L’Iispettore Wallander 4, quarta e ultima stagione su LaEffe

di Antonio Ruggiero Commenta

Dai romanzi di Henning Mankell, autore cult in tutto il mondo, tre inediti episodi che chiudono l’acclamata serie vincitrice di 6 Bafta Awards

Da martedì 6 settembre alle 21.10 arriva in esclusiva su LaEffe (Sky 139) la quarta e ultima stagione de L’Ispettore Wallander, la serie targata BBC tratta dai bestseller di Henning Mankell e magistralmente interpretata da Kenneth Branagh nel ruolo del celebre detective.

La serie arriva sulla TV di Feltrinelli a meno di un anno dalla prematura scomparsa dello scrittore svedese, avvenuta il 5 ottobre 2015 all’età di 67 anni.

Nei suoi romanzi, in particolare in quelli della saga di Wallander, ha raccontato -sullo sfondo di intricate indagini poliziesche- anche gli stati d’animo, gli umori, di un’intera nazione, tanto da definire lui stesso le sue opere: i romanzi dell’inquietudine svedese.

Vincitrice negli anni di importanti riconoscimenti come il British Academy Television Award for Best Drama Series e ben sei premi al BAFTA Television Craft Awards, la serie tv si inserisce nel ciclo GialloSvezia della TV di Feltrinelli, in collaborazione con Marsilio Editori, dedicato alle migliori trasposizioni televisive della letteratura crime nord-europea.

La quarta ed ultima stagione, in 3 episodi da 90 minuti ciascuno, si apre con l’episodio La Leonessa Bianca ispirato all’omonimo romanzo, ambientato tra Svezia e Sudafrica nei primi anni ’90, dopo la liberazione di Nelson Mandela e il declino del regime dell’apartheid (in onda martedì 6 settembre alle 21.10).

Gli episodi Lezione D’Amore e L’Uomo Inquieto (in onda rispettivamente martedì 13 e martedì 20 settembre alle 21.10), sono invece entrambi tratti dal romanzo L’Uomo Inquieto, capitolo conclusivo del percorso professionale dell’ispettore Wallander, prima del ritiro a vita privata annunciato dallo stesso Mankell nelle ultime pagine del romanzo.

Un’ultima indagine che porta Wallander a ritroso nel tempo, seguendo un caso che affonda le sue radici nel drammatico scenario della Guerra Fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>