Che Tempo Che Fa,13 Aprile: Napolitano, Parmitano, Gualazzi

di Redazione Commenta

L’apertura di Che Tempo Che Fa nella puntata di domenica 13 Aprile su Rai 3 del talk-show condotto da Fabio Fazio è affidata a Luca Mercalli e alle sue lezioni sul sempre più complesso rapporto tra clima e ambiente; inoltre, per la prima volta all’interno di una trasmissione tv prime time, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano rilascia un’intervista registrata nello Studio alla Vetrata del Quirinale.

A Che Tempo Che Fa troviamo anche Luca Parmitano, astronauta dell’European Space Agency, maggiore e pilota dell’ Aeronautica Militare Italiana, per circa 6 mesi (dal 28 maggio all’11 novembre 2013) ha partecipato alla missione spaziale Volare abitando nei moduli della ISS, la stazione spaziale internazionale, diventando il 9 luglio 2013 il primo astronauta italiano a fare una passeggiata nello spazio.

Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots per la prima volta tornano ad esibirsi insieme con Tanto Ci Sei, uno dei due brani proposti al Festival di Sanremo 2014; a Che Tempo Che Fa non può mancare l’esilarante appuntamento cult con Luciana Littizzetto e Che Fuori Tempo Che Fa con Massimo Gramellini e Fabio Fazio che commentano le notizie della settimana con ospiti, collegamenti in diretta – stasera con Silvio Orlando dal Teatro Ambra Jovinelli di Roma – e la musica di Diodato completano questa puntata che si conclude alle 22.30.

Per quanto riguarda l’intervista al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano parla dell’Europa in vista delle prossime Elezioni del 25 Maggio, con la conversazione che prende spunto dal libro La Via Maestra – L’Europa e Il Ruolo dell’Italia nel Mondo, pubblicato nel settembre scorso, frutto di alcuni incontri con Federico Rampini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>