si sa ancora quando il Capo dello Stato lascerà la poltrona, ma siamo certi che si tratta dell’ultima volta che vediamo lui seduto davanti alle telecamere per tirare le somme dell’anno che ormai ci stiamo lasciando alle spalle per guardare ai futuri mesi con progettualità e un minimo di speranza.

Che Tempo Che Fa,13 Aprile: Napolitano, Parmitano, Gualazzi

L’apertura di Che Tempo Che Fa nella puntata di domenica 13 Aprile su Rai 3 del talk-show condotto da Fabio Fazio è affidata a Luca Mercalli e alle sue lezioni sul sempre più complesso rapporto tra clima e ambiente; inoltre, per la prima volta all’interno di una trasmissione tv prime time, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano rilascia un’intervista registrata nello Studio alla Vetrata del Quirinale.

Virus-Il Contagio delle Idee, anticipazioni 31 gennaio

Stasera torna l’appuntamento politico su Rai2 con Virus-Il Contagio Delle Idee, in onda come ogni venerdì alle 21.10: il titolo della puntata che sarà trasmessa questa sera è La Politica Litiga, il Paese Scappa; nei giorni in cui il Movimento 5 Stelle occupa le aule parlamentari e chiede l’impeachment del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, le aziende scappano dall’Italia come nel caso di Electrolux e Fiat.

Arnoldo Foà muore a 97 anni, il mondo dello spettacolo ricorda il grande interprete del ‘900

Era nato a Ferrara il 24 gennaio 1916 e tra due anni e due settimane circa avrebbe compiuto 100 anni: Arnoldo Foà non ha vissuto soltanto per un secolo, ma l’ha interpretato e riportato con le sue opere tra tv, teatro e cinema, dove ha recitato in centinaia di film e opere teatrali, diretto da Orson Wells, Luchino Visconti, Giorgio Strehler ed Ettore Scola, oltre ai tanti sceneggiati televisivi del Secondo Dopoguerra – quando il suo cognome era pesato per anni come un macigno non permettendogli di lavorare e di sostenersi per colpa dell’antisemitismo.

Papa Francesco e Napolitano, incontro in diretta su Rai 1

Papa Francesco e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si incontrano oggi sabato 8 giugno 2013 in diretta televisiva. L’incontro ufficiale sarà trasmesso da Rai 1 alle ore 10.55 fino alle 11.55. Papa Francesco e Giorgio Napolitano si erano già incontrati in occasione della messa per l’inizio del ministero petrino, ma l’incontro di oggi rappresenta la prima visita ufficiale, per questo testimoniata dalle telecamere Rai.

Rai-Sky, la rottura non piace ai sindacati, irrita Napolitano, ma un dossier parla di 500 milioni salvati

La decisione della Rai di abbandonare Sky continua a destare perplessità a trecentosessanta gradi: dopo il malumore manifestato da alcuni componenti del Cda, anche numerosi sindacati e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si sono fatti sentire.

Facciamo un passo indietro: Mauro Masi, il dg della Rai che ha curato la trattativa aveva annunciato che avrebbe reso noto il dossier Sky per provare che uscendo da Sky si perdono 50 milioni l’anno, ma se si fosse riconfermato il legame con Sky si sarebbero bruciati 500 milioni in tre anni (fonte Il messaggero):

Come si arriva a questa cifra? Secondo Rai, Sky potrebbe approfittare del progressivo spegnimento del segnale analogico per passare al digitale terrestre facendo il pieno di abbonati. Di qui al 2013, anno in cui il digitale terrestre entrerà a regime completamente, Sky, secondo viale Mazzini, potrebbe arrivare a 9 milioni di abbonati, quasi il doppio di quelli attuali. Un risultato che ne porterebbe lo share alle soglie del 17 per cento. A quel punto la pay tv, già primo network italiano per fatturato, sempre secondo il dossier, guadagnerebbe ascolti su tutto il proprio bouquet di canali, togliendo alla Rai dai tre ai quattro punti di share, con una perdita di introiti pubblicitari superiore appunto ai 500 milioni di euro, anzi tendenzialmente verso i settecento.

L’anno scorso, Giorgio Napolitano, Beppe Grillo e i Pooh, anni fa Quelo e il limbo di Non è la Rai. Nel 2009?

Il 2008 si è concluso da quattordici ore, con gli spettacoli di Canale 5 e Raiuno (in certi momenti abbastanza deprimenti, ma pur sempre buoni per tener d’occhio l’orologio e azzeccare il secondo esatto per stappare lo spumante) e poche ore prima sia il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che Beppe Grillo hanno fatto i loro discorsi di fine anno.

Di una cosa possiamo essere certi, tanto che lo sostengono tutti (o quasi): per parafrasare ciò che diceva il profeta di Quelo (Corrado Guzzanti):”C’è grande crisi, c’è grossa crisi!

Sperando che nel 2009 le cose possano andare un po’ meglio, vi lascio ai video: oltre che ai messaggi di fine anno, a quello simpatico del Pippo Chennedy Show, al video amarcord, del festeggiamento di Capodanno in compagnia di Non è la Rai (92/93) e a quello che poteva essere un video di repertorio, ma invece è andato in onda ieri sera a L’anno che verrà, dove i Pooh cantano Uomini Soli (canzone del 1990).